Tutorial giochi da tavolo – Die in the Dungeon – Fundamental Games

Vi siete mai chiesti come sarebbe se, al posto dei soliti e noiosi eroi buoni, interpretassimo invece i feroci mostri cattivi? Beh, non so quanto feroci, ma in Die in the Dungeon possiamo farlo veramente! Vi ho incuriosito?? Allora non dovete far altro che proseguire nell’articolo, perchè troverete il mio video tutorial dedicato, l’unico in italiano!

Die in the Dungeon è un dungeon crawler creato da Wesley Woodbury, pieno zeppo di dadi, creato da per 1 giocatore (ma con una variante competitiva per 2 giocatori) e prodotto dalla Fundamental Games, che ringrazio per avermi spedito la copia utilizzata in questo tutorial. Io non sono un grande fan degli american in genere, ma devo ammettere che questo titolo mi ha prima incuriosito e poi molto divertito con le sue meccaniche di gioco.

Come già anticipato, nei panni di potenti esseri appartenenti alle forze del male, dovremmo esplorare a fondo il dungeon, cercando in tutti i modi di completare la missione proposta, eliminando tutti gli eroi buoni che tenteranno di sbarrarci la strada. Die in the Dungeon propone un’ottima longevità, data dai tanti dungeon costruibili (e dal fatto che dopo un po’ d’esperienza, si possono inventare di sana pianta), dalle tante possibilità di personalizzare i nostri mostri e dal fatto che potrete affrontare i vari dungeon sempre in modi diversi.

Ma non perdiamo altro tempo ed andiamo subito a vedere come si gioca a Die in the Dungeon grazie al mio video tutorial, proprio qui sotto, dove vi spiego il regolamento nel dettaglio. Vi ricordo brevemente che potete trovare questo e tantissimi altri video sui giochi da tavolo all’interno del mio canale Youtube “La Ludoteca di AleBoardGamer”. E se vi piacciono i miei lavori, potete iscrivervi al canale e cliccare sulla campanellina per non perdere le prossime (tante) novità!

GALLERIA FOTOGRAFICA

Alessandro “AleBoardGamer” Pugliese

Alessandro Pugliese
Classe '83, fiero torinese ed assiduo instagramer con lo pseudonimo "aleboardgamer", si diverte a spiegare regolamenti sul suo canale Youtube "La Ludoteca di AleBoardGamer". Amante dei giochi da tavolo sin dalla tenera età di sei anni quando gli vennero regalati titoli d'antologia come Brivido, Hero Quest e L'isola di Fuoco, la sua missione è quella di espandere il credo dei boardgames per distogliere l'attenzione dagli smartphones e convincere le persone a riunirsi attorno ad un tavolo per socializzare, sviluppare l'ingegno e soprattutto divertirsi.