Parnassus – L’uomo che voleva ingannare il diavolo – Recensione – Terry Gilliam

Parnassus Recensione

Recensione di Parnassus – L’uomo che voleva ingannare il diavolo di Terry Gilliam in 60 secondi! Film mistico pregno di simbolismo esoterico che vive grazie alla nostra immaginazione!

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Cine60 (@cine60_)

Attraverso lo specchio

Una banda di attori da strada girano per una Londra fredda e materialista portando avanti il loro spettacolo teatrale. Il Dottor Parnassus concede l’ingresso al mondo dell’immaginazione attraverso il suo specchio magico portando il visitatore di fronte ad una scelta spirituale: seguire il cammino di luce o abbandonarsi alla tentazione del diavolo. Quando quest’ultimo torna per riscuotere una scommessa con Parnassus, si da il via ad una gara a caccia di anime umane.

A discapito di una trama apparentemente molto cupa,  Parnassus – L’uomo che voleva ingannare il diavolo, risulta essere un film molto divertente e colorato. La scrittura lineare è in grado di celare al suo interno una vasta enciclopedia di riferimenti esoterici, religiosi, filosofici e letterari. Grande protagonista del lungometraggio è lo specchio del dottor Parnassus, il quale, una volta attraversato, ci porterà nel mondo onirico dello spirito e dell’immaginazione. Gli effetti visivi puntano ad un surrealismo quasi cartoon e l’ispirazione tratta da quadri surrealisti classici non sembra essere un segreto. Un viaggio tanto surreale da ricordare La Montagna Sacra di Alejandro Jodorowsky, in chiave più moderna e colorata di cui potete leggere la nostra recensione cliccando qui.

Regia e fotografia classiche per Terry Gilliam che utilizza, come al solito, lenti molto ampie e movimenti di camera atti a distorcere l’inquadratura. Una menzione d’onore va fatta alle scenografie (immaginarie e non) ed ai costumi. L’estetica del film richiama molto gli artisti bohemien in un contesto cittadino moderno.

Per ultimo il cast composto da nomi di spicco come Christopher Plummer (Parnassus), Tom Waits (Mr Nick alias Diavolo) e Heath Ledger, il quale non riuscì a completare le riprese del film morendo prematuramente. Nonostante il lutto, il protagonista viene sostituito da Johnny Deep, Jude Law e Colin Farrel grazie ad un escamotage narrativo di buona riuscita.

Su Prime Video!

Stefano Ciociola
Artista di Schrödinger. Fotografo e Videomaker freelance, ossia disoccupato perenne tra un progetto e l'altro. Tra cinema, videogiochi e cartoni animati, cerca la gnosi spirituale per poter sopportare chi segue il mainstream più del proprio cuore. Fincher, Lynch, Noè e Lanthimos i suoi punti di riferimento, che lo guidano in un turbinio di cinico romanticismo. In 60 secondi consiglia film, riuscendo a infilare qualche tecnicismo e qualche insulto. La sua filosofia si traduce in "Non sono misantropo, è che mi disegnano così."