Libri di NERD… – Apotheosis L’ultimo Re di Atlantide – Massimo Civita

Con il nuovo template il sito si è arricchito di più sezioni, che cercheremo di arricchire con nuovi contenuti, affidando il tutto a nuovi redattori, per allargare la famiglia di Nerdream ed offrirvi un’ampia scelta di argomenti. Tra le varie cose vogliamo dare risalto all’universo del LIBRO…  questo perchè quasi tutto ciò di cui parliamo sul nostro portale può essere ricondotto alla comunicazione e quindi possiamo considerare il libro come il padre di tutte le altre macrocategorie del sito. Con “Libri di NERD…” vogliamo consigliarvi letture, darvi spunti di riflessione o perchè no, solo comunicare qualcosa, perchè la comunicazione è alla base di tutto.

Apotheosis L’ultimo Re di Atlantide – Piccolo focus su autore e tematiche…

Sul suo BLOG, Massimo Civita si definisce così: “Amante di Platone, Amiga User, modellatore 3D. Autore del romanzo Apotheosis – L’ultimo Re di Atlantide, e di Ermocrate, il dialogo perduto di Platone.“, parliamo dunque di un “Nerd” nel senso stretto del termine, perchè un uomo che nel 2020 ha la stoffa per definirsi un’Amiga User, il coraggio di ammettere il suo amore per Platone e l’attitudine per modellare in 3D potrebbe ricevere una laurea ad honorem in nerditudine a mani bassissime.

Conosciuto sul fantastico gruppo di Padre Kayn, Massimo è stato scelto per inaugurare questa rubrica con la sua opera.

Nata come una trilogia è poi stata trasformata in un unico libro, con un lavoro di taglia e cuci volto a rendere il tutto più fruibile e soprattutto fatto per dare una conclusione a quanto iniziato già da tempo. A tal proposito è utile uno sguardo alla prefazione dell’autore:

L’ultima volta che misi mano ad Apotheosis fu molti anni fa. Da allora sono cambiate molte cose, tra cui io. Ho fatto molti tagli, alcuni di ordine narrativo, alcuni di buon senso, ne risulta un testo più snello, più concentrato, più intenso. Ho unito i due libri (2007 – 2009) prima chiamati “La chiave dei desideri” e “Ascesa e caduta” dandogli finalmente un finale. Avrei voluto approfondire alcune sotto-trame, ma preferisco lasciare un testo compiuto anche se non esaustivo. Questo racconto è dedicato a Prometeo, a un uomo che vuole aiutare il mondo ma non sa o non si rende conto che il mondo non è come gli appare. Spero di poter suscitare in lui la curiosità ad approfondire, la stessa curiosità che hanno suscitato in me altri autori che hanno trattato lo stesso identico tema, Atlantide e la deificazione. Spero di essere all’altezza di questi autori e di aver restituito tutto quanto mi è stato dato in dono.

Insomma un testo variegato e dal significato intrinseco, per il quale procediamo a darvi un piccolo assaggio della trama:

Tre ragazzi entrano in possesso di un antico manufatto di Atlantide che si rivela essere un prodotto della tecnologia dell’antica civiltà. L’ultimo Re di Atlantide entra in contatto con loro e li conduce alla riscoperta della città perduta attraverso una delle sue colonie. Un racconto che si alterna tra drammi umani e ambizioni divine, l’epopea di un popolo distrutto dalla sete di potere e dalla corruzione dei singoli. Una storia d’amore platonico, un’avventura fatta di misteri, enigmi e umorismo.

Ci troveremo faccia a faccia con un testo che, nella prima parte, ci parlerà di questo ritrovamento e delle conseguenze di questo ritrovamento, ma nella seconda parte ritroveremo il racconto della Genesi, osservato però dal punto di vista di Lucifero.

La cosa non sarà esplicitata, ma si potrà “leggere tra le righe”, tramite avvenimenti e citazioni specifiche, alcune prese addirittura dal Vangelo apocrifo di Bartolomeo.

La scoperta dei tre ragazzi sarà pretesto per un approfondimento sulla natura umana, con la caratterizzazione dei tre protagonisti (avremo un misantropo ateo, un’artista omosessuale ed un immigrato dall’America) che ci evidenzierà la razionalità, l’emotività e l’azione (con il chiaro riferimento alla tripartizione dell’anima di Platone).

La seconda parte invece ci porterà indietro di diecimila anni con il dramma di un popolo, alla scoperta di Atlantide, puro pretesto per delle analisi profonde sull’ultimo Re.

Se vi abbiamo incuriosito potrete provare a cimentarvi nella lettura di questo libro acquistandolo su Amazon, a QUESTO LINK

Valerio Vega
Valerio "Raziel" Vega: Napoletano a Roma, Tecnico Ortopedico di giorno, Retrogamer compulsivo di notte. Creatore del progetto Nerdream, amante del cinema, delle serieTV, dei fumetti e di tutto ciò che è fottutissimamente NERD, sogna una vecchiaia con una dentiera solida ed il pad di un NES tra le mani. Il suo motto è “Ama il prossimo tuo come hai amato il tuo commodore64”