Kena: Bridge of Spirits – Come è nata la protagonista Kena!

Lo sviluppatore Ember Lab ha recentemente discusso del design del personaggio di Kena: Bridge of Spirits e di come è nata, su PlayStation Blog.

I personaggi originali di Kena: Bridge of Spirits sono stati realizzati da Wanchana “Vic” Intrasombat, uno “stretto collaboratore dei nostri progetti commerciali in passato, ma questa volta aveva una tela bianca e possiamo vedere così tanto della sua affascinante e unica visione del mondo in tutti dei disegni dei personaggi.”

I primi schizzi ritraevano una ragazza molto giovane. Man mano che la meccanica e la storia si evolvevano, il team si è reso conto che doveva essere molto abile e che il suo lavoro come guida spirituale le avrebbe richiesto di attingere a più esperienza di vita quando aiutava gli altri personaggi della storia. Gradualmente è diventata più grande e più informata.

Kena è stato realizzato per la prima volta in 3D da Rodrigo Gonçalves. Ha costruito il modello prototipo e in seguito ha continuato a perfezionare ed esplorare tecniche in tempo reale per vari dettagli come i suoi capelli. Ember Lab ha anche collaborato con Carlos Ortega, che molti venerano per il suo lavoro sui personaggi 3D meravigliosamente pulito.

La descrizione nel dettaglio del team di sviluppo Ember Lab dal PlayStationBlog di Kena:

Abbiamo iterato parecchio nel corso del progetto, aggiungendo texture più fini ed esplorando le tecniche delle carte alfa che avevamo visto in altri incredibili giochi prima di noi. Per i capelli, alla fine abbiamo trovato una miscela tra una geometria solida, che potrebbe dare forme molto chiare e catturare bene la luce, e piani alfa per mostrare i dettagli delle singole ciocche di capelli fornendo qualche variazione e imperfezione in più. Un’attenzione simile sarebbe stata data all’abbigliamento, aggiungendo diversi modelli di tessuto e persino alcuni bordi consumati.

Amiamo dettagli come questo, ed è qualcosa che cerchiamo di fare in tutti gli aspetti del gioco. L’usura dei suoi vestiti comunica esperienza e avventura. Il bellissimo bastone che porta e le varie decorazioni sui suoi vestiti non sono rumorose, ma riflettono una riverenza per la tradizione e una devozione per uno scopo più grande.

È pienamente portata alla vita nell’animazione, dove gran parte della sua personalità è trasmessa attraverso il modo in cui si muove e agisce. Lo scopo del gioco e della storia era molto più ampio dei nostri progetti passati. Questo ha rappresentato una sfida entusiasmante nella creazione di espressioni con più ampiezza e profondità emotiva, e che ha avuto il giusto calore e compassione per il nostro eroe. Con molte animazioni in tutto il gioco, abbiamo creato una libreria di espressioni e altri dettagli come le pose delle mani e dei capelli. Ciò ha fornito un modo rapido per perfezionare e unificare le animazioni e garantire che Kena si sentisse sempre abitato dalla stessa anima dall’inizio alla fine.

Dare vita a tutti i meravigliosi pezzi del suo design del personaggio è stato importante per noi, e abbiamo messo molta cura nel movimento dei suoi vestiti e dei suoi capelli. Il vento tra i capelli è diventato un elemento per tutto il gioco, semplicemente come un altro strato per evocare la sensazione di trovarsi in un villaggio abitato da spiriti o su una vetta di montagna. Sebbene abbiamo usato la fisica su altri personaggi del gioco, ogni aspetto del nostro personaggio principale è stato animato a mano.

Kena: Bridge of Spirits uscirà il 21 settembre per PS5, PS4 e PC tramite Epic Games Store.

Alessia Lara Padawan
Alessia Lara Padawan – Romana, youtuber, nerd fino al midollo, adora film, serieTV, cartoni animati ed è malata da anni di una grave forma di dipendenza dai videogames. Il suo motto è: “Se credi anche lontanamente che ne valga la pena… allora GIOCALO!”