Death Stranding ha ricevuto 14 perfect score da parte della critica

0

Death Stranding Perfect Score – news di Pietro “OnlyApples” La Selva

Si tratta del gioco con più perfect score dell’anno! Un record che basterà a consacrarlo nell’olimpo dei giochi di tutti i tempi?

 

Death Stranding, ormai si sa, è un titolo che toccherà le corde di molti in modo profondo ed intimo, ma è anche un titolo potentemente divisivo sin dalla sua prima presentazione. La musica non è cambiata una volta che il gioco è arrivato nelle mani delle maggiori riviste di critica videoludica internazionale.

Infatti, a parte pochissime insufficienze gravi qua e là che capitano ad ogni titolo, i voti che vanno per la maggiore sembrano essere quelli che si aggirano intorno al 7 ed al 9, per una leggera preponderanza verso quest’ultimo, raggiungendo una media su Metacritic, al momento, di 85.

Non sono mancati all’appello anche i 10, anzi. La nuova IP targata Hideo Kojima ne ha collezionati ben 14, che è anche la maggiore quantità di perfect score racimolati da un titolo nel corso di quest’anno.

Tale numero di massimi voti non trapela dal metascore del gioco che in proporzione è abbastanza bassino, a confermare ancora una volta la potente autorialità ed il modo soggettivo in cui ognuno sembra sperimentare la nuova opera del papà di Metal Gear Solid.

Ecco a voi la lista di tutti i 10 ricevuti da Death Stranding:

Numeri e statistiche a parte, non ci rimane che soffrire per altri due giorni, aspettando trepidanti che il corriere ci consegni il simulatore di corrieri con più perfect score della storia e con una trama particolarmente impegnata. Per essere un gioco di corrieri, dico.

Rimanete sulle nostre pagine che prima o poi lo recensiamo eh.

Fonte: Reddit.com

 

About author

Pietro La Selva

Il suo vero nome è Pietro, è del '94 ed è appassionato di videogiochi e di altre forme di intrattenimento, come film e libri, soprattutto a tema fantascientifico. Insomma, il classico nerd ma senza il QI sopra la media. Si nutre di mele pixellose quasi ogni giorno, che di certo non gli levano il medico di torno.