MX vs ATV All Out – Recensione – PC, PS4, Xbox One

0

MX vs ATV All Out – recensione di Anto71 (per la recensione abbiamo usato la versione PS4)

La serie MX vs ATV, curata attualmente dagli sviluppatori Rainbow Studios e distribuita da THQ Nordic, torna sulle piattaforme PC, PS4 ed Xbox One il 27 Marzo 2018. Non resta che infilarsi il casco per affrontare terra, fango e “bagarre”, nella migliore tradizione di questa saga videoludica che si protrae dal 2005, per vedere se le nostre attese saranno confermate!

MX vs ATV All Out – Quando vuoi un ranch come quello del Dottore, ma non puoi permettertene uno vero…

Parlare di trama o storyline nella serie MX vs ATV forse é un poco eccessivo, ma per la natura stessa del gioco, sarebbe anche inutile.

Siamo di fronte ad una simulazione totale di guida di veicoli offroad, che comunque strizza l’occhio in modo particolare alle due ruote, e che conserva una natura prevalentemente arcade.

Il gioco offre un’ampia area dove imparare a padroneggiare i veicoli. Creato il nostro player, ci troviamo proiettati in una sorta di ranch (Tavullia docet!), dove provare subito alcuni “trick”, o avviare i classici tutorial.

La serie di “bumps” e trampolini di cui è seminata l’ampia area, è invitante, gli spunti sono tanti e ci si ritrova subito a sperimentare per ore, cose da fare più o meno lecite, della serie “don’t try this at home”!

Si prendono subito le misure con “l’handling” dei veicoli e la levetta analogica destra del pad offre un approccio aggiuntivo al semplice sterzare, in quanto è possibile spostare il corpo sul veicolo, e questo sulle due ruote ed in buona parte sul quad è fondamentale per la distribuzione dei pesi.

Basta immaginarsi in curva in derapata col sedere fuori dalla sella, o compensare o favorire un’impennata. Essendo stata introdotta in questo nuovo capitolo della serie la modalità freestyle, avremo anche la possibilità di cimentarci con delle combinazioni di figure in aria, e magari sentirci un po’ tutti Pastrana con un bel “360 no hand”!

Come se non bastasse tutto questo varia da veicolo a veicolo, moto, quad o Atv che sia, ed ancora, i vostri veicoli acquistati con le monete acquisite nelle varie attività, andranno a riempire il vostro garage e saranno totalmente personalizzabili nell’estetica e nella meccanica, andando a stravolgere completamente la loro stessa natura.

MX vs ATV All Out – Che rumore fa la mia moto?

Tornando al discorso della posizione sul nostro veicolo, fondamentale per aiutarsi nella guida, questa introduce il discorso della simulazione fisica che, per quanto sia accoppiata ad un gioco prevalentemente arcade, è sofisticata in modo ben calibrato, ed interessa anche tutto l’ambiente che ci circonda.

Nel ranch è presente un lago… Come non provare ad attraversarlo in velocità con un quad!?

A bassa velocità ovviamente si incappa più volte nel tragico epilogo, ma aumentandola man mano si riesce in questa impresa a dir poco spettacolare!

Il comparto grafico è piacevole e ben rifinito, effetti di luce ed aree enormi perfettamente renderizzate, che forse sono troppo per un gioco che pone l’accento sulla velocità, l’azione frenetica e la competitività, piuttosto che sulla passeggiata di salute!

Notevole l’effetto di deformazione del suolo, arrivato alla sua seconda edizione in questo capitolo del gioco! Le tracce delle ruote restano sul terreno e si noteranno ai successivi passaggi, lo stesso vale, se si prenderà una barriera spostandola sul tracciato.

In un gioco di guida, non è rilevante se gli uccellini cantano, quello che deve cantare sono i motori, e se accendendo la nostra moto questa fa il rumore di un frullatore elettrico nessun appassionato di motori ne sarebbe entusiasta.

La prova è solo una, ed ovviamente il gioco l’ha ampiamente superata: ho preso in garage un bel 125 due tempi e gli ho cambiato lo scarico con uno racing. La musica che ne deriva è eccezionale, i colpetti di acceleratore “danno gusto”, e una sgasata in aria rende perfettamente il tipico sound da fuori giri del due tempi.

