Infernium – Recensione – PC Windows, PS4, Nintendo Switch

0

Infernium – recensione di LaraPadawan

Abbiamo provato Infernium, uscito per PC, PlayStation4 e Switch. Rilasciato il 2 Aprile 2018 è frutto della mente di Carlos Coronado, sviluppatore indipendente e docente dell’università di Barcellona. Già autore di Annie Amber del 2016, che trovate su Steam disponibile anche per VR. Analizziamo insieme questo suo ultimo lavoro…

Infernium – Una ragazza immersa in una storia mistica

All’inizio del gioco c’è un breve tutorial, che ci introduce subito alle meccaniche di gioco attraverso degli “specchi” di luce, dove ci viene spiegato come interagire con l’ambiente e come spostarci con il nostro personaggio, molto immediato, in quanto le azioni sono limitate allo spostamento e all’interazione di pochi oggetti.

Diciamo subito che Coronado è orientato su storie prettamente mistiche in prima persona.

Infernium infatti, è un’avventura in prima persona ambientata in un mondo surreale dove nei panni di una ragazza, abbiamo l’ingrato compito di esplorare ben 17 livelli, tra cui alcuni principali e altri suddivisi in stanze segrete.

Tutti i livelli sono assolutamente non lineari e non interconnessi tra loro.

Le stanze si suddividono tra: catacombe, castelli fluttuanti, giardini misteriosi e spiagge da sogno.

Ad ogni livello sono presenti dei custodi… Ovvero degli spettri rossi, poco raccomandabili che non esiteranno a corrervi dietro!

Quindi l’unico suggerimento utile che possiamo darvi è di correre come se non ci fosse un domani! Non vi diciamo altro, lasciamo a voi scoprire di più su queste losche figure.

Infernium – Inseguendo il mito di PacMan! O forse scappandone…

Quando abbiamo giocato il titolo, si vociferava di un possibile paragone con il famoso PacMan e provandolo abbiamo capito che il riferimento potrebbe essere correlato proprio all’interazione con i custodi rossi.

Infatti quando siamo stati toccati/acchiappati il game over inesorabile ci ha fatto ricominciare il livello da zero.

Ma tranquilli, perchè se nel livello avevate aperto una porta, quella risulterà già aperta e quindi non perderete nulla dei vostri progressi.

Attraverso il Portale Scintilla, ci si sposta in altre dimensioni. Il fine è sempre lo stesso, recuperare quanti più globi di luce possibili per aprire in ogni livello la porta che vi condurrà a quello successivo.

Ad inizio gioco infatti, sopra l’indice del nostro personaggio, sarà presente una specie di tatuaggio luminoso (che funge da indicatore di quanta luce abbiamo raccolto), in grado di riempirsi quando svuoteremo alcuni misteriosi globi di luce.

Lo spostamento del nostro personaggio avviene tramite un potere che gli consente di spostarsi velocemente su di una posizione indicata.

Grazie a questo potere egli è in grado di superare alcuni puzzle ambientali, interagire con gli oggetti (attivare interruttori e aprire porte) o terminare una fuga con successo da uno degli spettri presenti nel gioco (e meno male!).

Il potere speciale che permette di spostarci a nostro piacimento ci preclude il salto, che in certe occasioni ci è venuto istintivo fare, senza ovviamente risultati.

Infatti a nostro parere questa meccanica d’azione, spesso e volentieri, è risultata poco immediata ed abbiamo perso parecchio tempo, per esempio, a risalire un’altura!

Il classico salto vecchio stile sarebbe stato più opportuno ed avrebbe reso il gioco meno stressante.

Infernium – La tecnica sarà all’altezza del concept?

Graficamente Infernium non ci è dispiaciuto, anche se il comparto sonoro è il vero protagonista di questa strana mistica avventura, lo si apprezza senza ombra di dubbio con le cuffie già dalle battute iniziali.

In definitiva il titolo è sicuramente particolare, ma non lo definiremmo un horror, bensì un’avventura mistica, che si fa fatica a comprendere, a meno che non siate appassionati di storie enigmatiche e apparentemente senza un senso logico.

A tratti frustrante negli spostamenti, obbligati e possibili solo con il potere, che non risulta come detto precedentemente immediato ed efficace.

Lo consigliamo agli amanti del mistero e degli enigmi, che si vogliano cimentare in un mondo surreale ed inspiegabile.

La versione che abbiamo provato è quella per PC, che trovate su Steam, a QUESTO LINK, al prezzo di 22,99€.

Infernium – Recensione – PC Windows, PS4, Nintendo Switch

Infernium – Recensione – PC Windows, PS4, Nintendo Switch
6.5

Editor Rating

 

INFERNIUM

IN SINTESI

Questo Infernium ha sicuramente un concept molto interessante... E' un'avventura mistica, che fonde meccaniche diverse, che non a caso viene paragonato addirittura a PacMan per alcune meccaniche del suo gameplay, che però alla fine risulta appesantito da alcune scelte che non ci hanno convinto del tutto. L'impossibilità di effettuare un qualcosa di così semplice come saltare, in un'avventura in prima persona con ambientazioni dinamiche ci è parsa una pecca non da poco. Buono il comparto tecnico, buona la longevità, meno buona la story line, che davvero potrà essere apprezzata solo da chi cerca sempre di andare oltre, da chi ama l'ermetismo poetico, da chi cerca sempre di dare un suo senso personale alle cose, anche se non dovesse rispecchiare il vero senso della storia. Il prezzo? Altino, ma congruo se pensiamo che il pubblico cui è rivolto il gioco è un pubblico di nicchia... E si sa, le minoranze sono sempre disposte a spendere qualcosina in più per i loro ideali!

PRO

  • Buon comparto tecnico, soprattutto quello sonoro
  • Buona longevità
  • Concept di base interessante ed innovativo...

CONTRO

  • ...ma forse applicato in maniera integralista
  • Non si può saltare!
  • Storia davvero ermetica
Articolo a cura di Nerdream.it
Data
Titolo
Infernium
Voto
31star1star1stargraygray
About author

LaraPadawan

Lara Padawan – Romana, youtuber, nerd fino al midollo, adora film, serieTV, cartoni animati ed è malata da anni di una grave forma di dipendenza dai videogames. Il suo motto è: “Se credi anche lontanamente che ne valga la pena… allora GIOCALO!” CANALE YOUTUBE CANALE TWITCH PAGINA FACEBOOK PROFILO TWITTER