Final Fantasy VII Remake – Approfondimento sulla demo della PAX West

0

Final Fantasy VII Remake demo – speciale di Valentina “AkemiMas” Malara

Final Fantasy VII Remake è senza ombra di dubbio uno dei titoli più attesi del 2020 e dopo aver preso visione di qualche trailer con spezzoni di gameplay negli ultimi eventi di settore, alla PAX West è stato possibile per alcuni giornalisti mettere la mani su una demo del gioco! Scopriamo insieme cosa ne è venuto fuori!

 

Sotto al punto di vista del gameplay si nota subito la bontà costruttiva e la solidità dell’opera: Final Fantasy VII Remake è uno dei giochi con meccaniche action più belli mai visti, almeno da ciò che si evince dalla demo, e le combo sono realizzate in modo da richiamare alla mente la qualità già vista in titoli come Dragon’s Dogma e Kingdom Hearts II. Un solo pulsante è incaricato dell’esecuzione di queste mosse combinate, tuttavia la sua pressione singola, multipla o trattenuta può dar vita ad una serie di attacchi diversi ed è quindi molto importante fare attenzione all’utilizzo del dito su di esso.

Le mosse speciali richiedono invece l’uso dell’ATB e dei punti accumulati grazie ad esso, il che le rende più difficili da sbloccare ma anche molto più potenti e belle da vedere: nota a margine, una bassa capacità dell’ATB potrebbe influire negativamente sul ritmo di gioco, ma si spera che fosse solo un limite della demo.

Sfortunatamente anche magie e oggetti richiedono l’uso della barra ATB, elemento che ci pare non necessario e atto solo a complicare la vita al giocatore: le magie avranno infatti dei Magic Points e gli oggetti saranno limitati da un numero di unità massime trasportabili; l’uso delle magie è piacevole da eseguire, anche se si è costretti a restare immobili mentre si castano mentre sarebbe stato preferibile avere la possibilità di muoversi, anche molto lentamente. I loro effetti sul nemico sono visibili, con il ghiaccio che compare sul corpo dell’avversario o il fuoco che continua a bruciare durante il combattimento.


Passiamo al movimento, che parrebbe essere fluido in tutte le sue traduzioni. Cloud è molto responsivo e la corsa risulta piacevole, l’ascesa e la discesa delle scale è appoggiata da ottime animazioni e abbiamo la possibilità di premere un tasto che velocizzi queste azioni d’intermezzo. Anche le manovre di blocco negli attacchi risultano davvero ben fatte, con un tasto adibito ad eseguire una parata grazie al caratteristico spadone di Cloud e la possibilità di muoversi lateralmente mentre si para; nominiamo anche la rotolata, responsiva e rapida nell’esecuzione, nonché il leggero passo indietro che si noterà qualora si venga colpiti, come se il personaggio attutisse il colpo.

Cloud, tuttavia, non può saltare e il problema si sente specialmente contro i nemici sospesi per aria: verranno colpiti comunque grazie alle animazioni dedicate, ma sarebbe stato meglio darci la possibilità di effettuare dei salti, in virtù di una maggiore fluidità.

La telecamera segue egregiamente il personaggio, con una visuale che potremmo paragonare a quella di Kingdom Hearts II e la possibilità di switchare facilmente da manuale ad automatico a seconda delle situazioni.

Vi è anche una Modalità Tattica che funziona, almeno da queste prime prove, piuttosto bene: il mondo intorno a noi rallenterà, dandoci ampiamente spazio e tempo di calibrare le mosse da effettuare; nota negativa, la modalità è assegnata al tasto X, forse troppo facile da premere anche quando non si volesse usufruire di questa possibilità… Forse assegnarla al TouchPad sarebbe stato meglio.


Concludiamo questa panoramica generale con dei complimenti sentiti nei confronti del comparto tecnico e nello specifico per le animazioni: sono splendide, regalano al giocatore un feeling di movimento davvero realistico e rispecchiano il carattere dei personaggi, la loro fisicità e i loro dettagli. Non avrete mai la sensazione di essere di fronte a dei modelli, ma a dei veri e propri personaggi ben distinti fra loro!

Insomma, Final Fantasy VII Remake sembra un vero pezzo da 90 e le aspettative alte sembrano trovare riscontro in questa demo… Il prodotto finale saprà confermare quanto visto fino ad ora?
Noi speriamo di sì!

Fonte: sidearcs.com

 

About author

Valentina Malara

Amante di videogiochi e libri fin dalla nascita, ha poi sviluppato una grande passione per tutto ciò che è nerd. Originaria della terra del bergamotto e del piccante, vanta radici nordiche niente male e ha una passione irrefrenabile per il mondo animale. Logorroica e amante delle discussioni costruttive, datele un argomento di conversazione a vostro rischio e pericolo!