Michael – Il ritorno in versione aggiornata – Mancalamaro – Tutorial

Michael Mancalamaro – Tutorial di Alessandra GdT

Il 29 aprile la Darkalamaro (ovvero Mancalamaro in versione dark) annuncia il ritorno di Michael che, dopo un lungo sold out della prima edizione, torna con una versione aggiornata del regolamento.

Da quando su Instagram postai una foto del gioco acquistato in anteprima a Lucca Comics & Games nel 2019, ebbi tante richieste di aiuto sulla decifrazione del regolamento.

Ben felice di essere consultata in merito, ho cercato di fare del mio meglio nel rispondere a tutti, non con facilità visto le lacune dello stesso.

Poi il 29 aprile 2020 la Darkalamaro, con grande piacere, ha usato una mia foto del gioco per fare l’annuncio ufficiale del ritorno di Michael che conterrà il regolamento in versione aggiornata e ampliata. 

Niente paura per chi, come me, ha la vecchia versione. Andiamo a vedere come si gioca e le differenze tra i regolamenti senza alcuno spoiler.

Chi è Michael?

Il gioco è ispirato ad un uomo realmente esistito. Nello specifico parliamo della storia di Billy Milligan, un criminale statunitense che fu affetto da un disturbo dissociativo dell’identità (ricordiamo anche la stupenda trilogia cinematografica del regista M. Night Shyamalan a cui si è ispirato per il secondo e terzo capitolo).

Quindi Michael è un uomo con personalità multiple, ben 24, che lo guideranno nelle sue scelte prendendo il sopravvento su di lui, alternandosi tra loro, controllandogli mente e corpo.

Noi saremo degli Specialisti (la prima novità del regolamento, nella prima edizione eravamo chiamati Psichiatri), collaboreremo tra noi per raggiungere lo stesso obiettivo, cioè portare alla luce il vero Michael e liberarlo dalle personalità che lo controllano. Come faremo? Scaveremo per l’ultima volta nel suo passato e cercheremo di regalargli finalmente un po’ di pace.

Contenuto

  • Carte Personalità Nota (a colori).
  • Carte Personalità Esclusa (bianco e nero).
  • Carte Dichiarazione che divideremo in quattro mazzi in base al numero della sessione.
  • Carte Oggetto (piccole).
  • Carte Oggetto Speciale (grandi, non si potranno scambiare tra Specialisti).
  • Carta Personaggio Esterno.
  • Carta Michael in cui inizialmente posizioneremo il segnalino viola “stress” sullo 0 e il segnalino bianco “pillola” sulla sessione 1.
  • Carta Personalità Nota Edward (il guardiano di tutte le personalità) partirà con il segnalino di “stress” viola sullo 0.
  • Carte Specialisti (noi), sarà necessario utilizzarli sempre tutti e 4, quindi per una partita a due giocatori si utilizzeranno due specialisti ciascuno.

Le personalità verranno da 4 periodi differenti della vita di Michael in cui si legano dei ricordi specifici dell’epoca, ovvero Infanzia, Quotidianità, Prigione, Manicomio.

Azioni

Il gioco si divide in 4 sessioni, iniziamo consultando la carta Personaggio Esterno 01.
Gli Specialisti ad ogni sessione possono fare alcune o tutte delle seguenti azioni (senza ripetere la stessa due volte nel proprio turno), vediamole nel dettaglio: 

Parlare con una Personalità: posizioniamo il segnalino nero sullo Specialista Attivo e il segnalino rosso sulla Personalità a faccia in su o meno con cui esso intende interagire, eccetto le Personalità bloccate (a partita già avviata non potremo parlare neanche con l’ultima Personalità già attivata dallo specialista precedente).
Ora aumenteremo subito lo stress a Michael di 1 se la Personalità scelta sarà Nota, se invece la Personalità scelta sarà Esclusa aumenteremo lo stress di 1 sia a Michael che ad Edward. Quando quest’ultimo raggiungerà il livello X bisognerà subito parlare con una Personalità Esclusa aumentando lo stress di Michael di 1 e facendo tornare quello di Edward a 0, se non ci sono più Personalità Escluse non succederà nulla, semplicemente faremo tornare Edward a 0.
Ecco un’altra novità tra la prima edizione e questa… sono stati aggiunti dei simboli sulle carte per facilitare l’individuazione dello stress da infliggere, e l’aggiunta di FAQ che spiega finalmente come applicare l’effetto di Edward quando è al massimo dello stress.
Dopodiché leggeremo la carta Dichiarazione relativa al personaggio scelto e al numero della sessione in corso.

