Speciale: 4 Giochi da Tavolo solitari per togliere lo smartphone ai bambini

Togliere lo smartphone ai bambini con 4 giochi da tavolo – Speciale di Alessandro Pugliese

Mai come oggi, tempi in cui gli smartphone sono diventati strumento di alienazione sociale e mentale, è fondamentale guidare i propri figli verso un percorso di apprendimento sano e corretto, attraverso attività che ne sviluppino l’ingegno, la logica e il ragionamento. Cercate di non abbandonarli davanti ad un telefono per potervi fare i fatti vostri, ma sacrificate il vostro tempo per stare con loro ed aiutarli a crescere. Ed è proprio a questo scopo che con questo speciale vi voglio consigliare 4 giochi da tavolo educativi da giocare in solitaria, un ottimo modo per lasciare i vostri bambini in “buone mani”. E poi, chi vi dice che non vi divertirete pure voi??

 

Quante volte andiamo a mangiare al ristorante e vediamo i bambini con lo schermo fisso su uno smartphone, mentre i genitori chiaccherano allegramente con gli amici? Quanti bambini non mangiano se non hanno il tablet davanti? Quanti ne vediamo abbandonati sui carrelli dei centri commerciali, mentre scorrono senza sosta il dito sullo schermo, completamente dimenticati da mamma e papà?

Queste terribili situazioni sono figlie del nostro tempo, dove la crescita dei propri figli viene affidata a YouTube, a TikTok, a Facebook, ad Instagram…

Internet ci ha consegnato le chiavi della conoscenza, con la Rete si può fare ed imparare tutto, per ogni domanda arriva sempre un risposta, ma ahimè, molti individui questa cosa proprio non l’hanno capita.

Da padre di due figli che ho la fortuna di riuscire a crescere a pane e giochi da tavolo, mi sento di affrontare questo enorme problema, cercando di dare il mio piccolo contributo attraverso questo speciale, in cui vi consiglierò quattro giochi da tavolo da svolgere in solitaria che potete portare sempre con voi (molte volte basterebbero anche solo un po’ di attenzione, un foglio e due matite colorate, sia ben chiaro).

Due di questi titoli sono prodotti dalla ThinkFun (LINK), mentre gli altri due dalla Smart Games (LINK): entrambe le case editrici sono leader in questa tipologia di giochi da tavolo, come potete vedere dai loro interessanti cataloghi.

Ma perchè vi consiglio questi quattro giochi? Perchè aiutano i bambini (a partire da circa 6/7 anni) a sviluppare in modo importante la logica ed il ragionamento: saranno chiamati in causa a risolvere tante diverse tipologie di rompicapo tra fortezze da difendere, sfide alla forza di gravità, macchine da costruire ed intricate situazioni del traffico da sbrogliare. Il modo più sano perchè portino il loro intelletto ad un livello sempre superiore, di modo che riescano a districarsi con più sicurezza e consapevolezza nei problemi della vita reale. E poi perchè necessitano di poco spazio e dulcis in fundo sono tutti molto divertenti!

RUSH HOUR: DELUXE EDITION

Rush Hour: Deluxe Edition è la versione di lusso del famoso gioco prodotto dalla ThinkFun, in cui dovrete escogitare il modo di far uscire la macchina rossa dal traffico. Dentro la scatola troverete ben 60 carte sfida (suddivise in cinque difficoltà crescenti), la macchina rossa, le quindici automobili che andranno ad intasare il traffico e la plancia su cui svolgere il gioco. Un grande plauso lo meritano sicuramente i materiali, in primis le splendide auto e l’organizer interno addirittura in velluto nero. 

