FPS Boost di Xbox Series S/X richiede ad alcuni giochi di ridurre la risoluzione o disabilitare alcuni effetti

Il parco titoli compatibili con la nuova feauture di Xbox Series S/X: FPS Boost, inizierà a espandersi  nelle prossime settimane. Il capo della gestione del programma, Jason Ronald, ha spiegato come funziona il tutto.

In un’intervista con lo YouTuber Colt Eastwood, Jason Ronald ha parlato un po’ di come stanno provando ad aumentare il numero ti titoli disponibili per la loro nuova feauture chiamata FPS Boost.

Colt ha chiesto informazioni sui limiti del supporto e se sarà disponibile sui giochi Xbox One originali o se offrirà supporto anche per i giochi ottimizzati per Xbox One X. Questa domanda è emersa in merito a Watch Dogs 2, che gira a 900p su Xbox One, e quindi l’FPS Boost gli consente di mantenere questa risoluzione sulle console della serie Xbox ma di fatto il  frame rate viene raddoppiato.

Jason ha risposto che questo è qualcosa che devono esaminare titolo per titolo e ha suggerito che si tratta di un lavoro che coinvolge più fattori, ad esempio la risoluzione e gli effetti, per poter determinare se l’FPS Boost porterà a un miglioramento delle prestazioni o meno.

Queste le sue parole:

“Stiamo testando molti titoli. In alcuni casi, abbiamo effettivamente stabilito che se abbassiamo leggermente la risoluzione del sistema mentre il gioco è in esecuzione, possiamo raggiungere il raddoppio effettivo della frequenza fotogrammi. Quindi, questo è un ottimo esempio del motivo per cui abbiamo deciso che ciò fosse una possibile scelta  del giocatore, poichè alcuni giocatori sceglieranno di dare più importanza alla risoluzione che al frame rate e altri giocatori sceglieranno il frame rate sulla risoluzione. Quindi mettiamo il controllo nelle mani del giocatore “.

Jason afferma che in diversi casi, per alcuni titoli in cui credono di poter sfruttare a pieno questa possibilità, hanno deciso di disabilitare degli effetti come il filtro anisotropico per poter liberare risorse GPU e raggiungere l’obiettivo desiderato grazie a FPS Boost.

Afferma anche che alcuni giochi potrebbero già funzionare a 60 FPS sulla series X, ma vogliono anche supportare la series S, quindi cercheranno di portare questo potenziamento degli FPS su entrambe le console al fine di avvantaggiare entrambi i giocatori.

Alla fine, tutto dipende dal titolo che si va a giocare e stanno davvero esaminando ogni caso per determinare il miglior risultato possibile, il che non significa sempre necessariamente la migliore risoluzione o immagine.

Voi cosa sceglierete? Risoluzione o Fps?

Francesco Alberio
Milanese, nato nel’anno del primo Final Fantasy e di Metal Gear, non c’era da stupirsi che i videogiochi gli sarebbero entrati nel DNA a tal punto da aprire un canale YouTube ed una pagina Instagram dedicati alla sua passione. Innamorato degli U.S.A, del mondo nerd e delle colline di Toussaint al tramonto.