Quasi nessuno ha interpretato il cattivo in Mass Effect

0

Cattivo Mass Effect – news di Pietro “OnlyApples” La Selva

Uno dei maggiori punti di forza del giocare Mass Effect all’epoca della sua uscita era il modo in cui, esattamente come nei vecchi giochi Bioware, le tue decisioni in-game ed azioni influenzavano lo svolgimento narrativo con un semplice ma ben realizzato sistema binario buono/cattivo. Peccato sia uscito fuori che Bioware avrebbe anche potuto evitarsi la fatica, visto che quasi nessuno ha scelto il lato oscuro.

 

Rispondendo ad un ottimo tweet dell’utente Mewd462, l’ex regista dei filmati di Bioware John Ebenger ha rivelato:

“Già. Una cosa come il 92% dei giocatori di Mass Effect erano Paragon. E dire che abbiamo messo un sacco di impegno nei contenuti della storyline del Renegade :(“

E’ un po’ un peccato… soprattutto in termini del lavoro degli sviluppatori poco visto e riconosciuto… ma in un certo senso, forse no? Solo perché Bioware ha dato la possibilità di scelta non significa che entrambi meritino allo stesso modo.

Il problema del sistema morale binario in più o meno tutti i giochi, da KOTOR a Fable a Red Dead Redemption, è che il lato oscuro non va solo spesso contro lo spirito ed il game design del gioco, ma anche contro la trama stessa.

Potete essere cattivi quanto volete in Mass Effect, ma che senso ha se il tuo obiettivo finale è quello di salvare il mondo ed i membri della tua squadra. E anche se comportarti un po’ da stronzo può sbloccare alcuni dialoghi divertenti e ben scritti, ti costeranno relazioni e materiale umano, che sono al centro del successo della serie.

Fonte: Kotaku

 

About author

Pietro La Selva

Il suo vero nome è Pietro, è del '94 ed è appassionato di videogiochi e di altre forme di intrattenimento, come film e libri, soprattutto a tema fantascientifico. Insomma, il classico nerd ma senza il QI sopra la media. Si nutre di mele pixellose quasi ogni giorno, che di certo non gli levano il medico di torno.