MX vs ATV All Out – Corse ed eventi, ce n’è per tutti i gusti

Gli eventi offline sono innumerevoli, si va da un evento singolo, passando per una prova a tempo, fino ad arrivare a scegliere tra interi campionati come l’opencross, il national o il supercross.

Ovviamente è presente anche la componente online, che prevede la creazione di un pilota ad hoc, nella sezione B.R.A.A.P. (un acronimo che, in gergo, curiosamente richiama il sound delle moto fuoristrada 4 tempi di grossa cilindrata quando si apre il gas) con tanto di gestione della personalità, quindi non ci si sofferma solo sul lato estetico del proprio personaggio.

I vari piloti creati possono essere assegnati anche ai bot gestiti dalla IA, anche se in mezzo a tutte queste impostazioni alla fine ci si affeziona sempre a un solo pilota, che incarna un poco il nostro alter ego digitale, e ad un solo veicolo, che ci accompagnerà sui vari sterrati dove ci cimenteremo.

Tornando alle modalità online, anche in questo caso avremo varie modalità e potremo personalizzare delle gare ad hoc, agendo su parametri quali la durata massima, il numero di giri, quali veicoli possono partecipare, la presenza o meno di bot ecc.ecc.

Il ranch e le modalità offline, quest’ultima disponibile in vari livelli di difficoltá; potrebbero essere considerati una palestra per l’online, ma risultano insufficienti! Quando vi cimenterete con l’aggressività di crossisti o fuoristradisti di ogni nazionalità nell’online, nessuna palestra potrà prepararvi alla brutalità di questi eventi, e non ci sarà altro modo di allenarsi se non sul campo, ma come si dice negli USA: “no pain, no gain”!

MX vs ATV All Out – La potenza è nulla senza controllo!

La padronanza del mezzo e quindi la curva di apprendimento, sono abbastanza rapidi, ma poi ci si ritrova in pista e ci si accorge che non basta mai, ed allora oltre che a comprare, montare e settare i migliori pezzi, ci si trova sempre là ad affinare la guida, ad affrontare i salti nel giusto modo, a sfrizionare prima del salto, ad affrontare meglio quella curva.

A questo si aggiungono le ore necessarie per stracciare nell’offline tutti gli avversari nei vari campionati e poi l’online che offre al gioco una longevità quasi infinita.

Un gioco piacevole e divertente, che potrà dare grosse soddisfazioni nella preparazione e padronanza del proprio mezzo, piuttosto che nell’essere competitivi nei campionati offline e sfoggiare poi, le proprie doti nei duri scontri online.

SITO UFFICIALE DEL GIOCO

Articolo a cura di Nerdream.it
Data
Titolo
MX vs ATV All Out
Voto
41star1star1star1stargray

MX vs ATV All Out – Recensione – PC, PS4, Xbox One

MX vs ATV All Out – Recensione – PC, PS4, Xbox One
80%

Editor Rating

 

MX vs ATV All Out

IN SINTESI

La forza di questo gioco é un mix di elementi che vanno dal buon comparto tecnico fatto di audio fedele e grafica buona, passando per l’equilibrio esistente tra componente arcade e simulativa, e concludendo con l’ampia scelta di campionati offline, insieme ad un online pressoché infinito.

PRO

  • Ottima personalizzazione dei veicoli
  • Sound davvero realistico
  • L'online è duro e crudo! Proprio come deve essere.

CONTRO

  • Le movenze da fantoccio del pilota quando rotola a terra durante una caduta sono un pugno in un occhio
  • Nessun tutorial o campionato offline che riesca minimamente a prepararti all’online
About author

Anto71

Anto71 - Lo zio d'America nel lontano "non so quando" con i dollaroni gli regalò per la comunione un C64 e fu l'inizio per lui e la fine per i suoi genitori. Entra verso la fine degli anni '80 nella scena nazionale e non di Amiga, dove affina le sue doti di grafico, e dove partecipa a LAN party e DEMO Competitions nei RamJam. Grande passione per i motori e le elaborazioni. 10 anni di psita alle spalle sulle 4 ruote, ora motociclista. Istruttore di palestra ritiratosi a vita privata, snowboarder. Attualmente oltre ad un lavoro umano, è un grafico ed è un poliedrico e malsano videomaker. Padre pluripremiato al valore militare con incarichi speciali: tramandare ai suoi figli la Passione Nerd!