Mike Tyson’s Punch Out – NES 1987 – Videorecensione – Retroreview

Mike Tyson’s Punch Out – NES 1987 – Videorecensione – Retroreview

LA VIDEORECENSIONE DEL TITOLO “Mike Tyson’s Punch Out” per la piattaforma 8-bit Nintendo

GENYO DI NOME E DI FATTO

Genyo Takeda era davvero un genio e nel 1987 dopo aver portato la boxe in sala giochi con Punch-Out e Super Punch-Out decide di arrivare nelle case dei videogiocatori trasportando il format sulla console ad 8-bit di casa Nintendo.

Le potenzialità della console non erano enormi e quindi occorre apportare alcune modifiche sostanziali al gioco. Impossibile confermare le trasparenze del proprio personaggio ed allora ecco la genialata…

…Il protagonista prende il nome di Little Mac e viene rimpicciolito per non coprire l’avversario. Allo stesso modo gli avversari vengono ingranditi a dismisura, con uno stile cartoon divertente che decreterà il successo della saga.

TATTICA PIU’ CHE TECNICA

La tattica prevale sulla tecnica in quello che è un gameplay schematico che fa dell’attenzione la peculiarità più importante per il videogiocatore.

Il nostro pugile è fermo, non può spaziare nel ring, può solo chinarsi a destra o sinistra con la croce direzionale per schivare i colpi o abbassarsi per pararli. Con il tasto destro si comanda il pugno destro, con il sinistro si comanda il pugno sinistro e l’associazione con la croce direzionale alta o bassa permette di decidere se puntare al volto o allo stomaco.

Presente una piccola trama (assente invece nella versione da sala) e presente anche un sistema di codici che fungevano come sempre da salvataggio per non ricominciare ogni volta da capo su una console che non sapeva ancora cosa fosse una memory card.

Gli avversari lanciano dei segnali per far capire che stanno per attaccare e starà a noi cogliere questi segnali per sfruttarli a nostro favore e vincere ogni match.

Ovviamente più si andrà avanti con gli avversari e più tempismo e occhio ci vorranno per portarsi a casa l’incontro.

BUD SPENCER SAREBBE FIERO DI VOI

Se sarete attenti, pazienti e ritmici nel colpire l’avversario al momento giusto e nel modo giusto potrete vincere le 3 cinture in palio ed arrivare allo scontro finale contro il grande Iron Mike (all’epoca noto come Dynamite Kid).

Bomber sarà al vostro fianco per aiutarvi a battere tutti, Tyson compreso e vincere anche il Dream Match finale.

Non vi resta che provare un gioco che ha fatto la storia della boxe nelle case di grandi e piccini da fine anni 80 ad oggi con le altre trasposizioni (per SuperNes e per Wii).

Vi lasciamo alla nostra completissima VIDEORECENSIONE!

Buona visione!

 SEGRETO SEGRETISSIMO: Provate ad inserire la password 007 373 5963 e poi raccontateci come avete sfasciato il televisore cercando di battere Me.Dream!

Cosa ne pensi?

Autore dell'articolo: Valerio Vega

Valerio "Raziel" Vega: Napoletano a Roma, Tecnico Ortopedico di giorno, Retrogamer compulsivo di notte. Creatore del progetto Nerdream, amante del cinema, delle serieTV, dei fumetti e di tutto ciò che è fottutissimamente NERD, sogna una vecchiaia con una dentiera solida ed il pad di un NES tra le mani. Il suo motto è “Ama il prossimo tuo come hai amato il tuo commodore64”

Lascia un commento