The Last of Us Parte II non sarà reso disponibile in Medio Oriente

The Last of Us Parte II Medio Oriente – news di Valentina “AkemiMas” Malara

The Last of Us Parte II potrebbe non uscire in Medio Oriente per la non conformità dei propri contenuti con la content policy del paese.

 

Nudità e contenuti LGBT sono infatti severamente vietati in Medio Oriente e per permettere l’uscita di un qualsiasi videogioco in quelle zone, devono essere censurati; Ubisoft, ad esempio, ha censurato le nudità in Assassin’s Creed Origins e Odyssey, oltre a garantire la lingua araba tra le localizzazioni, così come ha fatto CD Projekt RED con The Witcher 3 Wild Hunt.

Non furono mosse rimostranze per via delle possibilità di intrattenere relazioni omosessuali in Odyssey, essendo totalmente opzionali, ma in The Last of Us Parte II il personaggio principale, Ellie, avrà una compagna e questo non è tollerabile né censurabile.

La conferma della non uscita arriverebbe dall’assenza di materiale promozionale sull’account di PlayStation Middle East.

Il gioco non è, al tempo stesso, pre-ordinabile in nessuna regione del Medio Oriente dove vi sia un PlayStation Store ufficiale.

The Last of Us Parte II uscirà il 19 Giugno 2020 su PlayStation 4.

Fonte: twistedvoxel.com

 

Valentina Malara
Amante di videogiochi e libri fin dalla nascita, ha poi sviluppato una grande passione per tutto ciò che è nerd. Originaria della terra del bergamotto e del piccante, vanta radici nordiche niente male e ha una passione irrefrenabile per il mondo animale. Logorroica e amante delle discussioni costruttive, datele un argomento di conversazione a vostro rischio e pericolo!