Troy Baker vuole “dimenticare” The Last of Us Parte II

0

Troy Baker The Last of Us II – news di Valentina “AkemiMas” Malara

The Last of Us Parte II è uno dei titoli più attesi per l’anno prossimo e, dopo la presentazione della data, ovvero il 21 Febbraio 2019, è schizzato in testa ai titoli più pre-ordinati! In attesa del suo rilascio, Troy Baker si è concesso in esclusiva ai microfoni di GameByte e quest’oggi vi riportiamo l’intervista fatta all’iconica voce dietro il personaggio di Joel.

 

La prima domanda riguarda la longevità del gioco che, a detta di Naughty Dog, sarà molto più grande del precedente capitolo… Ma quanto più grande?

“Non so di preciso quanto fosse grande lo script del primo gioco” dice Baker, “ma parlando in ambito generale, TLOU Parte II è parecchio più grande… E questa portata non riguarda solo il mondo di gioco e le sue vicende, ma anche la quantità di nemici che incontrerete!”

“Abbiamo raccontato una storia molto semplice nel primo capitolo, la storia di due sopravvissuti, entrambi messi a dura prova da numerosi problemi, che tentano di arrivare da un punto A ad un punto B. Portala dalle Luci, questo è quello che devi fare… E questo è quello che ha raccontato la storia! The Last of Us Parte II è molto più… Dettagliato! Succede molto di più. Mi spaventa dirvi di più, non tanto per spoiler o perché mi causerebbe problemi, quanto per rispettarvi come giocatori, per rispettare me come giocatore.”

“Sto cercando di dimenticare il gioco per avere un’esperienza il più nuova e fresca possibile!”

Baker prosegue raccontando di quanto Naughty Dog si stia impegnando in ogni aspetto del gioco, andando oltre ciò che vogliono i fan:

“Ancora, devo fare un passo indietro e dar merito a Neil (Druckmann) perché le carte che ha scoperto sono davvero molto selettive e specifiche. Questo non perché siano spaventati dall’idea dello spoiler, ma semplicemente perché è il modo in cui vogliono farvi godere il gioco e non vogliono che qualcuno di noi possa rovinare l’esperienza degli utenti.”

Le parole di Troy Baker fanno presumere che da parte di Naughty Dog ci sia attenzione, amore e dedizione verso il loro nuovo prodotto e che questo silenzio mediatico sia la diretta conseguenza del rispetto per la nostra futura esperienza in-game. Che ne pensate?

Fonte: gamebyte.com

 

About author

Valentina Malara

Amante di videogiochi e libri fin dalla nascita, ha poi sviluppato una grande passione per tutto ciò che è nerd. Originaria della terra del bergamotto e del piccante, vanta radici nordiche niente male e ha una passione irrefrenabile per il mondo animale. Logorroica e amante delle discussioni costruttive, datele un argomento di conversazione a vostro rischio e pericolo!