Dipendenti di Naughty Dog parlano del loro lavoro

0

Naughty Dog lavoro – news di Andrea “Kobla” Panicali

Sia gli attuali che gli ex dipendenti di Naughty Dog hanno espresso la loro opinione, negativa, su cosa significhi lavorare in azienda.

 

In un ampio rapporto di COGconnected, oltre una dozzina di dipendenti di Naughty Dog si sono fatti avanti per discutere delle condizioni di lavoro in studio e del numero di ore che devono lavorare. Per coloro che non lo sanno, la crisi lavorativa avviene quando è necessario aggiungere molte ore su un progetto per raggiungere le scadenze. Negli ultimi anni, le condizioni di lavoro e crunch negli studi di videogiochi sono state messe in discussione.

“Durante gli ultimi tre o sei mesi di un progetto, le mie ore si sono lentamente spostate verso le 60 o le 70 ore a seconda della quantità di lavoro”, ha affermato una fonte. “Alcune persone hanno fatto anche molto di più, e penso sia deleterio.”

Un’altra fonte spiega che Naughty Dog non ha una specifica struttura di management. Nonostante ci siano persone a capo di ogni reparto, queste fanno lo stesso lavoro di tutti gli altri, nonostante gestiscano il reparto e debbano occuparsi delle revisioni delle prestazioni.

“La verità è che non ti dicono di lavorare per X ore”, ha detto un’altra fonte. “Ma devi fare il tuo lavoro. E la quantità di lavoro è semplicemente impossibile per qualsiasi persona. È semplicemente troppo. E se non raggiungi gli obiettivi verrai licenziato. Quindi immagino che tu non abbia molta scelta.”

Uno sviluppatore riferisce che un giorno hanno chiamato il reparto risorse umane di Sony per le loro eccessive ore e il rappresentante delle risorse umane ha detto che lo sviluppatore doveva semplicemente adeguarsi al modo in cui Naughty Dog fa le cose. “Molti di noi si sono sentiti come se non facessero veramente parte dell’azienda”, ha detto un’altra fonte. “Ci siamo fatti il ​​culo solo per essere trattati come se non vi appartenessimo. Fa schifo. Ciò unito alla quantità di OT (OverTime, straordinari) che abbiamo fatto ci ha davvero logorato.”

Secondo un tester QA, la normale settimana lavorativa va dalle ore 10 alle 22, ma può arrivare fino a mezzanotte o all’1 di notte. Inoltre, alcune persone hanno lavorato 24 ore verso le ultime sette settimane di sviluppo di Uncharted 4. Un altro sviluppatore conclude con questa affermazione sugli straordinari:

“Dopo la fine della crisi, mi ci è voluto un po’ di tempo per riadattarmi alla vita normale, ma ero grato per l’esperienza, anche se non sono sicuro che avrei mai voluto passare attraverso un’altra esperienza simile.”

L’attuale gioco dello studio, The Last of Us Part II, arriverà a una data ancora da stabilire su PS4.

Fonte: dualshockers

 

About author

Andrea Panicali

Proveniente dalle onde marittime di Roma, o meglio Ostia, è un grande appassionato di videogiochi, serie tv, film e libri thriller. Cresciuto a suon di pizza, pasta e videogiochi, si è guadagnato il soprannome di Bistecca per un motivo, che non è di certo la sua snellezza. CANALE TWITCH