Supraland – Recensione Early Access – PC Windows

35 views
0

Supraland – recensione di Alessandro “Venomus”

Dopo il discreto successo di Supraball (gioco che ci sentiamo di consigliarvi, in quanto è un F2P senza P2W molto divertente), i ragazzi di Supra Games hanno deciso di pubblicare il loro secondo lavoro: Supraland. Vediamo di cosa si tratta…

Supraland – Conflitto tra stickmen 

La storia che il gioco ci offre è semplice (forse anche troppo), ma tutto sommato si adatta bene al gioco stesso e risulta coerente.

Il giocatore impersonerà uno stickman di colore rosso in un villaggio (abitato, ovviamente, da soli stickman rossi) in piena carenza d’acqua.

Indagando, si scopre che quest’acqua è stata rubata dagli stickman blu del villaggio vicino.

Perciò il capo del villaggio ti assegnerà il compito di vendicarti sugli stickman blu e riportare l’acqua al villaggio.

Ovviamente tale viaggio non sarà semplice, in quanto per la strada si incontreranno scheletri, rompicapi e il nemico peggiore di tutti: i bug (ma il gioco è ancora in Early Access, perciò perdoniamo la Supra Games).

Supraland – Novità e re-inserimenti

Supraland presenta molte meccaniche interessanti che potrebbero rendere il gioco molto valido (seppur all’attuale cifra di 21 euro risulta ancora “esagerato”, soprattutto ricordando che l’uscita dall’accesso anticipato è prevista per il 2019), alcune delle quali sono state riprese dal predecessore (Supraball) e ben riadattate per un gioco di una categoria totalmente diversa dal “predecessore”.

Il giocatore è dotato di una spada e, più avanti, anche di un cannone (già presente in Supraball) e di un portafoglio.

Dal portafoglio si deduce, quindi, che nel gioco siano presenti le monete, infatti queste sono il vero motore del gioco, in quanto grazie a queste possiamo acquistare i nostri power-up (ottenibili portando dei barili dal mercante) e poter andare avanti nell’avventura.

In più c’è anche una barra della vita, che può essere rigenerata attraverso il power-up della rigenerazione o mangiando i frutti dei cactus (e non i cactus, perchè avverrebbe l’esatto opposto).

Del sistema di combattimento è inutile parlare, in quanto è molto semplice: il giocatore potrà colpire (o sparare) con un attacco solo, che è possibile caricare per dare maggiore forza.

Supraland – Rompicapi facili (o quasi) e non solo…

I rompicapi di Supraland sono abbastanza semplici e intuitivi, tuttavia si presentano più difficili per la maggior parte delle volte a causa di alcuni piccoli bug che tuttavia non rovinano del tutto l’esperienza videoludica.

Tali rompicapi sono molto divertenti, e si adattano bene alla fisica del gioco, utilizzando alla perfezione meccaniche come quella del doppio/triplo salto o quella del Force Cube (un cubo viola utilizzabile per svariati motivi)

Il comparto tecnico vede invece l’utilizzo della quarta generazione di Unreal Engine, per una grafica sicuramente pulita e colorata, anche se non ottimizzata al meglio.

Decente anche il comparto sonoro, che non spicca, ma non disturba.

Bassa la longevità, per un titolo che, durante questo sviluppo, andrà ampliato se si vuole pensare di fare gola ad un pubblico più ampio.

Vi lasciamo al teaser… Diteci cosa ne pensate se lo avete provato!

Articolo a cura di Nerdream.it
Data
Titolo
Supraland
Voto
31star1star1stargraygray

Supraland – Recensione Early Access – PC Windows

Supraland – Recensione Early Access – PC Windows
6.5

Editor Rating

 

SUPRALAND

IN SINTESI

Supraland della Supra Games cavalca la fama del predecessore Supraball creando un avventura considerata "un mix di Metroid, Portal, Mario e Zelda". Ricordando che è in Early Access fino al 2019, presenta meccaniche sia nuove e innovative, sia riciclate da Supraball, ma adattate bene. Nemici che (seppur di poche tipologie) possono disturbare il giocatore senza fare attenzione, rompicapi divertenti e abbastanza ore di divertimento.

PRO

  • Molte meccaniche applicate nel gioco sono ottime (anche se riciclate da Supraball)
  • Rompicapi molto divertenti

CONTRO

  • Presenza media ma non grave di bug
  • Poche ore di giocabilità per il prezzo che attualmente propone (21 euro)
  • Sistema di combattimento molto povero
About author

Venomus

Alessandro "Venomus" Montenegro: videogiocatore di sesta generazione, classe 2001, abitante del profondo Sud. Amante, oltre ai videogiochi, anche di film, serie TV e musica. FACEBOOK - YOUTUBE