Avengers: Infinity War – Recensione SENZA SPOILER

76 views
0

Avengers: Infinity War – recensione di Valerio Vega

Dieci anni dopo il primo film di Iron Man, che ha dato inizio ai film del Marvel Cinematic Universe, siamo tornati per l’ennesima volta al cinema per vedere l’apoteosi annunciata, il film dei film, la guerra infinita… Avengers: Infinity War! Vediamo di spiegarvi qualcosa senza rovinarvi la festa!

Avengers: Infinity War – Shut up and take my money! (Sta zitto e prenditi i miei soldi!)

Se c’è un cocktail esplosivo è quello che si ottiene mescolando SUPEREROI e NERD!

I primi sono beniamini dei secondi, che li ammirano, li emulano, vorrebbero essere come loro.

I secondi sono il pane dei primi, vivono grazie a loro e li costringono ad accendere mutui per comprare ogni gadget, ogni versione in edizione limitata, ogni cofanetto blu-ray, ogni fottutissimo biglietto del cinema!

Un connubio indissolubile che ha portato all’universo Marvel la bellezza di 15 miliardi di dollari, a fronte di una spesa di poco meno di 4 miliardi, e badate bene, nelle spese abbiamo già inserito i 300 milioni di dollari spesi per girare questo film, ma non abbiamo ancora inserito i ricavi che questo film genererà… E saranno ricavi che supereranno abbondantemente il miliardo.

Insomma, inutile girarci troppo intorno, a prescindere dalla qualità, che nell’arco di questi 10 anni, nei 19 film usciti è stata non sempre di livello eccellente, abbiamo sempre avuto un ritorno di incassi di gran lunga superiore alle spese.

E allora che le sedie le faccia IKEA… Che i panini li faccia McDonald’s

Perchè alla Marvel fabbricano sogni e con quei sogni guadagnano bigliettoni.

Ditemi che qualcuno di voi lo avrebbe predetto prima di quel 2 Maggio 2008, quando fu annunciato che dentro l’armatura di Iron Man ci sarebbe stato quel Robert Downey Jr. che, Ally McBeal a parte, in quel periodo era più famoso per i suoi problemi giudiziari che per la sua filmografia (Charlot era ricordo lontanissimo e sbiadito).

Eppure fu una bomba! L’inizio di una reazione a catena che ci ha portato a questo grande evento. Tutti i supereroi (quasi tutti a dire il vero) Marvel, uniti contro il cattivissimo Thanos, per salvare la metà degli esseri viventi presenti su ogni pianeta di ogni galassia di ogni universo!

Ci riusciranno? Beh cavolo questo non possiamo dirvelo! Eppure di qualcosa si può parlare.

Avengers: Infinity War – Vota Thanos! Vota Thanos! Vota Thanos!

Questo film dei fratelli Russo, che hanno già diretto Capitan America: The Winter Soldier e Capitan America: Civil War, dura quasi 3 ore!

Ma pensate a quanti personaggi sono presenti nel film! Abbiamo: Thanos+4 (tipo lista degli invitati di nozze e la sua famiglia è numerosa), Iron Man, Thor, Hulk, Captain America, Vedova Nera, Doctor Strange, War Machine, Spider-Man, Pantera Nera, Visione, Scarlet, Falcon, Winter Soldier, Loki, Wong, Mantis, Nebula, Drax, Gamora, Groot, Rocket, Star-Lord e qualche altra apparizione che non vi anticipiamo, e se volessimo dare ad ognuno di loro almeno 10 minuti di scena, beh avremmo già 4 ore e mezza di film!

Quindi di che parliamo?

Siamo entrati in sala con in testa un solo dubbio…

Sarà un’orgia di emozioni megagalattica ed indimenticabile o sarà un’insalata di riso di quelle indigeste, dove hai esagerato perchè ci hai messo dentro anche l’uovo sodo?

Beh non c’è uovo sodo, ma andiamo al sodo, almeno per noi è stata un’orgia fantastica!

Ed il bello è che, nonostante tutti gli eroi presenti, alla fine emerge enorme, maestoso ed innovativo proprio il villain di turno.

Un villain atipico. Uno che fin da subito ci appare non solo un villain impossibile da battere, ma anche un cattivone con un’idea che va oltre quella di ogni villain esistente prima d’ora.

Thanos non vuole sottomettere tutti per rubare tutti i tesori dell’universo! Thanos non vuole uccidere per divertimento! Thanos non è un sadico puro, non è un essere in preda ad un delirio di onnipotenza… Il Titano è un po’ filosofo e un po’ scienziato e vuole solo essere compreso.

