Twitch – Nuova policy su incitamento all’odio e molestie

Oggi Twitch introduce una policy aggiornata in materia di incitamento all’odio e molestie. La nuova policy entrerà in vigore il 22 gennaio 2021. I contenuti creati a partire dal 22 gennaio saranno valutati secondo le nuove linee guida.

Twitch - Nuova policy su incitamento all'odio e molestie Comunicati Stampa Videogames

Ogni giorno, milioni di persone si riuniscono su Twitch per condividere la loro passione e le loro abilità, sostenere i loro streamer preferiti e connettersi con gli amici. Le community su Twitch sono molto diversificate e crescono rapidamente, al punto da rappresentare quasi tutti gli interessi, i background e le lingue di tutto il mondo. Man mano che Twitch si sviluppa, è necessario rivedere e aggiornare le policy volte a garantire che tutti gli streamer e tutte le community possano creare contenuti sulla piattaforma in tutta sicurezza.

Oggi Twitch introduce una policy aggiornata in materia di incitamento all’odio e molestie. Questa nuova policy entrerà in vigore il 22 gennaio 2021. I contenuti creati a partire dal 22 gennaio saranno valutati secondo le nuove linee guida.

Questi cambiamenti hanno lo scopo di proteggere meglio la community, non di essere punitivi. Ecco perché vengono condivisi prima che la policy aggiornata entri in vigore: per garantire che tutti abbiano il tempo sufficiente per capire cosa sta cambiando. Durante questo periodo di formazione, il team per la sicurezza continuerà a moderare i contenuti utilizzando le linee guida esistenti. Twitch è consapevole che qualsiasi cambiamento nella policy richiede un investimento di tempo da parte degli streamer per leggere questo nuovo testo e considerare l’impatto che potrebbe avere sul proprio comportamento, ed è per questo grato per il loro supporto mentre lavorano insieme alla piattaforma per renderla più sicura per tutti.

Perché adesso

Twitch è a conoscenza del fatto che molte persone sulla piattaforma, in particolare donne, membri della comunità LGBTQIA+, persone di colore e indigene, continuano purtroppo a subire una quantità sproporzionata di molestie e abusi online. Non solo questo è palesemente inaccettabile, ma mina anche la community che Twitch sta costruendo e minaccia, per chiunque lo desideri, la fattibilità a lungo termine dello streaming come carriera professionale.

Twitch è orgogliosa dei suoi creator, che si presentano ogni giorno per creare grandi contenuti e costruire spazi accoglienti per le loro community, e dover affrontare molestie basate sulla razza, il sesso o qualsiasi altra caratteristica è inaccettabile e non può trovare spazio sulla piattaforma.

La nuova policy è stata sviluppata per prendere una posizione più chiara e coerente contro l’odio e le molestie, e per fornire maggior chiarezza su ciò che è e non è accettabile su Twitch. I comportamenti volti all’odio e le molestie sono sempre stati proibiti, ma sono stati aggiunti ulteriori dettagli che spiegano gli atteggiamenti che rientrano in queste categorie. Abbiamo anche aggiunto esempi specifici per aiutare a capire come la policy viene applicata nella pratica.

Questa policy è il risultato di un processo durato mesi che include un’ampia ricerca all’interno della community e la consultazione di esperti del settore in svariati ambiti, oltre che del suo Safety Advisory Council. Twitch ha anche attinto in larga misura a una revisione dei casi passati per identificare i casi limite e le opportunità di chiarimento. Comprendere come sono state applicate queste policy nel passato ha aiutato ad affrontare i punti poco chiari e ad aumentare la coerenza nella loro applicazione.

Cosa c’è di nuovo nella policy

Per assicurarsi di fornire dettagli a sufficienza, la policy è stata suddivisa in tre sezioni: molestie, incitamento all’odio e molestie sessuali, e per ognuna di esse verranno di seguito esaminati i principali aspetti da tenere in considerazione.

Le parole e le azioni hanno un significato e un impatto, anche se il proprio intento non vuole essere offensivo o causare danni. E anche se il bersaglio del proprio comportamento o dei commenti non ne è infastidito, altre persone nella community potrebbero comunque risentirne. In base alla nuova policy, il team di sicurezza esaminerà il contenuto delle affermazioni o delle azioni per determinare se un comportamento è offensivo e vìola le linee guida, anziché basarsi esclusivamente sull’intento percepito.

Di conseguenza, la valutazione su alcune tematiche, tra cui alcune tipologiedi molestie, può basarsi su segnali che indicano che un comportamento è indesiderato, tra cui la sospensione o il ban da un canale e segnalazioni da parte dell’utente interessato o di un team di moderatori. Questo fornirà a Twitch il contesto necessario per assicurarsi che non stia punendo le persone per battute amichevoli o che sono accettate in alcune community. Detto questo, Twitch continuerà a ponderare sia il punto di vista di chi segnala che il contenuto in esame per prendere una decisione. L’aspettativa è che questi cambiamenti migliorino la coerenza complessiva dell’applicazione, poiché riducono la soggettività nel processo di revisione.

 Molestie

Le molestie riguardano attacchi mirati con comportamenti che cercano di attirare l’attenzione, volti a disturbare, danneggiare e/o deviare una community o una diretta. Le persone possono subire molestie in molti modi, tra cui attacchi personali, incoraggiamento dei danni fisici o molestie da parte di gruppi. Twitch non permette molestie sulla piattaforma e prenderà provvedimenti per rimuoverle dal suo servizio. Vuole consentire agli utenti di esprimersi in modo naturale con i loro amici e le community senza il timore che queste interazioni possano essere erroneamente identificate come molestie. Chiunque ritenga che un comportamento oltrepassi il limite dell’abuso, può utilizzare la funzione di segnalazione o intraprendere azioni a livello di canale per indicare che un comportamento è indesiderato, in modo da dare a Twitch il contesto necessario per intraprendere le azioni opportune. Twitch prende sul serio le segnalazioni, ogni segnalazione viene inviata a un membro del suo team di sicurezza per essere esaminata.

