Minion Masters – PC – Recensione

Minion Masters – PC – Recensione

Iniziamo con il ringraziare i ragazzi di BetaDwarf, casa produttrice del gioco, che ci sta dando la possibilità di provare Minion Masters.

Ricordiamo inoltre che questa cercherà di essere una recensione più precisa possibile per quanto questo gioco sia ancora in totale accesso anticipato. Noi siamo FrizzZ e Tommyber di Just For Game e oggi siamo qui sulle pagine di Nerdream.it per parlarvi di Minion Masters.

NON UN SEMPLICE CLONE DI CLASH ROYALE

Minion Masters si presenta come un’indie strategico che segue la falsa riga di Clash Royale, ma che, come vedremo nel corso di questa recensione, va a distanziarsi, almeno parzialmente, su un buon numero di punti dal titolo di Super Cell.

Partiamo dai due punti che subito fanno di Minion Masters un gioco con un target del tutto diverso da Clash Royale, ovvero la piattaforma su cui è uscito, Windows, e il fatto che non sia un Free-to-play ma abbia un costo base di 20 euro.

Il fatto che sia uscito su PC e non su piattaforme mobili, è chiaramente un’arma a doppio taglio. Da una parte, infatti, il gioco si presenta ai nostri occhi con una grafica particolareggiata e accattivante dal punto di vista prettamente tecnico, con effetti di sangue realistici e delle mappe veramente interessanti. Ciò, ovviamente, è permesso dal fatto che l’hardware su cui gira questo gioco è ben più performante dei nostri smartphone, e permette, quindi, una resa grafica ben migliore.

D’altro canto, però, questa scelta degli sviluppatori va a limitare enormemente il pubblico di riferimento per questo titolo. Inoltre, e questo riguarda esclusivamente il nostro pensiero personale, il gioco in questo modo va a perdere un po’ della semplicità di utilizzo e della portabilità che caratterizzano Clash Royale, e che forse hanno costituito gli elementi portanti del suo incredibile successo e diffusione.

Parlando, invece, del suo essere a pagamento, possiamo dire che è una caratteristica che personalmente non abbiamo disdegnato, in quanto va a limitare considerevolmente la necessità degli sviluppatori di inserire acquisti in-app per rientrare nel costo della produzione.

Questo non significa che gli acquisti in-app siano del tutto assenti in questo videogioco, ma che, speriamo, questi possano influire meno sulla progressione di gioco rispetto a quanto avevano fatto nel gioco di Super Cell, da molti accusato di essere affetto dalla spiacevole meccanica del Pay-to-Win.

LA DURA LEGGE DEL TOWER DEFENCE

Per vincere una partita all’interno di Minion Masters dovremo abbattere la torre nemica andando a piazzare le nostre truppe sul terreno di gioco.

Il campo di battaglia è diviso in due parti, accessibili sia da una parte che dall’altra da due ponti posti ai due lati della mappa.

Ogni torre sarà presieduta da un Eroe, che avremo la possibilità di scegliere prima della partita, con 4 abilità uniche ciascuno che si sbloccheranno durante il corso della partita.

E qui ragazzi abbiamo un’altra grande differenza tra Minion Masters e Clash Royale, che va sicuramente a rendere più profondo e strategico il gameplay del primo a scapito del secondo. Infatti la scelta dell’eroe non è assolutamente un fattore da sottovalutare ed essa potrebbe andare a decidere le sorti delle vostre future partite.

Ogni partita vinta permetterà al giocatore di far salire il livello del proprio eroe, sbloccando così bauli da aprire per sbloccare nuove carte. Il numero di queste è ben più alto di quanto ci saremmo aspettati, infatti il numero totale è di 82 carte sbloccabili.

CRAFTING E ALTRI ORPELLI

Inoltre il gioco ci darà la possibilità di craftare la maggior parte delle carte tramite le gemme, con un sistema molto simile a quello visto in precedenza su HearthStone, questa cosa non può che farci piacere in quanto aggiunge un’altra importante componente che va ad arricchire il gameplay.

