Pendragon Game Studio annuncia Operazione Vienna!

Pendragon Game Studio è lieta di annunciare l’edizione italiana di Operazione Vienna. Un gioco cooperativo per 1-5 giocatori che si inserisce all’interno del mondo creato dalla serie Detective.

Operazione Vienna è un prodotto standalone che si ispira alle meccaniche del noto Detective: Sulla Scena del Crimine. In questo gioco, ambientato nel 1977 durante la Guerra Fredda, vestirete i panni di agenti della CIA mandati in Europa a investigare sulla misteriosa morte di James Werner, un cittadino americano assassinato a Vienna.

La storia a tinte internazionali coinvolgerà diverse agenzie segrete, e i giocatori si troveranno a viaggiare per l’Europa visitando svariate destinazioni, portando a galla intriganti segreti.

Pur condividendo alcuni elementi con la nota serie Detective, Operazione Vienna è un gioco completamente nuovo, con all’interno nuove regole e nuove meccaniche in grado di esaltare il tema dello spionaggio. I giocatori dovranno gestire le proprie risorse (come informatori, tangenti e piccole informazioni nascoste), decodificare rapporti (inclusi messaggi segreti, codici e conversazioni intercettate) oltre a cercare di superare in astuzia le spie delle agenzie nemiche.

L’uscita del gioco è indicativamente prevista per il prossimo autunno, ma per restare sempre aggiornati sulle ultime novità riguardanti Operazione Vienna e tutte le altre novità di casa Pendragon, consultate il sito dell’editore e i suoi canali social:

Facebook: https://www.facebook.com/pendragongamestudio/Pendragon
Instagram: https://www.instagram.com/pendragongamestudio/
Twitter: https://twitter.com/gamependragon?lang=en

Valerio Vega
Valerio "Raziel" Vega: Napoletano a Roma, Tecnico Ortopedico di giorno, Retrogamer compulsivo di notte. Creatore del progetto Nerdream, amante del cinema, delle serieTV, dei fumetti e di tutto ciò che è fottutissimamente NERD, sogna una vecchiaia con una dentiera solida ed il pad di un NES tra le mani. Il suo motto è “Ama il prossimo tuo come hai amato il tuo Commodore64”