2Kings e QuesTavern – Gioco da tavolo e Librogame in anteprima!

Un saluto a tutti voi, cari giocatori! Ecco un importante annuncio relativo a 2Kings e QuesTavern…

Oggi giovedì 15 ottobre alle ore 21, andrà in onda sul mio profilo Facebook (Alessandro “AleBoardGamer” Pugliese) una diretta dedicata ai giochi da tavolo ed ai librigame! L’ospite di questa mia nuova IntervInsta (chiamata così perchè solitamente va in onda sul mio profilo Instagram “AleBoardGamer”) sarà Roberto Bucciarelli, giovane autore di giochi da tavolo e librigame che ci presenterà in anteprima le sue due ultime opere.

Il primo titolo di cui parleremo sarà 2Kings, gioco da tavolo prodotto da Jocaranda Games (giovanissima casa editrice italiana con sede a Roma), che affronterà la sua campagna Kickstarter a partire da martedì 27 ottobre. Roberto ci parlerà delle origini del gioco, del suo sviluppo e lo intavolerà per mostrarci un tutorial completo. A seguire, invece, entrerà in gioco il librogame ideato proprio da Roberto, il cui titolo è QuesTavern. Anch’esso è in odore di pubblicazione, grazie al supporto editoriale di Infinity Mundi (altra casa editrice italianissima con sede sempre a Roma), specializzata proprio nell’ambito dei librigame. Anche in questo caso, Roberto ci spiegherà da dove nasce l’idea e ci offrirà qualche assaggio attraverso la lettura di alcuni spezzoni.

Quindi, se volete scoprire in anteprima questi due titoli tutti italiani, vi aspetto sul mio profilo Facebook Alessandro “AleBoardGamer” Pugliese: la diretta sarà aperta a tutti! Non dovete far altro che cliccare su QUESTO LINK e seguire la diretta all’interno delle mie Stories!

Alessandro Pugliese
Classe '83, fiero torinese ed assiduo instagramer con lo pseudonimo "aleboardgamer", si considera con orgoglio un nerd di prima classe. Amante dei giochi da tavolo sin dalla tenera età di sei anni quando gli vennero regalati titoli d'antologia come Brivido, Hero Quest e L'isola di Fuoco, la sua missione è quella di espandere il credo dei boardgames per distogliere l'attenzione dagli smartphones e convincere le persone a riunirsi attorno ad un tavolo per socializzare, sviluppare l'ingegno e soprattutto divertirsi.