Outlast – PC – Recensione

Outlast – PC – Recensione – A Spasso con Lara

Recensione del gioco Outlast (PC 2014) a cura di LaraPadawan per la rubrica “A spasso con Lara” – SPOILER INSIDE

Sviluppato e pubblicato dal Team Red Barrels, compagnia indipendente che ricordiamo anche per la collaborazione a titoli come Prince Of Persia, Assassin’s Creed, Splinter Cell e Uncharted, il gioco è uscito nel Settembre 2013 per piattaforma PC

LA STORIA

Il nostro personaggio è il giornalista Miles Upshur, che grazie (mica tanto) ad una soffiata ricevuta tramite mail, dove sembra chiaro che qualcosa non va, si reca, ignaro di quel che troverà, in un’ospedale psichiatrico sperduto tra le montagne degli Stati Uniti d’America, il Mount Massive, gestito dalla Murkoff Corporation.

Una volta entrato nella struttura, e non dalla porta principale, Miles si ritroverà in una realtà totalmente diversa da quello che chiunque si potesse aspettare.

Morti e sangue ovunque, in più non c’è traccia del personale, i sopravvissuti sono tutti malati mentali ora liberi di girovagare per la struttura.

Nel corso del gameplay giocato dal mio amico Leopardus91, con il mio supporto logistico (anche no) abbiamo trovato documenti interessanti che ci hanno fatto scoprire insieme allo sfigato Miles che nel manicomio i pazienti erano stati sottoposti ad esperimenti scientifici in cui venivano utilizzate delle nano-macchine.

Assurdità che alla fine ha portato ovviamente lo scompiglio e la conseguente catastrofe della struttura e dei suoi ospiti.

LA FOLLIA

L’ambiente cupo intriso di follia, suggestivo, a tratti mette ansia, soprattutto negli inseguimenti dove non si sa mai bene dove andare e si rischia spesso di ritrovarsi in vicoli ciechi con il pazzo di turno pronto a sbatacchiarci qua e là e la morte certa pronta a sopraggiungere!

La tensione è palpabile per tutto il gameplay grazie alle ambientazioni ottimamente ideate e ai personaggi che fanno “i pazzi” a dovere!

BREVE MA INTENSO

La durata del gioco non è eccessiva, il finale però ci ha deluso, non vi spoilero nulla perché in attesa di giocare Outlast 2 potreste aver voglia di recuperarlo, ma in definitiva è un gioco che consiglio a chi non è debole di stomaco. Non c’è censura di sorta nemmeno in parti molto forti, quindi tenetelo presente, uno splatter che tiene incollati alla poltrona! Per gli amanti degli horror è da recuperare assolutamente.

Da oggi aggiungo alle mie esperienze di gioco la scheda tecnica con i requisiti minimi per giocarlo su PC visto che alcuni di voi me ne hanno fatto richiesta:

Requisiti Minimi

Processore 2.2 GHz Dual Core

2 GB Ram

Scheda video NVIDIA GeForce 9800GTX O ATI Radeon HD 3800

5 GB di spazio su disco

Requisiti Consigliati

Processore 2,8 GHz Quad Core

3 GB Ram

Scheda video NVIDIA GeForce GTX 460 o AMD Radeon HD 6850

Trovate il gioco QUI

MYNERDOMETRO 3/5 nerdometronerdometronerdometronerdometro2nerdometro2

Cosa ne pensi?

Autore dell'articolo: LaraPadawan

Lara Padawan – Romana, youtuber, nerd fino al midollo, adora film, serieTV, cartoni animati ed è malata da anni di una grave forma di dipendenza dai videogames. Il suo motto è: “Se credi anche lontanamente che ne valga la pena… allora GIOCALO!” CANALE YOUTUBE CANALE TWITCH PAGINA FACEBOOK PROFILO TWITTER

1 thought on “Outlast – PC – Recensione

    Marco

    (12 dicembre 2016 - 9:18)

    Lara devo dirti la verità a me è piaciuto molto di più il dlc che hai fatto da sola, eri tu in prima persona a dover affrontare i pazzi ed è stato molto molto divertente! Parlando del gioco, finale poco convincente anche per me, malatissimi e geniali i sviluppatori, buon inizio di settimana Lara, ora vado sul tuo channel, il mio lunedi Larettoso ^^

Lascia un commento