Naughty Dog: era falsa la notizia della cacciata di Amy Henning voluta da Druckmann e Straley

0

Cacciata Amy Henning – news di Valentina “AkemiMas” Malara

Naughty Dog è sempre stata sulla bocca di tutti grazie a prodotti di grande successo e a notizie controverse riguardanti quanto avviene fra le mura degli studi del team americano; sembra però che Neil Druckmann possa prendere una boccata d’aria almeno per quanto riguarda la controversia relativa al caso di Amy Henning.

Nel lontano 2014, IGN USA aveva infatti riportato l’allontanamento della creatrice di Uncharted dal team per volere di Druckmann e Straley, creatori di The Last of Us.
La notizia era stata confermata da Mitch Dyer che si è tuttavia sfogato nelle ultime ore tramite Twitter affermando che, all’epoca, furono i suoi caporedattori Butss e Blevins a costringerlo a scrivere l’articolo pur senza avere prove certe:

“Quando Sony, giustificatamente, condannò il nostro report, Steve e Tal rimasero in silenzio. […] A Neil Druckmann e Bruce Straley, che sono rimasti intrappolati nel fuoco incrociato di una leadership tossica e ostile avuta da IGN: mi dispiace tanto”.

La firma dell’autore serviva a tutelare IGN da eventuali rimostranze da parte di Sony e Naughty Dog che, effettivamente, ci furono. Dyer ha inoltre dimostrato vicinanza agli altri colleghi, vittime degli ex-caporedattori.

La notizia è poi arrivata fino a Neil Druckmann, che sul suo profilo ha così commentato:

Beh, amico, non mentirò: sono stato arrabbiato a lungo per questa cosa. Apprezzo che tu abbia reso nota la verità. Sappi che non porto rancore e che ti auguro il meglio. Mi dispiace per quello che hai dovuto passare.

Anche l’altro accusato, ora ex Naughty Dog, Bruce Straley, ha risposto a Dyer:

Grazie Mitch. Apprezzo che tu lo dica, sembra che fossi in una situazione difficile, mi dispiace. A essere sincero, ho imparato anche da questo. Ho imparato che molte ‘news’ sulle politiche interne di una compagnia sono vere nel 20% dei casi e più sfumate di quanto i fan o il popolo di Twitter possano gestire nel 1000% dei casi. Siamo cresciuti tutti. Stai bene.

Fonte: twitter.com

 

About author

Valentina Malara

Amante di videogiochi e libri fin dalla nascita, ha poi sviluppato una grande passione per tutto ciò che è nerd. Originaria della terra del bergamotto e del piccante, vanta radici nordiche niente male e ha una passione irrefrenabile per il mondo animale. Logorroica e amante delle discussioni costruttive, datele un argomento di conversazione a vostro rischio e pericolo!