Days Gone: prestazioni assurde su PS5

All’inizio di questa settimana Bend Studio ha annunciato che Days Gone avrà i 4K  e i 60 FPS su PS5 e dopo aver visionato il gameplay possiamo dire che è un’esperienza che vale la pena riprovare.

Una prima dimostrazione del tipo di risultati che ottiene Sony sulla retrocompatibilità con le versioni precedenti dei giochi Ps4 si può già vedere con Days Gone, la patch per PS5 di cui gode è senza mezzi termini rivoluzionaria. Con un aumento della risoluzione a 4K, l’avventura post-apocalittica ed open-world di Bend Studio non è mai stata così bella, con la sua rappresentazione da incubo dell’Oregon infestato da mostri mostra dettagli che lasciano a bocca aperta.

E poi c’è il framerate, raddoppiato da 30 a 60 fotogrammi al secondo… il risultato è immediatamente evidente e soddisfacente.

Days Gone non sembra solo più fluido ora, è anche molto più reattivo da giocare e, se preso in tandem con l’aumento della risoluzione, Days Gone può stare tranquillamente fianco a fianco con le altre esclusive Playstation senza sfigurare. Se i miglioramenti apportati a Days Gone dal suo aggiornamento per PS5 sono un indicatore di ciò che possiamo aspettarci dai miglioramenti grafici che subiranno alcuni titoli Ps4 è difficile non entusiasmarsi davvero.

Days Gone è sicuramente uno dei titoli più impressionanti mostrati nella retrocompatibilità di PS5 e non vediamo l ora di tornare nell’ Oregon con Deacon St. John.

Francesco Alberio
Milanese, nato nel’anno del primo Final Fantasy e di Metal Gear, non c’era da stupirsi che i videogiochi gli sarebbero entrati nel DNA a tal punto da aprire un canale YouTube ed una pagina Instagram dedicati alla sua passione. Innamorato degli U.S.A, del mondo nerd e delle colline di Toussaint al tramonto.