Sea Of Thieves – Recensione – PC Windows, Xbox One

Sea Of Thieves – recensione di LaraPadawan

Sea Of Thieves Uscito il 20 Marzo 2018, è un’avventura dinamica, sviluppato da Rare e pubblicata da Microsoft Studios per PC Windows ed Xbox One. Dopo la Beta, le famigerate Spugna (Lara) e Purple Bonny (Ninny) si sono tuffate di nuovo nei mari di SoT affamate di tesori e grosse novità! Siete pronti a salpare?

Sea Of Thieves – Pirati a me!

Sea of Thieves ci catapulta, dopo aver scelto il nostro pirata (non personalizzabile per l’assenza di un editor), in un’ambientazione tropicale che ricorda molto i caraibi, se lo siano o meno non ha importanza, si respira da subito l’aria piratesca, con un imponente Galeone che ci aspetta al molo!

Il mare, ricreato alla perfezione, invita ai tuffi ad oltranza, ma non possiamo perderci in futili operazioni dedite allo svago, il nostro compito è partire alla ricerca di tesori, tra orde di non morti, abbordaggi di navi nemiche e così via… La classica vita piratesca insomma!

Non troverete quindi un tutorial che vi spieghi chi siete o cosa dovete fare nè un’introduzione alle meccaniche di gioco nè una storia… Una volta catapultati nel primo Outpost, dalla tenda di “Aladdin” si riscatteranno le missioni e si partirà all’avventura più sfrenata! Ovviamente per renderla divertente è bene scegliersi l’equipaggio giusto, con una ciurma di amici, il divertimento è assicurato.

Le missioni sono suddivise in 3 ordini: Ordine Cacciatori d’oro, ordine dei Mercanti e ordine delle Anime.

Per ogni ordine si possono acquistare missioni diverse (le prime 3 sono gratuite), che vi permetteranno di guadagnare una certa quantità di oro, oltre ad aumentare la vostra reputazione a seconda del tesoro ritrovato, in corrispondenza dell’ordine stesso. Grazie alla reputazione e all’oro guadagnato si sbloccheranno oggetti aggiuntivi che hanno una valenza puramente estetica.

Gli obiettivi sono sempre gli stessi, cambia solo il livello di difficoltà: recuperare oggetti, consegnarli, uccidere scheletri particolari, andare a caccia di tesori seguendo la classica X sulla mappa in nostro possesso. A scriverla così una riflessione nasce spontanea: quindi il nostro navigare per mari sconosciuti, alla ricerca di gloria ed oro, diventa una routine che a lungo andare diventa noiosa/ripetiva? “Me sa de si!” vien da dire.

Anche se a movimentare il tutto ci sono gli incontri/scontri con alti players grazie al PVP, oppure i Raid, segnalati prontamente in mare da uno scheletro fatto di nuvole, per accaparrarci il tesoro dei tesori e combattimenti eroici contro orde di scheletri di ogni tipo e fattura, con relativo boss finale, alla fine un pochino di ripetitività nelle meccaniche viene fuori.

Sea Of Thieves – Galeone o Sloop

Come detto precedentemente, questo titolo da il meglio di se giocato in compagnia, considerando tutte le meccaniche di gioco. A partire dalla scelta della nave tra Galeone e Sloop!

E se pensate di far paura a tutti partendo con un Galeone vi sbagliate di grosso, verrete attaccati anche da un semplice Sloop, considerevolmente più piccolo della vostra nave, verrete affondati e derubati dei vostri tesori non consegnati (una disfatta su tutti i fronti quindi), questo perchè in Sea Of Thieves non è la grandezza della nave a fare la differenza, ma la ciurma, sia in quantità che in qualità.

Un Galeone sarà meglio gestito in 4, poiché ci sono molte piu vele da issare o cassare all’occorrenza, un’ancora piu grande e pesante, piu scompartimenti sotto coperta da difendere, più cannoni da caricare e cosi via. Senza contare che esso è estremamente piu lento dello Sloop, che può al contrario essere gestito alla perfezione da appena due persone per andare a pieno regime senza problemi e più speditamente.

Sea Of Thieves – Libertà, Uguaglianza, Fratellanza

Sea Of Thieves è un gioco che fa di tutto per essere libero come i pirati e l’ambientazione di cui si compone, non ci sentiamo di inquadrarlo in nessun genere specifico, naviga per conto suo in una rotta tutta sua, da migliorare sicuramente, ma al tempo stesso intrigante e con un certo potenziale.

Al di là di queste considerazioni, in un panorama videoludico a corto di idee, il titolo potrebbe essere una speranza per i videogiochi di domani. E’ un gioco competitivo, a tratti ansiogeno, quando navighi per mari con diversi tesori, vieni attaccato da altri giocatori affondato e depredato di tutte le fatiche fatte fino a quel momento, sfido chiunque a non navigare con l’ansia a mille per la paura di perdere tutto in due minuti!

