Bong Joon-ho sarà presidente di giuria a Venezia 78

BONG JOON-HO

Il regista Bong Joon-ho autore di Parasite, Snowpiercer, Memorie di un assassino, sarà presidente di giuria a Venezia 78. La 78 mostra del cinema di Venezia ha da poco ufficializzato l’annuncio.

Bong Joon-ho sarà presidente di giuria a Venezia 78 Cinema Cinema & TV News
BONG JOON-HO PRESIDENTE DI GIURIA A VENEZIA 78

La mostra è in programma dal primo all’11 settembre 2021. Vedrà assegnare il Leone d’Oro per il miglior film e gli altri premi ufficiali. La scelta di Bong Joon-ho è stata presa dal Cda della Biennale, che ha fatto propria la proposta del Direttore artistico del Settore cinema Alberto Barbera.

Bong Joon-ho ha debuttato come regista con la commedia nera BARKING DOGS NEVER BITE del 2000, ma ha raggiunto la fama internazionale con MEMORIE DI UN ASSASSINO 2003. Ultimamente lo ricordiamo per aver sbancato con Parasite la 92esima edizione degli Oscar.

Inseguito all’assegnazione dell’incarico ha dichiarato:

“La Mostra di Venezia porta con sé una lunga e ricca storia, e sono onorato di essere coinvolto nella sua meravigliosa tradizione cinematografica. Come presidente della Giuria e soprattutto come incorreggibile cinefilo, sono pronto ad ammirare e applaudire tutti i grandi film selezionati dal festival. Sono pieno di autentica gioia e di speranza”.

Premi assegnati

La Giuria internazionale di Venezia 78 sarà composta da 7 personalità del cinema e della cultura di diversi Paesi che avranno il compito di assegnare i seguenti premi ufficiali:

· Leone d’Oro per il miglior film
· Leone d’Argento – Gran Premio della Giuria
· Leone d’Argento – Premio per la migliore regia
· Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile
· Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile
· Premio per la migliore sceneggiatura
· Premio Speciale della Giuria
· Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore o attrice emergente

La premiazione avrà luogo nella serata conclusiva del 11 settembre 2021. Non ci resta che aspettare per goderci ancora una volta, una grande mostra del cinema di Venezia.

Marco Salati
Scrive come tesi di laurea “ Il cinema nella mente” perché per lui la relazione tra cinema e psicologia è tutto. Ama vivere nel sogno, o semplicemente far vivere i suoi di sogni, purché questi vengano vissuti in maniera personale. Non dimentica mai che “In ogni strada di questo paese c'è un nessuno che sogna di diventare qualcuno” e in quel viaggio cosi folle “ Perdersi è meraviglioso”.