RAN: Lost Islands – La beta ci racconta il nuovo battle royale a tema storico

0

RAN: Lost Islands – news di Valentina “AkemiMas” Malara

Riuscire ad entrare nel mondo delle battle royale è un compito complesso, ma è esattamente ciò che sta tentando di fare RAN: Lost Islands, usando come arma il suo contesto storico molto particolare!

 

Annunciato come parte del China Hero Project, RAN è stato confermato in uscita sia su PlayStation 4 che su PC, tramite Steam; lo scetticismo intorno al gioco era palpabile, soprattutto considerato il genere di appartenenza e la saturazione del settore in questo campo.

Quello che però distingue il progetto in questione è il setting storico che vedrà contrapporsi gli Shogun giapponesi alla dinastia Ming e all’Impero Europeo: un mix vincente, almeno nella speranza degli sviluppatori, che si farà scudo di un comparto di armi davvero particolari, tra moschetti, pistole e tante armi bianche caratteristiche.

Per il resto, vedremo un battle royale classico a tutti gli effetti, con risorse da reperire sul territorio, mappa in restringimento e 100 giocatori pronti a uccidersi in qualsiasi momento e in qualsiasi modo.

La componente di armi melee permetterà ai giocatori di interagire con un sistema di combattimento basato sulla schivata, l’attacco veloce e le capriole, in una danza costante che darà alla produzione quel qualcosa in più che, diciamocelo, manca ai battle royale più rodati.

Quello che si è potuto provare di RAN convince, diverte e fa ben sperare nel futuro dell’opera: incrociamo le dita!

Fonte: thesixthaxis.com

 

About author

Valentina Malara

Amante di videogiochi e libri fin dalla nascita, ha poi sviluppato una grande passione per tutto ciò che è nerd. Originaria della terra del bergamotto e del piccante, vanta radici nordiche niente male e ha una passione irrefrenabile per il mondo animale. Logorroica e amante delle discussioni costruttive, datele un argomento di conversazione a vostro rischio e pericolo!