Cogman su Game of Thrones: “La prossima battaglia sarà imparagonabile alle precedenti”

0

Cogman Game of Thrones – news di Valentina “AkemiMas” Malara

La serie evento degli ultimi anni, ovvero Il Trono di Spade, sta giungendo al termine: non solo i fans si preparano a dirle addio, ma anche gli attori e gli scrittori stessi devono confrontarsi con questa drammatica separazione!

 

Nell’ultima premiere, dedicata a questa ottava stagione, Isaac Hempstead Wright (Bran Stark) ha raccontato della frustrazione di molti utenti per i primi episodi della serie, a detta loro troppo “corti e lenti”.

Questa scelta è stata effettuata per infondere in ogni personaggio una massiccia dose di speranza e per far focalizzare il pubblico su ognuno di loro, in vista dell’episodio tre, scritto da Miguel Sapochnik, già protagonista di “Hardhome” e  “Battle of Bastards“: considerate le premesse, i fans rimpiangeranno di essersi lamentati per la “poca azione” degli episodi di testa della serie.

Parlando al The Hollywood Reporter, Bryan Cogman avrebbe affermato che la battaglia sarà su larga scala, “imparagonabile ed imprevedibile” rispetto a quanto visto nella serie fino ad ora. 

Cogman, scrittore della serie, è tra coloro che si preparano a dire addio allo show di HBO: avendo già firmato un accordo con Amazon Studios, abbiamo la certezza che egli non sarà tra coloro che lavoreranno al prequel della serie, ambientato migliaia di anni prima e partorito dalla mente di Jane Goldman.

Cogman ha risposto ad una serie di domande, incentrate sull’episodio “A Knight of the Seven Kingdoms” (il secondo episodio di quest’ultima stagione), che vi riassumiamo.

L’episodio è stato criticato perché molto riassuntivo su quanto visto in precedenza e la domanda posta a Cogman riguardava proprio questa scelta di “fare il punto della situazione“; lo scrittore ha risposto che per dei personaggi che ci accompagnano da 11 anni, qualche minuto in più andava speso, soprattutto considerando l’entità del prossimo episodio! 

Per la folla che chiama scontri e sangue, cosa devono aspettarsi dall’episodio in arrivo Domenica notte?

“Senza cadere nella trappola dello spoiler, i non-morti sono alle porte. Il Re della Notte è la morte stessa: qualsiasi cosa significhi questo per te, sarà quello che vedrai nella prossima puntata!”

Cogman si è anche espresso sulla mancata “guida” da parte dei libri di George R.R. Martin per il finale della serie, dichiarando: “Certamente è stata una sfida tremenda, ma molto gratificante. Noi abbiamo terminato Il Trono di Spade, non la serie di Martin, questo sia chiaro, i libri sono totalmente in mano sua! Quello che lo show ha proposto è una re-interpretazione, una drammatizzazione della storia di Martin, un po’ come si fa per i classici Shakespeariani!

Questi sono i punti salienti dell’intervista a Cogman e colleghi sul nuovo episodio de Il Trono di Spade: sia che siate in attesa di prenderne visione, sia che l’abbiate già visto, come vi state preparando alla fine di un’era?

Fonte: hollywoodreporter.com

 

About author

Valentina Malara

Amante di videogiochi e libri fin dalla nascita, ha poi sviluppato una grande passione per tutto ciò che è nerd. Originaria della terra del bergamotto e del piccante, vanta radici nordiche niente male e ha una passione irrefrenabile per il mondo animale. Logorroica e amante delle discussioni costruttive, datele un argomento di conversazione a vostro rischio e pericolo!