Fallout 1st – Gli aderenti al servizio vengono bullizzati

0

Fallout 1st – news di Valentina “AkemiMas” Malara

Bethesda ha annunciato da qualche giorno che Fallout 76 ha ora il suo servizio in abbonamento ufficiale, chiamato Fallout 1st: il costo è di 15 euro al mese o, per chi scegliesse la soluzione annuale, 120 euro per 12 mesi.

 

Fallout 1st include delle features che dovevano essere già presenti dal lancio del gioco, come mondi privati, supporto alle mods di questi ultimi, un box con spazio infinito per ogni tipo di oggetto, un tenda che farà da punto per i viaggi rapidi, 1650 atomi da usare mensilmente negli shop e l’armature Ranger, associate ad esclusive icone ed emoji.

Piccola precisazione: se i mondi privati vi lasceranno invitare fino a 7 amici nel gioco, vi permetteranno anche di giocare in solitaria… Ma pagando un piccolo extra.

Dalla formula free-to-play pre-annunciata a questa nuova sottoscrizione, Bethesda sembra abbastanza confusa sul suo prodotto… Possiamo parlare di fallimento alla luce della cancellazione dell’espansione prevista per il 2020?

Voi che ne pensate di Fallout 1st? Di base c’è da dire che i primi giorni del servizio sono stati un vero inferno per due motivi… Bug e bullismo!

In primis un bug di natura tecnica che ha fatto sparire (si pensa temporaneamente) degli oggetti ai giocatori paganti, ma dulcis in fundo la cosa più scabrosa… Si apprende da utenti Reddit di una vera e propria caccia alle streghe contro “i paganti”.

Chiunque ammetta di essere un iscritto a Fallout 1st viene preso di mira dai giocatori non paganti.

Sia verbalmente che in game… Al peggio non c’è mai fine, ma con questi nuovi episodi siamo oltre il fondo del barile non trovate?

Fonte: eurogamer.com

 

About author

Valentina Malara

Amante di videogiochi e libri fin dalla nascita, ha poi sviluppato una grande passione per tutto ciò che è nerd. Originaria della terra del bergamotto e del piccante, vanta radici nordiche niente male e ha una passione irrefrenabile per il mondo animale. Logorroica e amante delle discussioni costruttive, datele un argomento di conversazione a vostro rischio e pericolo!