“Ecco cosa vorrei da Uncharted 5”, Bruce Straley si racconta

Uncharted 5 – news di Andrea “Kobla” Panicali

Nonostante la storia di Uncharted sia “teoricamente” finita con il quarto capitolo, Bruce Straley, l’ex direttore di Naughty Dog a capo del progetto di Uncharted, ritiene che Nathan Drake abbia ancora qualcosa da raccontare.

“Mi piacerebbe giocare a un altro gioco con Nathan Drake, o anche a un altro gioco in quel mondo con altri personaggi”, dice Straley. “Penso che abbia ancora un sacco di potenziale. Ma voglio vederlo fatto in un modo che sia consapevole dei concetti originali che abbiamo spinto in Uncharted 2.”

“Bisogna riuscire a far sentire il giocatore come se fosse lui quello che sta scoprendo le cose nell’avventura con Nathan Drake, e non come la storia lo costringesse a giocare in un certo modo. Penso che l’opportunità di espandersi su quei meccanismi e interpretare davvero un’avventura mi sembra incredibile. Giocare un’avventura con quei personaggi e avere una vera libertà, e non sto nemmeno parlando di open world, di per sé. Penso che il Madagascar di Uncharted 4 sia un buon punto di partenza. L’industria ha ancora bisogno di personaggi ben disegnati e belle storie che non si prendono sul serio, come molti giochi tendono ora nello spazio della tripla A.”

Straley parla solo come ex sviluppatore di Naughty Dog e fan della serie Uncharted, ma la sua prospettiva potrebbe aprire nuovi interessanti scenari.

Fonte: gamesradar

 

Andrea Panicali
Proveniente dalle onde marittime di Roma, o meglio Ostia, è un grande appassionato di videogiochi, serie tv, film e libri thriller. Cresciuto a suon di pizza, pasta e videogiochi, si è guadagnato il rispetto tra i più famelici mangiatori d'Italia.