Il creator di Celeste conferma: Madeline è transgender

Celeste è un gioco che ha stregato il pubblico fin dal suo lancio, nel 2018: il titolo, oltre alla componente puramente ludica, difficile e stratificata come poche, vanta una storia molto profonda e un personaggio capace di generare forte empatia. Oggi, con la conferma da parte dello stesso creator della produzione, possiamo aggiungere un ulteriore tassello alla lore del gioco: Madeline, la protagonista, è un personaggio transgender!

La scalata della ragazza dai capelli rossi ha rappresentato fin dall’inizio la metafora di una lotta contro la propria interiorità, un difficile percorso di accettazione, capace di toccare corde precise nel cuore della comunità transgender; moltissimi si sono rivisti in quella scalata, figurando il loro percorso di transizione nelle gesta della protagonista e ipotizzando addirittura che la storia di Madeline li riguardasse direttamente e che lei stessa fosse transgender.

Dopo 2 anni dal lancio è Maddy Thorson, creator del gioco, ad uscire allo scoperto e a confermare che Madeline appartiene alla comunità transgender, anche se non era stata concepita come tale fin dal principio:

“Durante lo sviluppo di Celeste, non avrei mai pensato di realizzare Madeline come un personaggio transgender, così come non pensavo di esserlo io. Cominciando a sviluppare il DLC Farewell, l’idea ha finalmente preso forma concreta e solo oggi, nel post-sviluppo, posso dire che Madeline è transgender… così come lo sono io.

Thorson ha quindi specificato che questo mancato chiarimento fin dal principio era dovuto alla sua stessa confusione, quella che la riguardava personalmente:

La community di Celeste ha voluto fin da subito un chiarimento sull’identità di Madeline e capisco anche perché abbia sentito questa necessità, ma vista la situazione abbastanza confusa sulla mia identità e sul mio coming out, avevo bisogno di tempo per poterne parlare apertamente”.

Celeste è stato quindi il modo, per Maddy Thorson, di riconoscere se stessa e di palesarsi attraverso un personaggio che, fin dal principio, le aveva svelato il segreto della sua stessa identità: Madeline era lo specchio della sua creatrice e l’ha aiutata ad accettarsi.

Le parole di Thorson sono molto intense e se masticate l’inglese vi consigliamo di leggerle per intero nel post da ella stessa creato.

Valentina Malara
Amante di videogiochi e libri fin dalla nascita, ha poi sviluppato una grande passione per tutto ciò che è nerd. Originaria della terra del bergamotto e del piccante, vanta radici nordiche niente male e ha una passione irrefrenabile per il mondo animale. Logorroica e amante delle discussioni costruttive, datele un argomento di conversazione a vostro rischio e pericolo!