Le console di prossima generazione sono molto più che le poche esclusive

Perchè acquistare una console next gen – news di Andrea “Kobla” Panicali

Xbox Series X/S e PS5 non hanno bisogno di un gioco straordinario per fare in modo che valga la pena di acquistarle al momento del lancio. (Lo so sto andando contro un altro mio articolo, ma fatemi spiegare).

 

Sarei sicuramente molto entusiasta di mettere le mie mani eccessivamente igienizzate su Xbox Series X e PlayStation 5 questo novembre, nonostante la fissazione che non ci siano giochi, facendo così sembrare il mio un acquisto sciocco. Nel 2020, Xbox Series X/S e PS5 sono qualcosa da guardare al futuro; c’è qualcosa di positivo all’orizzonte e non posso essere più riconoscente del fatto che entrambe le aziende stiano progredendo notevolmente nonostante le ovvie sfide.

Questa settimana, Xbox, ha fatto emozionare molte persone. C’è un giorno nel 2020 a cui voglio sinceramente arrivare: l’uscita di XBOX Series S.

Xbox ha finalmente annunciato il suo segreto peggio custodito, l’entry level Xbox Series S, con un meme su Twitter.

I reparti di marketing di tutto il mondo, che non sono confinati in isolamento, hanno invaso i negozi di bottiglie di champagne a causa del leak di mesi di lavoro prima dell’annuncio ufficiale. Ma è così che vanno le cose nel 2020, e un senso di sollievo ha travolto i social media, che lo stallo in merito alla console era stato rotto, poiché Xbox si era pienamente impegnata e aveva annunciato un prezzo e una data. La cosa a nostro avviso ha funzionato bene per Microsoft, generando forse la miglior spinta di marketing degli ultimi anni…

Qulla stessa Microsoft che risultava assente non giustificata fino a poco tempo prima, con degli annunci dove vedevamo gameplay con poco gameplay o un Halo Infinite talmente “sporco” da essere poi realmente finito con l’essere rimandato già a priori.

SONY, nel frattempo, aveva tenuto le labbra sigillate fino a quando Xbox ha iniziato a vacillare. Ha colpito in un colpo solo con un’annuncio della console ed un vero gameplay PS5 che ha fatto salire alle stelle il suo fascino. I detrattori non hanno potuto fare altro che rispondere con messaggi confusi sul fatto che il suo grande titolo di lancio, Spider-Man Miles Morales, non fosse un sequel appropriato, findendo per essere uno spin-off piuttosto confusionario o forse in realtà quasi un DLC.

Apparentemente contenta di avere altri 100 milioni di acquirenti in borsa, Sony ha chiuso i battenti e da allora non abbiamo quasi sentito più un sussurro.

Le roadmap di lancio sono state chiaramente limitate per entrambe le piattaforme causa Covid19, ma non sono convinto appieno che si tratterà di un lancio poco brillante. Nel 2020 è esattamente ciò di cui tutti abbiamo bisogno per riprenderci un attimo, ma anche se il mondo non fosse imploso, questo sarebbe stato un lancio molto diverso per entrambe le piattaforme.

Le nuove console spesso vengono lanciate con una scarsa line-up di giochi che viene rapidamente dimenticata. Storicamente, eccezion fatta per Super Mario 64, non c’è mai stato un unico gioco straordinario che non potesse essere giocato altrove, che ha raccolto elogi e battuto record di vendite al lancio.

La PS5 non ha potuto presentare più di uno spin-off, chiaramente ridotto nella portata per rispettare la scadenza ravvicinata. Xbox non si è nemmeno preoccupata di farlo e non avrà una sola esclusiva generazionale per almeno un anno (probabilmente).

Xbox non si preoccupa di dove o cosa giochi, vuole solo che ti abboni a Game Pass. Ecco perché può offrire la console più potente e la console più economica e offre la possibilità di giocare su PC o di eseguire lo streaming su dispositivi mobili. La piattaforma non è più al centro dell’attenzione.

PlayStation vuole vincere la guerra tra console e per farlo ha bisogno che abbandoni il vecchio hardware. Questo è fatto con le esclusive ed è un modello collaudato che l’ha vista vincere definitivamente tre delle ultime quattro guerre generazionali.

Ma anche senza lo sviluppo pesantemente interrotto, quei giochi hanno richiesto tempo per concretizzarsi su PS3 e PS4. Non è mai stato un fattore importante al day one.

Non esiste un equivalente di Super Mario 64 su nessuna delle due piattaforme, ma un titolo di lancio di quel pedigree è raro e dimentichiamo sempre che c’era solo un altro gioco al lancio negli Stati Uniti. Se SM64 non fosse uscito, il Nintendo 64 sarebbe stato un disastro.

Invece, sia la PS5 che l’XBOX utilizzano il trucco del Game Boy e vengono lanciati con migliaia di giochi, migliaia di vecchi giochi. Ma a differenza del palmare vintage e persino di PS3, Xbox 360 e Wii, non è una caratteristica minore. PlayStation 5 e Xbox Series X/S forniranno un’esperienza notevolmente migliore per le centinaia di giochi che già possediamo.

Mentre Xbox supporta quattro generazioni di retrocompatibilità, quelle che contano sono quelle che ti sei perso negli ultimi due anni e quelle che continuano a funzionare regolarmente. Scommetto che ogni adulto che sta leggendo questo articolo sta pensando proprio a quel gioco lasciato indietro qualche anno fa

Non importa se posso giocare a questi giochi su Xbox One, PS4 o PC. Voglio il modo migliore per riprodurre questa enorme libreria di giochi sulla mia nuova TV 4K HDMI 2.1. C’è molto valore nell’ottenere una nuova console al lancio se hai acquistato un nuovo televisore o anche un nuovo monitor, con un bilanciamento a favore di Xbox, con la sua vasta libreria del Game Pass che ora include anche i giochi EA!

Ormai non ha quasi veramente più senso acquistare giochi veri e propri, ci sono i servizi di abbonamento. Ma di questo parleremo un’altra volta…

 

Fonte: stevivor

Andrea Panicali
Proveniente dalle onde marittime di Roma, o meglio Ostia, è un grande appassionato di videogiochi, serie tv, film e libri thriller. Cresciuto a suon di pizza, pasta e videogiochi, si è guadagnato il soprannome di Bistecca per un motivo, che non è di certo la sua snellezza. CANALE TWITCH