La preparazione del gioco è molto semplice: si prendono la plancia, la carta sfida e le macchine richieste dalla carta stessa. Una volta piazzate le auto come descritto dallo schema, bisognerà spostare tutte le automobili con l’obiettivo di far uscire la macchina rossa dalla scappatoia che vedete sulla destra della plancia. Il gioco è consigliato dagli 8 anni in su, ma posso dirvi che si possono tranquillamente anticipare un po’ i tempi, perlomeno per quanto riguarda gli schemi meno complicati.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

GRAVITY MAZE

Gravity Maze è il secondo titolo della ThinkFun presente in questo speciale. In questo gioco, dovremo costruire dei percorsi tridimensionali sfruttando la forza di gravità. Anche qui sono presenti 60 carte sfida, la plancia di gioco, 3 piccole biglie di metallo, la torre rossa di arrivo e 9 torri colorate utilizzate per costruire il percorso.

La preparazione è praticamente la medesima di Rush Hour: prendiamo la plancia, una biglia, la carta sfida e le torri indicate dallo schema. La torre rossa rappresenta sempre la zona di arrivo della biglia, mentre la partenza della biglia dovrà avvenire sempre dalla torre più alta. Costruito il percorso, non resterà altro che mettere la biglia e vedere se i pezzi sono stati posizionati nel modo corretto! Gravity Maze è anch’esso consigliato dagli 8 anni in su e devo dire che qui il dato è assolutamente conforme alla difficoltà proposta.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

WALLS & WARRIORS

Prodotto dalla Smart Games, Walls & Warriors propone dei rompicapo molto divertenti ed originali. Infatti, il nostro compito sarà quello di tenere fuori dalle mura della fortezza i pericolosi cavalieri nemici (rossi), mantenendo al sicuro al suo interno in cavalieri blu, ovvero i buoni. Ma come? Posizionando le mura del castello nel modo corretto, dopo aver preparato la plancia come da schema iniziale. Le sfide proposte sono addirittura 80, in difficoltà crescente.

Il colpo d’occhio che regala Walls & Warriors è sopra la media, considerando la tipologia di gioco che rappresenta. Ma bisogna sottolineare come questo trend di ottimi materiali sia una costante per i prodotti della Smart Games, abituata a non lesinare sforzi da questo punto di vista. Anche questo titolo è consigliato dagli 8 anni in su, ma secondo il mio punto di vista potete osare già con qualche mese in meno.

Nella galleria di immagini appena qui sotto, avrete un esempio su come risolvere gli schemi proposti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

SMARTCAR mini

Ultimo gioco della speciale (ma non per importanza), è la volta di SmartCar Mini, la versione ridotta di SmartCar 5×5. Questo titolo, studiato per un’età minima di 6 anni, propone delle sfide tridimensionali particolarmente interessanti, in quanto porta il bambino a dover ragionare sulla costruzione dell’automobile a 360 gradi.

Come potete vedere, la scatola minuscola nasconde all’interno la macchina blu, 4 polimini 3D (i polimini sono i classici pezzi alla Tetris, per intenderci) ed il libretto con le 24 sfide proposte. Molto semplicemente, dovrete ricostruire la macchina esattamente come viene rappresentata nell’immagine, con i colori al posto giusto, e tenendo ben presente che la forma finale dell’automobile deve essere sempre la stessa. Sembra facile, ma vi assicuro che con l’aumentare della difficoltà la sfida risulterà molto impegnativa!

Anche in questo caso, avete un esempio di come risolvere una sfida nella galleria di immagini sottostante.

 

Alessandro Pugliese
Classe '83, fiero torinese ed assiduo instagramer con lo pseudonimo "aleboardgamer", si considera con orgoglio un nerd di prima classe. Amante dei giochi da tavolo sin dalla tenera età di sei anni quando gli vennero regalati titoli d'antologia come Brivido, Hero Quest e L'isola di Fuoco, la sua missione è quella di espandere il credo dei boardgames per distogliere l'attenzione dagli smartphones e convincere le persone a riunirsi attorno ad un tavolo per socializzare, sviluppare l'ingegno e soprattutto divertirsi.