Cuphead – Messaggi subliminali e Massoneria

Cuphead – news di Ammuffito

Ho ripreso in mano Cuphead, l’ho infilato nell’Xbox ed ho iniziato un nuovo ed attento studio di questo famoso titolo. Venite con me… Ne scoprirete delle belle! FATE ATTENZIONE – SPOILER

Cuphead – Non siamo qui per una recensione sul titolo…

Cuphead è un videogioco Run ‘n’ gun del 2017 che non ha bisogno di presentazioni, sviluppato e pubblicato dai fratelli Chad Moldenhauer e Jared Moldenhauer di Studio MDHR in esclusiva per Xbox One e Microsoft Windows ha venduto oltre 2 milioni di copie.

Oggi non sono qui per parlare della trama o del gameplay di questo favoloso  videogame quindi farò solo una piccolissima presentazione, Cuphead è ispirato ai cartoni animati anni ’30 e vede come protagonisti 2 fratelli a forma di tazza, che dovranno raccogliere contratti da ogni boss delle 3 isole per sconfiggere il Demone, proprietario del casino, che ha sfidato i 2 fratelli a battere tutti i boss.

Durante il gioco dovremmo farci strada tra attacchi speciali e boss con diversi stadi di evoluzione, che ci costringeranno a continui rage quit e, come nel mio caso, vi deprimeranno a tal punto da farvi sentire dei falliti!

Moltissimi avranno giocato questo titolo e se lo ricorderanno alla perfezione, a questo punto vi starete chiedendo cosa ci sia di strano e perché ho dato quel titolo a questo articolo, ve lo spiegherò in anteprima Italiana qui sotto!

Premetto che per passione eseguo studi sulla psicologia, sul simbolismo esoterico e sull’occulto, ho giocato in compagnia di mio fratello a Cuphead per diverse ore al giorno nell’ultima settimana, ed ho notato che ripetendo spesso i livelli ogni volta che mi staccavo dal televisore avevo sensazioni strane, anomale al mio stato d’animo e al mio essere.

Ho deciso in seguito di scoprire il motivo per cui Cuphead mi trasmetteva tutto questo ed ho trovato simboli  e messaggi subliminali moto chiari nel gioco!

Cuphead – Boss… Mio caro Boss

Inizierò con il boss che mi ha aperto gli occhi in tutti i sensi, Rumor Honeybottoms o meglio conosciuta come ape regina, riporta in tutta la durata del suo livello un simbolo della massoneria molto chiaro e conosciuto al mondo intero, la piramide, simbolo della perfezione e dell’elevazione spirituale, nel suo alveare infatti si può notare con chiarezza ciò di cui sto parlando.

Come potete vedere nel pentagono sopra al nostro personaggio e in tutti gli altri del livello, l’immagine di 2 piramidi, una dritta e una ribaltata con 2 semicerchi al loro apice e un rombo che rappresenterebbe l’occhio stilizzato, questo inusuale simbolo se scomposto e studiato potrebbe avere un significato molto potente, la piramide con l’occhio al suo apice rappresenta il controllo dall’alto della società e tutto ciò che la circonda, ma il simbolo specchiato potrebbe significare anche il controllo in un’altra vita, tutto accomunato dai semicerchi che legano le 2 piramidi.

La piramide si ripresenta molto più chiaramente nel boss Djimmi The Great, ossia il genio, durante il suo livello esso lancerà piramidi color Oro con 1 occhio su ogni lato, il color Oro è uno dei più significativi ed utilizzati per sottolineare il potere e la ricchezza, inoltre, l’Oro è un materiale eterno che non viene intaccato da agenti atmosferici esterni, proprio come la Massoneria che utilizza molto spesso questo colore (immagine in copertina).

Il primo livello che affronteremo ci farà combattere con alcuni ortaggi tra cui una semplice carota che tanto semplice non è, infatti l’ultimo boss di questo livello ha il terzo occhio, un simbolo dai molti significati, ma esso potrà colpirci con i suoi poteri e ciò mi riporta al pensiero Indù, il terzo occhio di Shiva rappresentanza di purificazione e distruzione.

Ciò che davvero mi ha colpito è che un gioco PEGI 3 abbia tra i boss finali un sigaro che lancia sigarette alate, un altro mezzo per il controllo del popolo che è sempre stato associato alla Massoneria, appunto è il vizio del fumo, perché i creatori avrebbero dovuto inserire proprio un sigaro e delle sigarette che causano milioni di morti ogni anno? Forse volevano lanciare il messaggio e far intendere che siano brutti esseri molto cattivi.

Cuphead – Accendi un Diavolo in me!

Ciò su cui mi soffermerò di più sarà il così chiamato Diavolo, il boss finale.

Scopo principale della spedizione dei nostri 2 avventurieri, un personaggio molto particolare.

Il Diavolo subirà diversi cambiamenti nel corso del livello, sotto alcuni aspetti, veramente terribili, a voi foto e spiegazioni qui sotto.

Seduto come il Baphomet sopra ad un appariscente trono, il colore dominante dello scenario è il rosso, che rappresenta il secondo colore della massoneria.

Possiamo notare come le colonne, le sezioni distaccate ai lati del trono e le arcate siano tutte composte da 6 elementi, che se uniti, rappresentano il numero 666, il cosiddetto numero del Diavolo.

Il Diavolo subirà la trasformazione in serpente, simbolo negativo della tentazione e della debolezza, i denti originari del Diavolo, non contando quelli del serpente, sono 13, un numero dai molti significati ma di cui uno è molto potente per la Massoneria, rappresenterebbe il numero delle casate formate da persone molto potenti, che hanno creato il mondo e lo gestiscono decidendo le sue sorti, ricordando che il 13 è un numero che in America è praticamente abolito!

Notate come negli aerei di linea non esista il posto numero 13 o nei palazzi non esista il piano 13 e così via.
Un altro chiaro esempio è la trasformazione del Diavolo che mostra sempre un occhio molto grande con una piramide che andrà perfettamente a coincidere con l’iride del suo occhio.
E per finire la rappresentazione forse più angosciante del Diavolo, nella trasformazione in vampiro!

Il Diavolo uscirà da una bara con un grande crocifisso disegnato ed indicherà con il dito Dio, con lo sguardo ad altezza d’uomo come se volesse sostituirsi all’immagine della bontà e giustizia nella religione cristiana.

Cosa ne pensate voi? pensate che tutto ciò è stato voluto o è semplice casualità? Lasciate un commento qui sotto, non fate i Massoni!

Autore dell'articolo: Ammuffito

Ammuffito: Concepito tra l'aberrazione e il caos, rappresenta lo stereotipo sbagliato del bravo ragazzo. Viandante eterno tra occultismo ed esoterismo, trascorre le sue giornate immerso nella lettura, videogame, serie TV, musica e gatti. I pochi temerari avventurieri che sono sopravvissuti, narrano che nelle sue segrete Esso racchiuda gli spiriti dell'essenza Geek e Nerd dotati di un'aura potentissima, da cui assorbe energia e conoscenza. Brama articoli tecnologici di cui ne scrive recensioni e ama gli FPS dal primo DOOM in floppy. Il suo motto: Non Hackerare agli altri quello che non vorresti fosse Hackerato a te... - PROFILO AMAZON