Atlantis Rising – Recensione – Ghenos Games

“Ma poi vi furono violenti terremoti e inondazioni… e in un giorno di sciagura e in una notte soltanto… l’isola di Atlantide scomparve nelle profondità marine” PLATONE

Oggi andiamo insieme a scoprire cosa bolle in pentola ad Atlantide grazie a questo gioco da tavolo della Elf Creek Games edito in Italia da Ghenos Games, un meraviglioso gioco cooperativo in cui ogni giocatore dovrà lavorare strettamente con gli altri per sopravvivere e vincere la partita.

Ognuno prenderà le parti di un Leader Atlantideo che grazie alla forza lavoratori dei propri seguaci cercherà di raccogliere le risorse necessarie, insieme all’energia mistica dell’isola, per utilizzare la famosa tecnologia di questo popolo, grazie a mitici artefatti e costruzioni misteriose.

Grazie all’utilizzo di svariate azioni i giocatori dovranno collaborare per costruire un portale cosmico (che ricorda proprio l’idea dello Stargate) ed evacuare la popolazione Atlantidea prima che l’isola venga distrutta ed affondi nelle profondità oceaniche.

Interessante l’idea di poter giocare sia nella modalità in solitario, con l’aiuto dell’ologramma e dell’automa, fino a 7 giocatori, settando inoltre il livello di difficoltà (5 livelli) in base all’esperienza di gioco.

Il tutto per una durata complessiva che va dai 60 ai 120 minuti con un’età consigliata di 10+

Tantissimi materiali di gran qualità e dalla grafica pazzesca rendono ATLANTIS RISING un titolo superbo.

Al suo interno troviamo una comodissima scatola sagomata (addirittura senza fustelle) che contiene i seguenti ingredienti:

  • 37 tessere plancia isola
  • 1 plancia portale cosmico
  • 20 tessere componente del portale cosmico ed 1 tessera del nucleo di potenza
  • 10 plance giocatori Consigliere (a doppia faccia con personaggio maschile femminile)
  • 1 tracciato Ira degli Dei
  • 6 barriere mistiche
  • 2 dadi
  • 1 indicatore primo giocatore
  • 67 carte sventura
  • 33 carte biblioteca
  • 24 energie mistiche
  • 12 cristallo, ferro meteorico e oro
  • 16 metallo Atlantium
  • Leader e seguaci di 7 colori diversi
  • 1 Automa
  • 1 Ologramma

Lo scopo del gioco come vi dicevo è quello di raccogliere le risorse per costruire i Componenti necessari del progetto per aprire il Portale Cosmico, prima che tutte le 37 tessere dell’isola vengano inondate.

Il gioco si articola in una serie di round composti da 4 fasi distinte:

  • Posizionare Atlantidei
  • Subire la sventura
  • Eseguire azioni
  • Resistere all’ira degli Dei

Per prima cosa verranno posizionati dalla riserva del nostro Consigliere tutti i seguaci, in qualsiasi ordine e di comune accordo con gli altri, su determinati punti dell’isola per acquisire vantaggi, azioni e risorse che vedremo se riuscire ad ottenere durante la terza fase, e si perché nel frattempo arrivano le sventure (carte che pescheremo in base al numero di giocatori) che possono cambiare l’esito del posizionamento con il rischio di far sprofondare parti dell’isola con i vostri seguaci, che torneranno cosi nella riserva senza riuscire a completare la propria missione.

Se sopravviviamo alle sventure a quel punto eseguiremo le nostre azioni, recuperando carte dalla biblioteca o nuovi seguaci, risorse (cristallo, ferro meteorico, oro), forgiare l’Atlantium, recuperare l’energia mistica dell’isola stessa o costruire i componenti necessari per attivare il portale, che in alcuni casi vi daranno nuovi bonus.

E poi sembra tutto fatto e tranquillo… invece manco per niente perché a questo punto arriva l’Ira degli Dei che vi farà sprofondare nell’oceano altre tessere di isola in base al valore attuale del contatore sulla tabella dell’Ira.

E poi si riparte con un nuovo turno e cosi via.

Una volta costruiti tutti i componenti, per attivare il portale sarà necessario dare energia al nucleo di potenza, cruciale per fuggire dall’isola.

Ogni giocatore a questo punto dovrà posizionare il proprio Leader nello stesso spazio di costruzione del nucleo e contribuire alla sua attivazione con almeno 1 risorsa o energia mistica.

Se un giocatore non è in grado di donare quanto richiesto il nucleo di potenza non può essere costruito.

La partita termina positivamente, con la vittoria dei giocatori, quando riuscite ad aprire il portale cosmico, portando in salvo la gente di Atlantide ma al contrario se tutte le tessere, inclusa quella centrale del potere mistico, vengono inondate prima di completare i 10 componenti, perdete immediatamente ed Atlantide entrerà nella leggenda!!!

Se vi piacciono i cooperativi ed amate questo genere di ambientazione Atlantis Rising è un titolo da non perdere, unico nel suo genere per eleganza, semplicità e qualità dei materiali.

Se siete attizzati dalla fiamma e volete tentare di salvare Atlantide, allora fate un salto dall’amico Stefano del Blasone Shop Giochi e Modellismo, potrete acquistare una copia del gioco con il 15% di sconto che metto a disposizione utilizzando questo codice: CHEFLUDICO15OFF

Grazie a tutti e buon divertimento

Angelo Lo Chef Ludico

Angelo Minestrini
Angelo Minestrini è noto come "Lo Chef Ludico" - Perugino d.o.c. classe '69, vive a Roma dove lavora come capo Gastronomo; Nerd senza ritegno, appassionato di videogiochi, musica anni '80 e retrowave, serie tv e cinema. Da tempi immemori coltiva una grande passione per i giochi da tavolo che ora condivide nel suo canale come Youtuber, Blogger e da qualche anno anche come Game Designer. "Il gioco ci mantiene giovani, sa regalare divertimento ed emozioni ed è come un buon piatto casereccio, se lo consumi con gli amici ha più gusto!!!"