Oltre a questo, molti dei cambiamenti di questa policy aggiornata rendono più chiari ed espliciti alcuni aspetti della vecchia policy. Ad esempio, i seguenti comportamenti sono espressamente vietati:

 

  • Affermare che la vittima di una violenta tragedia documentata stia mentendo o che sia un crisis actor;
  • Incoraggiare altri a fare attacchi DDoS, doxxing, hacking, swatting nei confronti di un’altra persona;
  • Incentivare incursioni malevole nei profili social di un’altra persona fuori da Twitch.

 

Per ulteriori esempi è possibile consultare le linee guida della community e la sezione per saperne di più sulle molestie.

Condotta che incita all’odio

Le molestie diventano incitamento all’odio quando l’attacco si basa sulle caratteristiche identitarie. Sono considerati i seguenti attributi basati sull’identità quali caratteristiche protette: razza, etnia, colore della pelle, casta, origine nazionale, stato di immigrazione, religione, sesso, genere, identità di genere, orientamento sessuale, disabilità, gravi condizioni mediche status di veterano di guerra. A questo elenco sono state aggiunte casta, colore della pelle e stato di immigrazione per essere certi di evolvere con la community globale e fornire sufficiente protezione ai gruppi scarsamente rappresentati.

Sono stati inclusi maggiori dettagli in modo che sia più semplice capire quali comportamenti supererebbero il limite. Ad esempio, i discorsi e i simboli di incitamento allodio sono sempre stati proibiti, ed è stato aggiunto un divieto esplicito nei confronti dei gruppi di odio, dell’appartenenza a gruppi di odio e della condivisione della propaganda dei gruppi di odio. Sono anche stati proibiti in modo specifico i termini black/brown/yellow/redface, a meno che non vengano usati in un contesto esplicitamente formativo. Anche questo non è una novità, ma le nuove linee guida renderanno lo standard più chiaro per tutti. Per ulteriori esempi di comportamenti proibiti, basta andare qui.

Da notare anche i seguenti cambiamenti:

 

  • Gli emoticon sono una parte importante di come si comunica con gli altri su Twitch, ma possono essere usati in modo malizioso. Quindi le combinazioni di emoticon, anche senza testo aggiuntivo usato in chat, dovranno attenersi a questa policy;
  • Data la sua associazione storica e simbolica con la schiavitù e i gruppi di supremazia bianca negli Stati Uniti, l’esposizione della bandiera confederata è proibita.

 Molestie sessuali

Sebbene le molestie sessuali siano sempre state proibite sulla piattaforma, Twitch ha appreso dalla community che le sue linee guida non tengono sufficientemente conto dei comportamenti di molestia a sfondo sessuale. Con questo aggiornamento sono state inserite le molestie sessuali in una categoria a sé stante e adottato una tolleranza molto più bassa per i comportamenti di oggettivazione o di molestia.

Tra i cambiamenti più importanti:

 

  • Commentare ripetutamente l’attrazione che si prova per una persona, anche in quello che si ritiene essere un modo positivo o lusinghiero, è proibito in presenza di segnali che indicano che non è gradito (ad esempio, se viene chiesto di smettere o si è stati sospesi o bannati dal canale);
  • È vietato fare commenti lascivi o espliciti sulla sessualità o l’aspetto fisico di una persona. Si noti che non si fanno eccezioni per le personalità pubbliche;
  • L’invio di link indesiderati/non richiesti a immagini o video di nudo è proibito.

Questo è un altro passo verso il conseguimento dell’idea di sicurezza di Twitch, che è consapevole di avere ancora molto lavoro da fare e si impegna nell’investire il tempo e le risorse necessari per raggiungere questo obiettivo. Twitch vuole anche esprimere il suo apprezzamento verso la community, per essersi unita in questo impegno condiviso per rendere Twitch migliore e per aver fornito i suoi feedback lungo il percorso.

Come scoprire di più

Twitch vuole assicurarci che tutti abbiano le informazioni necessarie e l’opportunità di fare domande e ottenere chiarezza prima che queste nuove regole vengano applicate, il 22 gennaio. Per questo motivo, sono state organizzate tre sessioni live in cui verranno illustrati i cambiamenti e il loro significato e dove Twitch risponderà alle  domande. Chi non riuscirà a seguirle in diretta potrà consultare i VOD che verranno messi a disposizione.

11/12 Creator Camp: Deep Dive on the Policy

Ore 10 su /CreatorCamp

Anche se si chiama “Creator Camp”, l’intera community è invitata! Una discussione in diretta sui principali cambiamenti di policy. Twitch risponderà alle domande in chat.

 16/12 Town Hall: Overview of the Policy and Enforcement

10am on /twitch

Si discuterà della sicurezza su Twitch e degli obiettivi con questa nuova policy. Twitch risponderà alle domande in chat.

 6/1 Creator Camp: Reviewing FAQ since Launch

12pm on /CreatorCamp

Si tornerà nel contesto del Creator Camp per fare un riepilogo delle domande più frequenti da quando è stata annunciata la policy e verrà data l’opportunità di fare le ultime domande prima di iniziare ad applicarla.

Qui è possibile consultare il testo completo della policy.

 

Alessia Lara Padawan
Alessia Lara Padawan – Romana, youtuber, nerd fino al midollo, adora film, serieTV, cartoni animati ed è malata da anni di una grave forma di dipendenza dai videogames. Il suo motto è: “Se credi anche lontanamente che ne valga la pena… allora GIOCALO!”