Saints Row IV Re-Elected – Recensione – Nintendo Switch

0

Saints Row IV Re-Elected – recensione di Valentina “AkemiMas” Malara

Saints Row IV Re-Elected, dopo essere approdato su tutte le altre piattaforme, raggiunge anche Nintendo Switch in data 27 marzo 2020, completo di tutti i DLC rilasciati; il progetto di Volition, pubblicato da Deep Silver, è identico a quanto visto altrove e ricalca perfettamente le caratteristiche della serie, proponendosi però al pubblico di Switch: sarà riuscita la piccolina di casa Nintendo a proporre un porting dignitoso? Scopriamolo!

 

Saints Row IV Re-Elected – Recensione – Una presidenza atipica!

Torniamo quindi a Steelport, cittadina metropolitana un tempo capeggiata dalla banda dei Saints.

Il gruppo ha fatto carriera a tal punto da arrivare direttamente alla Presidenza degli Stati Uniti d’America, dove saremo proprio noi a vestire i panni del presidente; è comunque pur sempre un incarico “sui generis”, caratterizzato da quell’ironia che la serie ci ha insegnato ad amare.

Ritroveremo quindi una comicità estremizzata, arricchita da citazioni alla cultura pop e videoludica e alla stessa saga di Volition.

Il ruolo di presidente non sarà una passeggiata di salute e dovremo far fronte a niente poco di meno che, un’invasione aliena da parte del malvagio Zinyak, imperatore del popolo Zin. Veniamo così catapultati in una Steelport virtuale, in cui dobbiamo recuperare e salvare gli altri membri del governo.

A caratterizzare questa nuova versione sarà la possibilità di battersi contro mostruosi nemici alieni ma soprattutto il poter usufruire di potentissimi superpoteri, assurdi quanto basta e con una sceneggiatura generale caratterizzata dalla sua tipica stravaganza, volgarità e provocazione.

Se vi piace questo tipo di narrativa, siete in una botte di ferro!

Saints Row IV Re-Elected – Superpoteri cosmici in un grande spazio vitale!

Il gameplay rimane fedele all’opera originale, mescolando elementi open-world e caratteri tipici dei third-person shooter ed offrendoci di fatto una serie di attività e occupazioni davvero varie, nonché le sparatorie urbane, i furti d’auto e le fughe dalla polizia… a tempo!

Ovviamente non mancheranno le battaglie tra gang e le armi aliene, non temete.

Completando le sfide acquisiremo denaro e punti abilità da spendere nella personalizzazione del personaggio, nonché incrementare i superpoteri: quest’ultimi varieranno dalla super velocità al potenziamento di fuoco, fino a poter correre verticalmente lungo i grattacieli.

L’unico problema sarà l’eccessiva facilità che deriverà dalla presenza di quest’ultimi, che ci permetteranno di bypassare persino operazioni classiche come il furto d’auto.

Ogni alleato reclutato potrà essere personalizzato come il protagonista. Ovviamente potremo interagire con i diversi negozi d’abbigliamento, i centri di chirurgia estetica e le armerie, ognuno correlato a possibilità diverse che potrete facilmente intuire: cambiare outfit, modificare il proprio look e acquistare nuovi armamenti.

Non dimentichiamoci poi che questa nuova versione per Nintendo Switch presenta tutti e 25 i DLC usciti nel corso del tempo sulle altre piattaforme, arricchendo ampiamente le nostre possibilità e il nostro inventario: chi non vorrebbe la Pistola Dubstep, che permette di far ballare i bersagli colpiti?

Saints Row IV Re-Elected – Antichità e problemi di “peso”.

Lo stile visivo è volutamente esagerato ed estremizzato, facente utilizzo di una palette sgargiante e di elementi tipici di una produzione che non vuole prendersi sul serio.

Ovviamente, non è tutto oro quel che luccica: il porting realizzato per Switch non risulta essere pienamente soddisfacente, mostrando le limitazioni di una console che non sa reggere quanto lo schermo vuole mostrare e provocando bug e input lag frequenti. Inoltre, il frame rate risulta particolarmente fragile e vi è un evidente problema di aliasing.

Infine, sebbene venga adattato in una versione moderna, il gioco soffre molto la vecchiaia, con modelli poligonali antiquati che stonano con uno stile di gioco che cerca in tutti i modi di rinnovarsi.

 

Saints Row IV Re-Elected – Recensione – Nintendo Switch

Saints Row IV Re-Elected – Recensione – Nintendo Switch
6

Editor Rating

 

Saints Row IV Re-Elected

IN SINTESI

Saints Row IV Re-Elected soddisfa sicuramente gli amanti del brand con una serie di contenuti in pieno stile Saints, ma non riesce ad elevarsi oltre una piena sufficienza. L'avventura è irriverente come suo solito, ma non riesce a convincere pienamente a causa di una resa poco stabile su Nintendo Switch; se siete amanti della serie, la versione Nintendo potrebbe non essere ciò che fa per voi.

PRO

  • Divertente e sconsiderato!
  • Formula di gioco varia e che cerca di rinnovarsi sempre
  • Poteri che innovano, anche se ...

CONTRO

  • ...facilitano eccessivamente l'esperienza
  • Evidenti problemi tecnici
  • Graficamente antiquato

 

Articolo a cura di Nerdream.it
- Data
- Titolo
Saints Row IV Re-Elected
- Giudizio
31star1star1stargraygray
-
Saints Row Re-Elected
-
Nintendo Switch
Software Category
Video Game
About author

Valentina Malara

Amante di videogiochi e libri fin dalla nascita, ha poi sviluppato una grande passione per tutto ciò che è nerd. Originaria della terra del bergamotto e del piccante, vanta radici nordiche niente male e ha una passione irrefrenabile per il mondo animale. Logorroica e amante delle discussioni costruttive, datele un argomento di conversazione a vostro rischio e pericolo!