Le straordinarie avventure del Barone Di Munchausen – Recensione – GdR

Le più folli, caotiche, pittoresche, pazze, geniali, divertenti, esagerate e Straordinarie Avventure del Barone Di Munchausen SONO TORNATE! Il capostipite di tutti i Giochi di Ruolo è disponibile in una sua terza edizione grazie a Studio Supernova.

Non chiamatelo solo gioco di ruolo.

Grazie a Studio Supernova in collaborazione con XV Games da questo mese possiamo avere finalmente l’onore e la gioia di mettere le mani su uno dei giochi di ruolo che ha fatto la storia e gettato le basi di questo movimento nel lontano 1999. Sto parlando di Le Straordinarie Avventure Del Barone Di Munchausen.
Non ci limiteremo a chiamare questa 3° Edizione, narrata e redatta da James Wallis, semplicemente “gioco di ruolo”, sarebbe davvero un abnorme affronto per il sottoscritto, per la persona che le porge codesta attenzione nonchè per tutta la compagnia qui presente Sir.

“Per tutti i Francesi incastrati dentro il canale della manica, ma come argomentate??” – disse il Barone.

Se lo conoscete di già, non vi starete facendo troppe domande.
Se non lo conoscete, invece, capirete tutto fra poco!! Fidatevi del Lord.

Il Barone in tutto il suo splendore

A che gioco stiamo giocando?

Difficile riassumere in un solo articolo le incommensurabili Avventure del Barone.
Ma se siete novizi sarà presto detto.
Le straordinarie avventure del Barone di Munchausen è un gioco di duelli d’arguzia, fantasia smisurata, immaginazione ambiziosa e sgambetti sottobanco ambientato nella Londra del 1700.
Nessun master, né narratore, né dadi.  Solo noi, una compagnia di nobili seduti al tavolo, con in una mano una bottiglia di vino e nell’altra una saccoccia con delle monete, che si incontrano in taverna per narrarsi storie vicendevolmente tanto assurde da sembrare leggende.

Una semplice chiacchierata fra ricchi nobili e Sir. facoltosi. Una sfida a chi saprà narrare vicende così strampalate e talmente folli da diventare irrealistiche. Tutto in stile Settecentesco ovviamente!!
Correggere un vanto troppo esagerato di un qualsivoglia giocatore nel mezzo del suo racconto sarà contemplato nel gioco.

Se rallenti la narrazione oppure incespichi desterai sospetti sulla credibilità della tua storia, quindi potresti essere interrotto da qualcun altro che ti porterebbe solo verso altre argomentazioni.
Per interrompere, bisogna PUNTARE!! Puntare una moneta sul banco ed asserire che parte della storia che state ascoltando sia una menzogna o controbattere in modo divertente destabilizzando il racconto del narratore.

Se il narratore non riesce a sua volta a far combaciare l’interruzione con la sua storia, allora il puntatore ha vinto la scommessa e prende il piatto sul banco. D’altro canto il narratore dovrà far in modo di spingere a far inserire interruzioni che sa di poter evadere, così da prendere la posta e pagare da bere a tutti.

Semplice no?

Un buon racconto non dovrebbe durare più di 5 minuti. Al suon di “URRA'” la compagnia proclamerà la fine del racconto ed il narratore esordirà ad alta voce ad esempio :

Questo è il mio racconto e chi osa dubitarne dovrà trangugiare un barile di whisky!!”

Alla fine, il narratore con la storia che risulta la più strampalata, divertente e straordinaria secondo votazione, sarà il nobile vincitore!! Ora gli toccherà far inumidire le gole degli avversari, pagandogli da bere per essere pronti per le prossime avventure.

“POFFARBACCO!! Codeste regole eguagliano quasi totalmente il mio manuale redatto per voi Sir.
Ma mi permetta un’osservazione – 
Disse il Barone – con quale compagnia allieteremo codesta serata?”

 

La compagnia

Le nostre storie non potranno esser tramandate a chiunque.
L’oste della locanda, ad esempio, non sarebbe degno di sedersi al tavolo con noi, perchè è quanto di più poco nobile in tutta la contea, secondo solo alla fanciulla qui presente che si occupa di riempirci i bicchieri.

“Per tutti i Francesi orbi, ci serve una compagnia adatta!!”

La compagnia giusta seduta al tavolo dovrà necessariamente formata da nobili dal sangue blu.
Occhio agli impostori dunque. Il Barone ha naso per i truffatori.
Per accedervi avrete bisogno semplicemente di una piuma, inchiostro ed una pergamena!!

Come dite ?? Vi è difficile procurarvene una?

Dunque… ammettendo che abbiate le facoltà per scrivere, oppure abbastanza monete nella saccoccia per pagare qualcun altro per farlo al posto vostro, potrete anche ovviare a questa sentita mancanza Sir.
Dite ad un vostro compagno di tavolo di scrivere su di un foglio il suo nome, preceduto da un appellativo come : “Barone”, “Conte”, “Duca”, “Arcivescovo” o qualsiasi altro onorifico appropriato.
Se appartenete al sesso opposto userete ad esempio : “Duchessa”, “Baronessa” o anche “Imperatrice” 
Insomma, libero sfogo alla fantasia per quanto riguarda la vostra identificazione.
Potrete essere chi voi vogliate!!
A Patto che il Barone vi accetti al Suo tavolo.

Immagino che con questo sia stato raccontato tutto sulle mie nobili gesta!!  – Ribattè il Barone
“C’è dell’altro? Non indugiate Messere”

Salutiamo il Barone

No mio caro Barone, credo sia tutto. O forse no!?
Che ne dite se lasciassimo che i nostri lettori scoprano tutto il resto del contenuto di questo manuale con le proprie mani? Manuale che darà loro spunto per diventare un narratore provetto, contenente molte delle Sue avventure Barone!!
Ma anche le varianti, i duelli e tante altre meccaniche che useranno per creare le loro esuberanti e fantasmagoriche avventure, che chissà se riusciranno a tenere testa alle Vostre, Barone!!

Che dire… “Le fantastiche Avventure del Barone di Munchausen” aspetta solo voi!!
Riuscirete a narrare la vostra miglior vicenda facendo divertire la compagnia oppure saranno troppo brilli per darvi ascolto?

Scopritelo voi stessi acquistandolo QUI <—

Barone io la saluto qui, grazie infinite della compagnia!!

“Messere, è per me stato un vero piacere somministrare anche solo un pò della mia infinita esperienza vissuta in mille peripezie ai Vostri lettori, omaggi e saluti!!”

Domenico D'Angiolillo
Cosplayer, Boardgamer, Collezionista seriale di figure e miniature... Ma ha anche dei difetti… Mimmo, nasce in una galassia lontana lont... ah no...!! Appassionato di fumetti, serie tv, ma soprattutto di giochi da tavolo, considera i suoi boardgames non solo semplici giochi ma viaggi, avventure. Viaggi che lo hanno portato a girare l’Europa a caccia dei migliori giochi da tavolo e giochi di ruolo sempre nuovi scovati alle fiere del fumetto che frequenta. Parte pensando che il bello di un viaggio o di una partita non è la destinazione o la vittoria, ma come ci si arriva.