La stagione 2 di Picard è stata spostata a causa del COVID-19

Picard Stagione 2 – news di Andrea “Kobla” Panicali

Il co-creatore di Picard, Akiva Goldsman, ha offerto un aggiornamento su ciò che la pandemia di coronavirus ha significato per la seconda stagione dello spettacolo.

La stagione 2 di Picard è stata spostata a causa del COVID-19 News SerieTV

 

Parlando con Collider, Goldsman afferma che la seconda stagione avrebbe dovuto iniziare le riprese a giugno.

Quei piani sono cambiati. “Non stavamo girando”, dice. “Avremmo iniziato a girare a giugno, il che ti garantisco che non sarà fatto, a meno che il mondo non si apra domani. Avevamo interrotto la stagione, eravamo quasi a metà della sua stesura. Sai, inizieremo appena possibile una volta che il mondo si aprirà. La normalità dovrà riprendere e poi inizieremo. Sappiamo di cosa si tratta ed è bello e ne siamo entusiasti e mi sembra di aver imparato molto dalla prima stagione.”

Goldsman sta anche cercando il risvolto della medaglia nella situazione.

Quando si tratta degli scrittori, che possono continuare a lavorare da casa, dice che il ritardo “è fondamentalmente un dono per poter fare tutti gli episodi possibili e immaginabili.” lasciando intendere che non tutti i mali vengono per nuocere.

La star Patrick Stewart ha anche affermato che i lavori continuano sulla serie nonostante la pandemia di coronavirus. “Sì, a causa del momento attuale, non c’è spazio che per gli scrittori, ovviamente. Tutti però ci scriviamo e ci teniamo in contatto anche con quello che sta succedendo. Abbiamo videoconferenze. Francamente, forse la cosa che mi manca di più in questo momento, oltre ad andare a cena fuori, è che non sto lavorando con questo gruppo di persone che ammiro e che ho amato e rispettato così tanto. Non vedo l’ora di tornare sul set con queste persone ed esplorare ciò che faremo con la seconda stagione “.

Fonte: comicbook

 

Andrea Panicali
Proveniente dalle onde marittime di Roma, o meglio Ostia, è un grande appassionato di videogiochi, serie tv, film e libri thriller. Cresciuto a suon di pizza, pasta e videogiochi, si è guadagnato il rispetto tra i più famelici mangiatori d'Italia.