Perchè sarebbe stato necessario un altro rinvio di Cyberpunk 2077

The Witcher 3 non era nemmeno arrivato su GOG quanto il treno pubblicitario di Cyberpunk 2077 lasciò la stazione.

Perchè sarebbe stato necessario un altro rinvio di Cyberpunk 2077 Giochi Speciali Videogames

Il terzo gioco di Geralt ancora non era uscito quando il primo trailer di Cyberpunk è stato pubblicato in quel fatidico giorno nel gennaio 2013 dopo il suo primo annuncio nel maggio 2012. Otto o più lunghi anni di clamore, trailer e ritardi, e l’attesissimo gioco di ruolo è qui . Eppure, nonostante un lungo ciclo di sviluppo, il gioco non è ancora pronto ed è sconcertante.
Puoi fare una “preview” solo una volta, e CD Projekt Red lo ha parzialmente riconosciuto inviando solo il codice del PC prima del lancio. Anche se c’erano ancora molti bug, è stato ritenuto per lo più gestibile da coloro che lo hanno giocato prima del suo rilascio. Tuttavia, le versioni non testate per PS4 e Xbox One sono ora disponibili e i giocatori non sono contenti.

I video sui social media che mostrano gli aspetti incompiuti del gioco si sono diffusi a macchia d’olio, mostrando le versioni per console in esecuzione a frame rate non ottimali e risoluzioni relativamente basse oltre alla miriade di bug e glitch. Sono tutti un disastro totale a occhio nudo e peggiorano ancora visti sul proprio schermo. È difficile immaginare che tutti i giocatori di console avrebbero acquistato il gioco se gli fosse stato mostrato il filmato di Digital Foundry prima del lancio del gioco.

Molte di queste disavventure sono rimaste nascoste fino al lancio perché tutte le revisioni pre-lancio riguardavano solo la versione PC. Quell’iterazione ha i suoi problemi al punto che sembra quasi che siano stati lanciati due giochi diversi. Con poche recensioni e pochi filmati disponibili delle versioni PS4 e Xbox One del gioco prima del lancio, CDPR ha tenuto nascoste le versioni peggiori del gioco portando a un inevitabile contraccolpo post-lancio.

Cyberpunk 2077 ha ricevuto patch post-lancio, sebbene ci siano ancora una serie di bug presenti nel gioco. Questi includono nemici in posa a T e persone in piedi l’uno sull’altro, a problemi più significativi come errori di scripting e crash anomali. Cyberpunk 2077 è decisamente incompiuto, e mentre molti giochi ora vengono rilasciati con problemi che verranno risolti in futuri aggiornamenti, i problemi affrontati dall’RPG in particolare sulle console last-gen sono imperdonabili. Molti giocatori su PS4 e Xbox One non vedevano l’ora di giocare a questo gioco, e ora sono quelli che dovranno sopportare questo gioco sotto il punto di vista peggiore.

Un hardware più potente non assolverebbe immediatamente il gioco dai suoi peccati tecnici, ma almeno lo renderebbe più bello e aiuterebbe a portare l’esperienza agli standard attuali. I porting PS5 e Xbox Series X stanno arrivando (come aggiornamento gratuito), ma il lancio senza di essi è sconcertante poiché molte persone si stanno abituando ai loro nuovi sistemi. Molti possessori di console probabilmente vogliono vedere Night City con ray tracing e tempi di caricamento incredibilmente rapidi poiché queste funzionalità stanno rapidamente diventando la norma. Tornare all’era della tecnologia per PS4 e Xbox One sembra antitetico a qualcosa di così ossessionato dal futurismo e dalla tecnologia. I giocatori senza PC dovranno accontentarsi di un’esperienza meno sofisticata, nonostante il passaggio alla nuova generazione.

Arrivare al traguardo ha avuto anche a un costo umano, poiché si dice che CD Projekt Red abbia subito il colpo per aver tirato prematuramente questo tacchino crudo fuori dal forno prima della cena delle vacanze. I rapporti di Kotaku e Bloomberg hanno fatto accuse sul lavoro 24 ore su 24 che gli sviluppatori dello studio polacco hanno svolto per portare questo gioco oltre il traguardo.

E dato il risultato incompleto, era davvero necessario? Certo, il crunch non è mai buono, ma perché macinare una squadra e comunque avere un prodotto non ottimale? Mentre le patch possono sicuramente aiutare un gioco dopo il lancio, una tale scadenza su PS4 e Xbox One ha lasciato un segno indelebile al suo rilascio.

Con una copertura così restrittiva, una serie di problemi tecnici, l’assenza di versioni per PS5 e Xbox Series X e pratiche di crunch ampiamente riportate, a Cyberpunk 2077 sarebbe servito un altro posticipo. L’attesa può sembrare difficile, specialmente con fan così rumorosi e tossici, ma anche il più al vetriolo degli spettatori probabilmente ammetterebbe che Cyberpunk 2077 non poteva essere presentato in questo stato. Sarebbe scoraggiante vedere qualsiasi gioco inciampare all’ultimo ostacolo, ma il discorso vale doppio per Cyberpunk 2077, poiché sottomettersi al capitalismo per fornire un prodotto incompiuto non è decisamente punk.

Andrea Panicali
Proveniente dalle onde marittime di Roma, o meglio Ostia, è un grande appassionato di videogiochi, serie tv, film e libri thriller. Cresciuto a suon di pizza, pasta e videogiochi, si è guadagnato il rispetto tra i più famelici mangiatori d'Italia.