Noctiluca – Recensione – Asmodee

Recensioni Giochi da Tavolo – Noctiluca – recensione di Alessandra Canini

Pinne, muta ed occhiali… pronti per il mare? Neanche per sogno! Oggi andremo a catturare negli “Stagni Cerulei” i Noctiluca, quelle splendide scintille lucenti dalle proprietà rigeneranti.

 

Ebbene si, parliamo di meduse! Io ne sono completamente affascinata e terrorizzata! I miei figli lo sanno bene, ogni volta che entrano in acqua faccio stile Braveheart marino “de’ noantri” per proteggerli da qualsiasi avvistamento sospetto. Quando invece andiamo a visitare i bio-parchi starei le ore a guardarle fluttuare nel vuoto (provando anche una strana sensazione di invidia).

Ma con questo gioco lasciamoci trasportare di notte nel cuore della giungla e facciamoci illuminare le cornee da questi stupendi 104 dadi che prendono egregiamente il posto dei noctiluca.

Saremo degli abili tuffatori alla loro ricerca, li metteremo nei vasi meticolosamente preparati che aiuteranno a curare numerose malattie.

Cominciamo ad intavolare il nostro stagno/tabellone e immergiamoci i noctiluca/dadi casualmente, 4 nelle caselle interne e 5 in quelle esterne.

Prendiamo le pedine (12 in totale) in quantità uguali per ogni tuffatore/giocatore, queste saranno tutte le nostre mosse a disposizione durante un round (2 round totali).

Dividiamo i segnalini punti per colore in ordine numerico (più alto in fondo).

Casualmente prendiamo una carta colore che rimarrà segreta agli avversari, avremo più punti se cattureremo noctiluca di quel colore.

Mescoliamo le carte vaso e prendiamone 3 ciascuno, ne scegliamo 2 e le altre le rimescoliamo nel mazzo suddividendolo in 3 mazzetti a faccia in su.

A questo punto siamo già pronti a giocare, dopo aver letto in 3 minuti il regolamento e dopo il setup di 2 (tra l’altro molto divertente). Gli dò già dieci punti in più per questo!!!

Ad ogni turno posizioniamo un segnalino nella riva libera e scegliamo uno dei due percorsi dritti adiacenti a quella riva, poi dichiariamo un numero da uno a sei.

Prendiamo tutti i dadi che mostrano quel numero a prescindere dal colore, li metteremo nei vasi associandone invece in questo caso al colore. Quelli che avanzeranno li passeremo al giocatore successivo. Gli eventuali dadi che nessuno può collocare si rimetteranno nella scatola. 

Quando un vaso sarà pieno, prenderemo il segnalino punti del colore corrispondente e potremo scegliere  una nuova carta vaso.

Finito il secondo round la partita termina e conteremo i punti per determinare il vincitore tramite segnalini, bonus vaso, colore, rimanenze.

Grande, grandissima sorpresa per Noctiluca. E’ un gioco intrigante, strategico, piacevolissimo alla vista e la maggior parte delle volte abbiamo anche superato la mezz’ora di gioco a partita per quanto ci siamo messi a  studiare ogni combinazione possibile, senza avere tempi morti. Si può anche giocare in modo più leggero senza essere troppo meticolosi.

Poi vogliamo parlare dei dadi?! Poco più piccoli della media e assolutamente meravigliosi. Tutti materiali ottimi! 

C’è anche un’ardua modalità in solitario molto piacevole e competitiva.

Arrivati fin qui… auguro buona pesca a tutti!

Alessandra Canini
Alessandra1982giochidatavolo - E' una “desperate mom housewife”; avida consumatrice di Giochi da Tavolo, librigame, LEGO, Serie TV e Blockbuster. Vive nella campagna romana da dove riesce a vedere la Contea. Rossa per scelta… tutta colpa de La Sirenetta! Assidua frequentatrice della cittadina di Arkham nel Massachusetts.