Passiamo ora al comparto audio del gioco, che comprende delle musiche tutto sommato orecchiabili e piacevoli da ascoltare durante le partite, e dei suoni al quanto bizzarri. La maggior parte dei colpi dei nostri minion avrà sempre lo stesso suono, suono che ricorda vagamente la chiusura di una portiera. Altre volte, invece, avrete l’impressione di sentire il suono di una bottiglia appena infranta.

Naturalmente ragazzi queste sono piccolezze, sulle quali però dobbiamo ammettere di aver riso e scherzato spesso e che quindi abbiamo il piacere di condividere con voi qui in sede di recensione tutto ciò.

CONSIDERAZIONI FINALI

Prima di finire, ci teniamo ad esprimere le nostre idee riguardo a Minion Masters, che, inutile dirlo, saranno spesso il risultato dell’inevitabile confronto con Clash Royale.

Dobbiamo dire che a volte abbiamo trovato questo titolo un po’ troppo confusionario, a causa delle dimensioni molto ridotte di alcuni minion che, in aggiunta ad una loro colorazione poco vivace e alla grandezza dello schermo di gioco, va a causare l’impossibilità di una visione totale del campo di battaglia.

Il fatto che lo stile grafico di Minion Masters sia molto meno cartoonesco rispetto a Clash royale, va inevitabilmente a tagliare fuori la grande fetta di pubblico costituita dai bambini e quindi ad alzare notevolmente l’età del target medio.

Per concludere dobbiamo dire che il gioco è sicuramente il migliore sul mercato ad aver preso spunto da CR; eppure nonostante apporti alcune innovazioni, come la scelta dell’eroe e il crafting delle carte, non riesce a distanziarsi troppo dall’originale, che resta superiore per immediatezza e portabilità.

Consigliamo quindi questo gioco a tutte le persone che non hanno mai giocato al titolo Super Cell e che vogliono giocare un’esperienza ideata nativamente per il pc e anche a quelle che, giocando da tanto a Royale, vogliono una ventata di aria fresca nella loro libreria di videogiochi.

Fateci sapere cosa ne pensate qua sotto nei commenti.

REQUISITI DI SISTEMA

MINIMI:

    • Sistema operativo: Windows 7, Windows 8, Windows 10
    • Processore: Intel Core i3, 2.4 Ghz o equivalente
    • Memoria: 4 GB di RAM
    • Scheda video: Nvidia Geforce GT 240 o equivalente, minimo 512 MB of RAM
    • DirectX: Versione 10
    • Rete: Connessione Internet a banda larga
    • Memoria: 6 GB di spazio disponibile

 

Articolo a cura di Nerdream.it
Data
Titolo
Minion Masters
Voto
31star1star1stargraygray

Minion Masters – PC – Recensione

Minion Masters – PC – Recensione
68%

Editor Rating

 

Minion Masters

IN SINTESI

Prendete Clash Royale ed Hearthstone, mixateli con un pizzico di Warcraft e qualche spruzzatina di League of Legends ed otterrete Minion Masters. Il cocktail è riuscito ma non perfettamente e sicuramente c'è tempo e modo per aggiustare il tiro di alcune cose, dosare meglio gli ingredienti ed arrivare all'uscita ufficiale al top. Meno immediato e "portabile" di CR, ma sicuramente più immersivo, il gioco ha parecchie frecce al suo arco.

PRO&CONTRO

PRO

+ Crafting delle carte interessante

+ Ottimo sviluppo della meccanica degli Eroi

+ Il fatto di essere sviluppato per PC lo rende tecnicamente superiore...

CONTRO

- ...Ma allo stesso tempo meno immediato e portatile

- Alcuni minion poco riusciti per dimensioni e colore

Cosa ne pensi?

Autore dell'articolo: Just For Game

JUST FOR GAME - Due studenti liceali, nonché youtuber emergenti, con una grande passione per l'informatica e soprattutto per i videogiochi. CANALE YOUTUBE - PAGINA FACEBOOK

Lascia un commento