“Pokémon è così facile che non diverte più”, la critica dello sviluppatore di Monster Sanctuary

Denis Sinner, creatore di Monster Sanctuary, è stato molto chiaro: il problema del franchise di Pokémon è che è diventato talmente semplice da non divertire più… e forse non ha tutti i torti.

L’intervista si è svolta ai microfoni di DualScreens, dove l’autore del progetto Monster Sanctuary, finanziato su Kickstarter e sviluppato in collaborazione con Team17, ha risposto ad una serie di domande ed espresso la sua opinione sul mondo Pokémon di GameFreak.

Secondo lo sviluppatore, Pokémon ha sacrificato strategia, sfida ed innovazione in virtù di una maggiore semplicità di fruizione, soprattutto per renderlo accessibile ad un pubblico di più piccoli.

Questo ha fatto sii che la sfida diventasse minima e che, appunto, “Pokémon diventasse così facile da non divertire più“.

Arriva quindi, probabilmente in risposta ad uno stile di gioco così semplicistico, Monster Sanctuary, un indie dalla natura strategica e chiaramente di stampo Metroidvania!

Potete ascoltare l’intervista completa a questo indirizzo.

Il gioco è attualmente disponibile su Steam, PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch.

Valentina Malara
Amante di videogiochi e libri fin dalla nascita, ha poi sviluppato una grande passione per tutto ciò che è nerd. Originaria della terra del bergamotto e del piccante, vanta radici nordiche niente male e ha una passione irrefrenabile per il mondo animale. Logorroica e amante delle discussioni costruttive, datele un argomento di conversazione a vostro rischio e pericolo!