Al tempo stesso è esilarante a livelli inaspettati, considerando gli svaghi dei nostri improbabili simpatici pirati, tra balli, musica e l’immancabile grog!

Ecco un esempio pratico preso dalla nostra live dedicata al gioco!

Quello che rende questo titolo gradevole e divertente è infatti proprio la sensazione di libertà che da, il fatto stesso di poter andare per mari anche senza una destinazione precisa, ma solo per il gusto di navigare e sbarcare su isole a caso per apprezzarne la bellezza, oppure combattere scheletri o catturare polli, maialini ecc. Potersi sentire parte di qualcosa, da esplorare, in compagnia della ciurma perfetta, degna del miglior pirata di tutti i mari.

Nonostante le meccaniche di gioco siano sempre le stesse, ossia ottenere mappe del tesoro, contratti di contrabbando merci o liberazione di isole infestate da scheletri e nonostante ciò possa sembrare ripetitivo, man mano che l’esperienza del nostro pirata aumenta, le missioni saranno sempre più complesse.

Inoltre avere uno scopo per i mari di questo Sea Of Thieves, rende sicuramente più onore ad un pirata, invece di andarsene per mari in “sportiveggianza e leggiadria” senza un perchè, volete o non volete diventare il nuovo Barbanera di tutti i mari?

Inoltre il bottino che frutterà oro, ci darà la possibilità di migliorare il nostro improbabile carismatico pirata, l’apparenza infatti, come sempre, inganna!

Vestendolo con nuovi abiti infatti, ed armi appropriate, possiamo farlo sembrare un pirata esperto e quindi temuto da un possibile vascello che decida di attaccarci. Il mare che navighiamo è pieno di taglia gole, che non vedono l’ora di farci finire sulla nave dei dannati, che altro non è che un galeone che funge da sala d’attesa per il respawn quando si viene uccisi malamente.

Sea Of Thieves – Il paradiso imperfetto

Parlando di grafica non possiamo non spendere due parole su come questo Unreal Engine sia cattivo e cazzuto (concedetemelo), riesce ancora a regalare tante emozioni e scorci mozzafiato, senza contare che Rare ci ha regalato un ambiente in cui i giochi di luci la fanno da padrone, donando momenti di grande impatto visivo.

Il paesaggio quindi che ci circonda è a dir poco un paradiso tropicale in gran lustro, piacevole agli occhi anche dei piu pignoli, che troveranno in un tramonto quel senso di vacanza e romanticismo che pochi titoli hanno saputo ricreare.

Non ci sono particolari bug così gravi da essere segnalati, il lag a volte fastidioso è forse al momento l’unico difetto degno di nota.

Riguardo al gameplay invece, cobra a parte (che nel bel mezzo del mare ci chiediamo ancora cosa ci facciano), non abbiamo notato grossi miglioramenti rispetto alla beta e ci aspettiamo che venga sviluppato qualcosa in più, visto il prezzo di 70,00 euro, per un gioco al momento ripetitivo e che offre si uno spunto interessante, ma che al tempo stesso non ci sembra rendere come dovrebbe.

Da Spugna e Purple Bunny è tutto, ci sentiamo al prossimo Grog! Ah no scusate al prossimo tesoro!

Articolo a cura di Nerdream.it
Data
Titolo
Sea Of Thieves
Voto
41star1star1star1stargray

Sea Of Thieves – Recensione – PC Windows, Xbox One

Sea Of Thieves – Recensione – PC Windows, Xbox One
79%

Editor Rating

 

SEA OF THIEVES

IN SINTESI

Questo Sea Of Thieves convince ma non del tutto... Da un lato abbiamo un solido sistema di base, con una libertà impressionante, una serie di scorci meravigliosi ed un ottimo tasso di divertimento che esplode nel momento in cui ci troviamo a giocare con i nostri amici preferiti, dall'altro lato abbiamo una pochezza nei contenuti generali che ci lascia in attesa di un cambio di rotta dei galeoni Rare e Microsoft per unire a tutto quanto di buono c'è una storia avvincente e qualche contenuto extra che permetta di non annoiarsi mai, anche quando tocca fare di necessità virtù e giocare in solitaria o con persone sconosciute.

PRO

  • Comparto grafico davvero ottimo
  • Esplosivo se giocato con gli amici
  • Libertà all'ennesima potenza

CONTRO

  • Pochi contenuti di spessore
  • Gamplay poco tecnico e molto caotico

Autore dell'articolo: LaraPadawan

Lara Padawan – Romana, youtuber, nerd fino al midollo, adora film, serieTV, cartoni animati ed è malata da anni di una grave forma di dipendenza dai videogames. Il suo motto è: “Se credi anche lontanamente che ne valga la pena… allora GIOCALO!” CANALE YOUTUBE CANALE TWITCH PAGINA FACEBOOK PROFILO TWITTER