Aladdin e l’azione firmata Guy Ritchie

0

Aladdin – news di Andrea Kobla

La versione live-action del classico Disney è l’ennesimo pezzo di un enorme puzzle creato dalla produzione, atto a far rivivere le sue emozioni, ma con attori in carne ed ossa. Cosa dobbiamo aspettarci dal nuovo Aladdin?

Sinossi: Aladdin è un giovane ragazzo di Agrabah che, convinto con l’inganno da Jafar, entrerà nella “Caverna delle Meraviglie”. Lì troverà una lampada magica, la quale contiene un genio in grado di esaudire tre desideri. Il primo scelto dal giovane è quello di essere trasformato in un principe per conquistare la principessa Jasmine, la quale però non pare essere minimamente interessata a sposare un nobile. Aladdin dovrà fingersi diverso da chi sia in realtà e dovrà scontrarsi con le sue stesse bugie.

La trama è praticamente la stessa del Classico Disney del 1992, nonostante ci si aspetti un ampliamento narrativo già attuato negli altri prodotti live-action Disney.

La regia è affidata all’inglese Guy Ritchie (King Arthur – Il potere della spada), che saprà sicuramente dare un bel tocco “action” e del buon humour britannico che non guasta mai. La sceneggiatura è invece affidata a John August, co-autore, assieme a Tim Burton, di Frankweenie.

Il cast coinvolge molti volti noti e colpisce per il suo essere “multietnico”: Will Smith interpreterà il Genio, ruolo molto importante, che apparteneva al compianto Robin Williams; Mena Massoud darà il volto ad Aladdin, volto noto presente nella serie Jack Ryan, targata Amazon; Naomi Scott sarà Jasmine, conosciuta per il ruolo del Ranger Rosa nel film “Power Rangers”; Marwan Kenzari e Navid Negahban saranno rispettivamente Jafar ed il Sultano. Un cast proveniente da molte parti del globo. Voi cosa ne pensate?

About author

Andrea Panicali

I Cacio e Pepe, alias Bistecca o Kobla. Proveniente dalle onde marittime di Roma, o meglio Ostia, è un grande appassionato di videogiochi, serie tv, film e libri thriller. Cresciuto a suon di pizza, pasta e videogiochi, si è guadagnato il soprannome di Bistecca per un motivo, che non è di certo la sua snellezza. CANALE TWITCH