SPECIALE – Qual’è il miglior protagonista di Assassin’s Creed?

0

Miglior protagonista Assassin’s Creed – SPECIALE di Valerio Vega

Correva l’anno 2007 quando Assassin’s Creed debuttava nel mondo dei videogiochi. Da allora la serie si è evoluta profondamente ed ha accompagnato svariate generazioni videoludiche intrecciandosi con tantissimi periodi storici importanti nelle tante storie raccontate. Dall’antico Egitto fino ai giorni nostri… Ma c’è un protagonista migliore tra tutti quelli incontrati fino ad oggi? Ecco il nostro parere!

 

  • Altair Ibn-La’Ahad

Altair è l’inizio di tutto, impossibile non nominarlo per primo! Protagonista del primo videogioco di Assassin’s Creed, del prequel Assassin’s Creed: Altaïr’s Chronicles e del sequel Assassin’s Creed: Bloodlines. Compare come personaggio di rilievo anche in Assassin’s Creed: Revelations e in molti fumetti e romanzi inerenti alla serie, insomma un curriculum di tutto rispetto per entrare in classifica, ma può bastare per essere il più grande tra tutti? La sua vita si conclude con lo scioglimento del ceppo principale degli assassini, e con la scelta di dire loro di formare delle gilde più piccole, che avrebbero dovuto governarsi da sole, senza interazione tra loro e quindi forse a conti fatti le sue imprese, da sole, non sono sufficienti a metterlo sulla cima della classifica. In generale il suo personaggio è infatti abbastanza insipido. Non ha molta profondità, e gran parte della sua storia è costituita da elementi fondamentali (come il tradimento della figura paterna e la guida della rivolta contro di lui) assoggettabili a terze parti.

  • Ezio Auditore da Firenze

Ezio è stato senza ombra di dubbio un personaggio fondamentale e ridondante per il brand. In Assassin’s Creed II è il fulcro del gioco. Personaggio giovane ed amabile, con una grandissima personalità ed una storia davvero epica. Dalla sua ha il grande vantaggio di essere l’unico protagonista principale di più giochi, e questo ha permesso a molti di crescere insieme a lui, vedendolo maturare da giovincello a veterano. Anche le sue imprese sono memorabili… Ha rovesciato tiranni, ha ricostruito completamente il Credo, lo ha diffuso più lontano di chiunque altro nella serie. Prima di lui l’Atlantico non era mai stato nemmeno sfiorato dall’influenza del Credo. Insomma… E’ davvero difficile immaginare un personaggio più grande di lui nel gioco.

  • I Kenways

I protagonisti di Assassin’s Creed III e Assassin’s Creed IV: Black Flag sono correlati tra loro. Edward Kenway è il nonno di Connor Kenway. Edward era un noto pirata che in seguito avrebbe diretto la Fratellanza Britannica. Il suo personaggio era interessante a causa della generale disconnessione che aveva con il Credo. Il suo obiettivo era tornare a casa da Caroline e rimase fedele a tal compito per tutta l’avventura, con scarse contaminazioni esterne. Connor era invece un maestro Assassino durante l’era della rivoluzione americana. La sua lotta con i nativi e l’identità di ruolo nella sua storia erano forse l’unica parte buona del suo vissuto. Suo padre era un templare, quindi non solo ha lottato con la sua identità culturale, ma anche con il suo ruolo nel mondo. Sfortunatamente il suo impatto complessivo sulle vicende era fondamentalmente nullo, essendo solo un mezzo con il quale uccidere Desmond… Ezio resta in testa.

  • Bayek di Siwa

Bayek arriva con Assassin’s Creed: Origins. Il nome del gioco la dice lunga… La storia riguardava infatti la fondazione del Credo. Bayek è considerato il fondatore di tutto l’ordine ed è sicuramente un ruolo gigantesco che gli conferisce grande punteggio in questa insolita classifica… Se ci aggiungiamo la storia, fatta di una vendetta che spezza il cuore, la morte di suo figlio ed ecco qui che abbiamo un cocktail esplosivo. Degne di nota anche le sue peculiarità umane, come il rispetto della famiglia e la sua natura pacifica ed altruista. Un personaggio da 10 e lode che lotta ad armi pari con il fiorentino nominato poco più su.

  • Kassandra ed Alexios

Dall’ultimo capitolo, Assassin’s Creed: Odyssey, arrivano i fratelli Kassandra e Alexios. Si può scegliere chi interpretare prima dell’inizio dell’avventura, ma nel complesso l’esperienza globale è la stessa. Il gioco dà molta più libertà rispetto ad altri capitoli anche nello stabilire che tipo di persona essere, il che rende quasi impossibile effettuare un confronto tra loro e il resto dei personaggi nominati sopra, che avevano caratteristiche ben più determinate. Questo non li rende competitivi ai fini dell’individuazione del personaggio chiave dell’intero brand, ma allo stesso tempo può essere un’arma vincente che ha colpito il videogiocatore più di quanto abbiano potuto fare altri, proprio per via di questo alto tasso di customizzazione… Da tenere sott’occhio!

Miglior protagonista Assassin’s Creed – CONCLUSIONE

Di sicuro tra i personaggi nominati solo Bayek di Siwa si avvicina ad Ezio Auditore, ma alla fine possiamo dire con tutta onestà che nessuno può battere il fiorentino. Ha dalla sua la presenza in più avventure da protagonista assoluto e uno sviluppo enorme della sua storia di vita, con una crescita enorme, che qualsiasi appassionato della serie ha vissuto sulla sua pelle. E’ lui il leader di questa personalissima classifica ed è lui che dovrebbe venire subito in mente quando si parla di Assassin’s Creed.

Miglior protagonista Assassin’s Creed – Classifica finale completa

Ezio Auditore
Bayek di Siwa
Kassandra
Alexios

Aya di Alessandria
Edward Kenway
Evie Frye
Conner Kenway
Jacob Frye
Shay Cormac
Altair
Arno Dorian

 

About author

Valerio Vega

Valerio "Raziel" Vega: Napoletano a Roma, Tecnico Ortopedico di giorno, Retrogamer compulsivo di notte. Creatore del progetto Nerdream, amante del cinema, delle serieTV, dei fumetti e di tutto ciò che è fottutissimamente NERD, sogna una vecchiaia con una dentiera solida ed il pad di un NES tra le mani. Il suo motto è “Ama il prossimo tuo come hai amato il tuo commodore64”