La sua idea è semplice: ogni pianeta di ogni galassia di ogni universo esistente è sovrappopolato.

Questo problema di sovraffollamento porterà alla distruzione di tutto e lui ha la soluzione!

Vuole eliminare l’esatta metà delle forme viventi di ogni singolo pianeta per dimezzare i consumi ed aumentare il benessere di tutti.

Insomma un po’ come un politico moderno che ha semplicemente a cuore il suo paese!

Si sente un eroe… Si sente un supereroe!

Cazzo che storia!

Avengers: Infinity War – Un film che parla una lingua comprensibile a tutti…

Ed a questo Thanos politico si affiancano orde di supereroi… Si ci sono anche loro e sono tanti!

E come diavolo si fa a capirci qualcosa se non si è mai visto un film dell’universo Marvel?

Sembrerà impossibile, ma succede anche questo.

Tra una battuta divertente, una scena super action piena zeppa di effetti speciali ed una scena drammatica, minuto dopo minuto anche chi non ha mai visto nulla (e non conosce nulla) può capire tutto… O quasi tutto ovvio… 

Un neofita non coglierà ogni sottile sfumatura di ogni intreccio, non percepirà tutte le emozioni allo stesso modo di un divoratore di cinecomics, non capirà ogni singola battuta, ma cavolo alla fine sarà un film godibile anche per lui.

Spettacolo visivo prima di tutto, ma anche contenutistico subito dopo.

Un plauso quindi ad una produzione che non ha voluto dare troppe spiegazioni (avesse voluto farlo sarebbe uscito fuori il primo film lungo 24 ore), ma che alla fin fine è riuscita a spiegarsi al meglio, parlando una lingua che è lingua madre di ogni nerd che si rispetti, ma che allo stesso tempo è idioma comprensibile anche da chi nerd non è.

Avengers: Infinity War – Purtroppo alla fine Batman muore…

Eh si, uno spoiler ci voleva… Perdonateci, ma Batman muore. Muore come muoiono in sala le velleità di altre produzioni di paragonarsi a questo Marvel Cinematic Universe che vince e convince, che ci lascia tutti a bocca aperta, in attesa di mosche che possano volare lì e spassarsela, perchè saremo sempre lì (lì nel mezzo… cit.) a bocca spalancata, aspettando di acquistare il prossimo biglietto.

Non possiamo che consigliare a grandi e piccini un film potente, non privo di qualche difetto (chi non ne ha), ma che saprà tenervi incollati alla sedia per quasi 3 ore… Cosa che riesce solo ai grandi film.

E voi? Avete visto il film? Avete intenzione di andare a vederlo? Diteci tutto quello che vi passa per la testa nei commenti, ma mi raccomando… Non fate i bastardi e non spoilerate nulla!

Articolo a cura di Nerdream.it
Data
Titolo
Avengers: Infinity War
Voto
51star1star1star1star1star

Avengers: Infinity War – Recensione SENZA SPOILER

Avengers: Infinity War – Recensione SENZA SPOILER
9.5

Editor Rating

 

Avengers: Infinity War

IN SINTESI

Avengers: Infinity War non era un film facile da girare. C'era tanta roba sul fuoco ed il rischio di bruciare tutto era dietro l'angolo. Viene fuori invece in prodotto interessante, imprevedibile e molto variegato, con tanti momenti divertenti e tanti momenti drammatici, conditi dall'azione più pura e spettacolare. Idee di fondo semplici e concrete, voglia di non soffermarsi troppo a spiegare tutto ed un finale degno di cotanto impegno pongono il film a futuro metro di paragone verso qualsiasi tipo di produzione cinematografica che abbia un tema incentrato sui supereroi dei fumetti.

PRO

  • In quasi 3 ore ci sono pochissimi cali di ritmo
  • Thanos è 12 miliardi di volte più bravo di Mario Monti a spiegare la Spending Review
  • Un finale da vedere (non possiamo dire altro)
  • Ce n'è per tutti i gusti e può essere apprezzato da tutti

CONTRO

  • Una sola cocacola alla spina non basta per tutta la durata del film
  • Batman muore
About author

Valerio Vega

Valerio "Raziel" Vega: Napoletano a Roma, Tecnico Ortopedico di giorno, Retrogamer compulsivo di notte. Creatore del progetto Nerdream, amante del cinema, delle serieTV, dei fumetti e di tutto ciò che è fottutissimamente NERD, sogna una vecchiaia con una dentiera solida ed il pad di un NES tra le mani. Il suo motto è “Ama il prossimo tuo come hai amato il tuo commodore64” - PAGINA FACEBOOK - CANALE YOUTUBE - PROFILO TWITTER - CANALE TWITCH