Come la retrocompatibilità di PS5 aumenterà la velocità dei giochi

0

Retrocompatibilità PS5 – news di Andrea “Kobla” Panicali

PS5 offrirà una retrocompatibilità con la PS4, e Sony lo ha confermato insieme alla presentazione di un video che descrive la differenza di tempi di caricamento. Hanno aggiornato un nuovo brevetto per darci un’idea di come sia possibile migliorare le prestazioni dei giochi PS4.

 

Quando è stato confermato per la prima volta che PS5 includerà la retrocompatibilità con la PS4, non era ben chiaro come avrebbe funzionato in teoria, e come il gioco avrebbe ottenuto dei miglioramenti durante l’esecuzione sul nuovo hardware. Il confronto dei tempi di caricamento ha chiarito che la nuova tecnologia SSD svolgerà un ruolo fondamentale nella riduzione dei tempi di caricamento.

Sony Interactive Entertainment ha aggiornato il proprio brevetto di retrocompatibilità il 28 maggio per spiegare come intendono affrontare questo problema. Il brevetto si intitola “Regolazione in tempo reale dei parametri operativi specifici dell’applicazione per compatibilità con le versioni precedenti” e spiega in che modo gli sviluppatori possono garantire la compatibilità con le versioni precedenti riducendo al contempo le prestazioni più rapide laddove è possibile farlo senza interferire con il codice del gioco.

“Le prestazioni di un’applicazione su un nuovo dispositivo possono essere strettamente correlate alle prestazioni della stessa applicazione sul dispositivo legacy sintonizzando i parametri operativi del nuovo dispositivo”, si legge nel brevetto. Successivamente, spiega alcuni dei parametri che possono essere regolati in questo modo, tra cui frequenze di clock, velocità di lancio delle istruzioni e così via. “Questo processo può essere ripetuto finché i parametri operativi non sono impostati in modo ottimale per l’applicazione sul nuovo sistema. Per ottimizzare ulteriormente, è possibile regolare l’esecuzione del nuovo hardware per vedere se l’applicazione può essere eseguita più velocemente sul nuovo hardware senza causare errori.”

Sony spera di portare la compatibilità con le versioni precedenti su PS5 senza modificare il codice del gioco originale. L’hardware può provare ad emulare il gioco allo stesso modo dell’hardware originale e, se questo lavoro di ottimizzazione fosse possibile, gli sviluppatori possono provare a vedere se è possibile migliorare le prestazioni del gioco stesso per funzionare meglio dell’hardware originale.

Fonte: twistedvoxel

 

About author

Andrea Panicali

Proveniente dalle onde marittime di Roma, o meglio Ostia, è un grande appassionato di videogiochi, serie tv, film e libri thriller. Cresciuto a suon di pizza, pasta e videogiochi, si è guadagnato il soprannome di Bistecca per un motivo, che non è di certo la sua snellezza. CANALE TWITCH