I pannelli removibili di PS5 hanno appena aperto un mondo di possibilità

Con lo smontaggio della PS5, vediamo finalmente (e possiamo confermare) che avrà pannelli/gusci removibili. Al di fuori del pezzo centrale, Sony ha appena reso più facile ed economico per i fan cambiare l’aspetto della loro console.

Sony ha confermato qualcosa di cui si vociferava da tempo e cioè che entrambi i pannelli della PS5 sono completamente removibili senza strumenti necessari (a parte la rimozione del supporto). Per fare un confronto, la PS4 originale consentiva di rimuovere facilmente solo la parte sinistra del coperchio in modo che gli utenti potessero accedere all’HDD. Se volevano rimuovere il resto, avrebbero dovuto rimuovere alcune viti montate sul lato dell’HDD per rimuovere la piastra laterale destra. Alla fine questo è stato cambiato nei modelli slim e pro, con gli utenti che potevano semplicemente rimuovere il pannello.

Anche la PS3 originale aveva un pannello abbastanza facile da smontare, con una sola vite che lo teneva in posizione. Una volta rimossa, l’utente avrebbe potuto facilmente farlo scorrere via con uno sforzo minimo o nullo. Tuttavia, va notato che se si desidera rimuovere il resto dei pannelli in entrambi i sistemi, è necessario fare molto di più. Con la PS5, tuttavia, sembra che Sony stia adottando un approccio più intuitivo non solo consentendo una facile rimozione del pannello superiore/sinistro che ospita lo slot SSD NVMe, ma anche del pannello inferiore/destro della console.

Come puoi vedere sopra, l’unica cosa che teneva i pannelli in posizione era il supporto stesso e, naturalmente, le scanalature sul pannello. Inoltre, notando nel video, possiamo vedere che i pannelli non sono fatti di plastica dura poiché hanno una leggera piegabilità, che dovrebbe renderli più facili da staccare rispetto a una copertura rigida. E con entrambi i pannelli super facili da rimuovere, questo apre la possibilità di personalizzazione a tutti, più delle console precedenti.

Al di fuori delle dimensioni e del design, una delle più grandi reazioni contrastanti che abbiamo visto per PS5 è la colorazione che Sony ha deciso di adottare. Ad eccezione della PS1, tutte le console PS sono state lanciate con il nero come colore predefinito.

È comprensibile il motivo per cui una PS5 a tema nero sarebbe richiesta da così tanti poiché il colore è visto come la scelta tradizionale. Per fortuna, se non vuoi aspettare che Sony rilasci una PS5 tutta nera, cambiare i pannelli dovrebbe essere un gioco da ragazzi. Ciò include entrambi i lati e, come accennato prima, qualcosa che era piuttosto difficile con le console precedenti.

La colorazione ovviamente non si ferma al nero, poiché le possibilità per PS5 dai colori unici sono infinite, specialmente quando si tratta di mescolare e abbinare le coperture.

Il grande vantaggio di questi pannelli removibili è che i proprietari ora hanno accesso (supponendo la vendita autonoma) anche a progetti in edizione limitata prodotti da Sony e dai partner. Apre la possibilità di shell personalizzate. Vuoi quella console PS5 God of War in edizione limitata? Bene, ecco un pannello facile da sostituire.

Indipendentemente dal fatto che Sony rilasci ufficialmente le stesse coperture personalizzate, il mercato delle personalizzazioni per PS5 sarà sicuramente riempito da alcuni produttori di terze parti, come abbiamo visto in passato. Questa decisione di design presa da Sony è senza dubbio brillante, in quanto lascia spazio agli utenti di liberare un po’ della propria personalità sulla console.

Andrea Panicali
Proveniente dalle onde marittime di Roma, o meglio Ostia, è un grande appassionato di videogiochi, serie tv, film e libri thriller. Cresciuto a suon di pizza, pasta e videogiochi, si è guadagnato il rispetto tra i più famelici mangiatori d'Italia.