CD Projekt RED viene minacciata di morte per il ritardo di Cyberpunk 2077

La notizia dell’ennesimo ritardo di Cyberpunk 2077 ha generato un grande malcontento tra coloro che attendono il nuovo RPG cyberpunk dei creatori di The Witcher. Tuttavia, la reazione di alcuni individui è stata quantomeno esagerata e ha portato a delle minacce di morte nei confronti di CD Projekt RED.

Andrzej Zawadzki ha commentato l’accaduto con un post su Twitter:

“Vorrei aggiungere una cosa in merito al ritardo di Cyberpunk 2077. Capisco che siate arrabbiati, delusi e che vogliate esprimere la vostra opinione riguardo ai continui ritardi… tuttavia, inviare delle minacce di morte agli sviluppatori è totalmente inaccettabile e sbagliato. Siamo persone, esattamente come voi.”

Non è la prima volta che un atto così estremo viene mosso nei confronti di software house o singole figure del mondo videoludico: un esempio sono le recenti minacce verso Sucker Punch per aver cambiato il volto di Peter Parker nella versione per PlayStation 5 di Marvel’s Spider-Man.

La frustrazione per dover attendere ulteriormente un gioco tanto desiderato è comprensibile, ma arrivare a minacciare gli sviluppatori è qualcosa di completamente inaccettabile e fuori misura rispetto “all’offesa” che si ritiene di aver subito.

La nuova data di uscita di Cyberpunk 2077 è fissata al 10 Dicembre 2020.

Il gioco sarà reso disponibile per PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X/S, PC e Stadia.

Valentina Malara
Amante di videogiochi e libri fin dalla nascita, ha poi sviluppato una grande passione per tutto ciò che è nerd. Originaria della terra del bergamotto e del piccante, vanta radici nordiche niente male e ha una passione irrefrenabile per il mondo animale. Logorroica e amante delle discussioni costruttive, datele un argomento di conversazione a vostro rischio e pericolo!