Lucca ChaNGesOFF – Caccia alle Pietre del Drago Verde

Le Associazioni Ludiche studiano un’attività individuale e sicura, in ottemperanza all’ultimo DPCM, per regalare un momento di divertimento a tutta l’Italia. L’evento pilota è inserito nel programma OFF della manifestazione Lucca ChaNGes.

Giocare in modo semplice e divertirsi in totale sicurezza anche in un periodo così difficile è possibile: la risposta a questa sfida arriva da Federludo, la federazione italiana delle Associazioni Ludiche, realtà nazionale che riunisce enti del terzo settore di tutte le regioni Italiane, esperti e competenti nel promuovere il gioco cosiddetto intelligente nella nostra società, come strumento per il benessere e l’educazione dei cittadini.

L’iniziativa è stata perfezionata nelle scorse settimane nel gruppo di lavoro federativo dedicato alla progettazione eventi, nell’ottica, non più ipotetica, delle sempre maggiori limitazioni imposte dall’emergenza COVID-19, e con il fine di ricercare un giusto bilanciamento tra il diritto alla socialità e al gioco e la necessità di tutelare sopra ogni cosa la salute di tutti rispettando ogni norma anti-contagio.

Il progetto pilota del gioco viene lanciato in concomitanza con Lucca ChaNGes, il conosciutissimo festival della cultura pop più importante d’Italia, in edizione digitale per questo anno, in onda dal 29 al 1° Novembre. L’obiettivo dell’attività ludica proposta da Federludo, in vista della festa di Halloween che, proprio in quanto festa, non potrà esserci, è sociale: regalare momenti di svago e sorrisi a bambini e ragazzi e a tutti coloro che vorranno diventare “cacciatori di pietre”.

COME SI GIOCA

La “Caccia alle Pietre del Drago Verde” di Federludo è una caccia al tesoro individuale e gratuita, da svolgersi in modo diffuso senza necessità di contatto interpersonale, rispettando le misure di contenimento relative alla gestione dell’emergenza anti-Covid-19.

Si partecipa semplicemente passeggiando in un parco o andando a fare spesa, naturalmente con la propria mascherina indosso. Basterà guardarsi in giro e potrà capitare di imbattersi in una DragonStone, uno dei bellissimi sassi dipinti per l’occasione, con draghi e zucche di Halloween, ma anche con animaletti o fiori o piccoli mostri che fanno la linguaccia. Ritrovamenti, casuali o voluti, per donare un momento di allegria e gioia a chiunque avrà la fortuna di rinvenirli.

La “caccia alle pietre” è un’attività ludica già apprezzata e il suo successo è dovuto al fatto che chiunque può partecipare riscoprendo il gusto della semplicità, con tantissima soddisfazione di trovare un piccolo e solido tesoro da custodire. Lo scopo di questa attività è unicamente sociale, per promuovere un’atmosfera di svago positiva e inclusiva, rivolgendosi a bambini e ragazzi e alle loro famiglie.

L’attività si svolge principalmente all’aperto, in luoghi comuni e accessibili, ed è realizzata in modo individuale in modo da non creare mai assembramenti; inoltre le pietre vengono accuratamente sanificate prima di essere posizionate. L’attività non rappresenta inoltre uno stimolo a compiere movimenti non essenziali, in quanto le pietre rimangono in loco fino al loro ritrovamento casuale, e potranno semplicemente essere trovate durante gli spostamenti quotidiani per andare al lavoro o a fare la spesa, o mentre si fa attività motoria all’aperto.

VERI TESORI

Alla Caccia si abbina una fase preparatoria, creativa e stimolante per ogni età, un hobby già conosciuto, quello della pittura dei sassi (painting stones). Chiunque può colorare un sasso, divertirsi a nasconderlo e invitare altri a trovarlo! Una vera passione che, grazie all’uso dei social, può diventare virale; infatti, i fortunati che troveranno una Pietra del Drago Verde dovranno fare una foto e postarla su Facebook o Instagram, utilizzando gli hashtag riportati sul retro della pietra, per attivarne l’enorme potere portafortuna e dare atto del ritrovamento, facendo in modo che si possa così creare un ideale dipinto nazionale unico di tutti questi piccoli tesori e capolavori.

Queste pietre, ribattezzate DragonStone, sono sassi comuni e al contempo speciali, unici, dipinti a mano e firmati dai volontari della associazioni ludiche o artisti con il pallino del fantasy, che gratuitamente hanno realizzato queste piccole opere d’arte per regalarle a tutti i cittadini.

IL DRAGO VERDE

Federludo promuove questa originale iniziativa a livello nazionale, tra le associazioni e le realtà territoriali che si occupano di gioco e di far giocare. Il nome dato all’evento fa riferimento al logo della Federazione e il periodo scelto per questo primo test di dissemina va dal 29 ottobre al 1° novembre. Le Pietre del Drago Verde, ognuna diversa dall’altra, sono oltre duecento e si potranno cacciare a Lucca, Firenze, Trieste, Udine, Genova, Bari e Follonica, anche nei giorni seguenti, fintanto non saranno state ritrovate.

Federludo condividerà gratuitamente le linee guida della Caccia con chi vorrà replicare questa attività per portare nella propria città e realtà quotidiana questo modo semplice, creativo e sicuro per continuare a divertirsi anche nel periodo di emergenza sanitaria.

L’iniziativa è svolta in autonomia dalle singole associazioni e coordinata a livello nazionale in modo da essere parte del progamma di LuccaChaNGes Any-Off https://www.luccachanges.com/it/page/lucca-off.

Tutte le informazioni sull’iniziativa possono essere trovare sul sito di Federludo

Caccia alle Pietre del Drago Verde – Cerca, Trova, Custodisci una DragonStone firmata

e nell’evento Facebook dedicato https://www.facebook.com/events/394249095068789/

Valerio Vega
Valerio "Raziel" Vega: Napoletano a Roma, Tecnico Ortopedico di giorno, Retrogamer compulsivo di notte. Creatore del progetto Nerdream, amante del cinema, delle serieTV, dei fumetti e di tutto ciò che è fottutissimamente NERD, sogna una vecchiaia con una dentiera solida ed il pad di un NES tra le mani. Il suo motto è “Ama il prossimo tuo come hai amato il tuo commodore64”