Risolvere una Personalità: gli Specialisti hanno il compito di soddisfare le richieste delle Personalità con cui parlano, facendogli avere degli oggetti (scritti in rosso sulle carte Dichiarazione) che essi vorrebbero. E’ necessario dare questi oggetti durante la sessione in corso. Se dovessimo farcela diminuiremo lo stress di Michael di 1 e avremo così risolto la Personalità eliminandola dal gioco. 

Dare o ricevere un oggetto (eccetto oggetti speciali): lo Specialista Attivo può scambiare con un altro Specialista uno o più oggetti, questo però farà aumentare lo stress di Michael di 1.

Chiudere la Sessione in qualsiasi momento: per farlo, elimineremo dal gioco tutte le carte Dichiarazione della Sessione appena conclusa (mazzo, scarti, carte posizionate sulle Personalità eccetto quella di Dennis se ancora presente).
Le Personalità/oggetti bloccati rimarranno tali, gli oggetti sulle carte che non sono state risolte riandranno distribuiti a piacere tra gli Specialisti. I livelli di stress di Michael ed Edward rimarranno invariati.
Spostiamo il segnalino Personalità Attiva (rosso) su Edward.
Ora potremo scambiarci gli oggetti senza aggiungere stress a Michael.
Sposteremo poi il segnalino Pillola sulla sessione che segue (tutto ciò è come nel vecchio regolamento ma spiegato più nel dettaglio).

Azione Speciale: se si decide di non effettuare nessuna azione si potrà passare il turno allo Specialista successivo al costo di 1 stress a Michael e spostando il segnalino rosso, Personalità Attiva, su Edward dando così al giocatore appena entrato in azione la possibilità di scegliere qualsiasi Personalità voglia interpellare.

Fine turno

A questo punto il Segnalino Specialista Attivo (nero) viene passato allo Specialista successivo in senso orario e il segnalino Personalità Attiva (rosso) su Edward.

Vittoria

Tutte le 24 Personalità vengono risolte dai 4 Specialisti entro le 4 sessioni senza aver superato il massimo livello di stress di Michael.

Sconfitta

Lo stress di Michael supera il 9.

Sono arrivata alla fine, scoraggiati? Ma no! Potrebbe sembrare un gioco da tavolo complicato, in realtà la meccanica è molto intuitiva. Una volta intavolato sarà più semplice seguire i passaggi.

Dicono sia rigiocabile, a mio avviso lo vedo più come un Legacy.

Gioco mnemonico in cui serviranno varie partite per liberare tutte le personalità, ma una volta fatto sapremo anticipare già tutte le mosse e risulterebbe poco stimolante giocarci ancora.

Dunque le regole sono rimaste invariate, il regolamento nuovo è leggermente ampliato nelle spiegazioni e FAQ.

Pronti allora per fare spazio a questo gioco nella vostra collezione?

Edito da Mancalamaro
Gioco di 4Brains4Games
Giocatori da 1 a 4
Età 14+
Minuti di gioco 60 – 75

 

Alessandra Canini
Alessandra1982giochidatavolo - E' una “desperate mom housewife”; avida consumatrice di Giochi da Tavolo, librigame, LEGO, Serie TV e Blockbuster. Vive nella campagna romana da dove riesce a vedere la Contea. Rossa per scelta… tutta colpa de La Sirenetta! Assidua frequentatrice della cittadina di Arkham nel Massachusetts.