The Last King – Cinema di Seconda Mano

The Last King – Cinema di Seconda Mano

Per la rubrica Cinema di Seconda Mano dedicata alle pellicole oramai fuori dalle sale cinematografiche vi proponiamo la recensione senza spoiler del film The Last King di Nils Gaup.

NON CI SONO SPOILER LEGGETE PURE TRANQUILLI

CONGELATI SCANDINAVI

Il regista norvegese Nils Gaup potrebbe tranquillamente entrare in scena come Troy McLure dei Simpson dicendo:

Salve! Sono Nils Gaup! Vi ricorderete di me per film come “Duello tra i ghiacci” e “L’arciere di Ghiaccio”

Conscio del fatto che non lo ricordereste affatto.

E dopo le prime due pellicole appena nominate ed un altrettanto sconosciuto “Alla ricerca della stella di Natale” si ripropone in sala con “The Last King”.

Film girato interamente in Norvegia tra ghiaccio e neve narra di una storia realmente accaduta nel lontanissimo 1024.

florinda
Il “seno” di Florinda Bolkan

Il freddo delle location però trasuda da ogni centimetro di pellicola con un film che appare privo di mordente fin dal primo minuto, con una narrazione approssimativa, una sceneggiatura piatta come il seno di Florinda Bolkan, una fotografia che non mette in risalto quasi nulla e tante altre scelte davvero discutibili.

SALDI INVERNALI

I saldi scontano i capi d’abbigliamento, mentre Nils Gaup sconta la vicenda narrata nel film.

Tutto appare già scritto e chiaro dal minuto 20 e non vi servirà continuare a vedere il film per capire come andrà a finire il tutto.

Davvero poco emozionanti anche le performance degli attori con il solo “Tormund” del trono di spade a reggere botta e gli altri a fare una prestazione degna di una puntata di Sentieri.

Insomma se non fosse chiaro il film ci ha deluso parecchio.

OCCASIONE SPRECATA

Si perchè tutto sommato il fascino dei film in costume poteva essere sfruttato meglio. Vichinghi, mazzate, sentimenti, paure… I presupposti per far bene ci potevano essere. Mettiamoci anche che era una storia vera e quindi questo The Last King poteva venire sicuramente meglio e invece il risultato finale è insufficiente per gli amanti del genere e scadente per chi già non ama questo tipo di film.

Non ci siamo nemmeno soffermati sulla trama, abbiamo un re assassinato, un erede neonato da proteggere, due eroi impavidi pronti a dare la vita per lui e una schiera di cattivi pronti a tutto pur di uccidere il bambino.

Siamo sicuri che il 99% di voi potrebbe già scriverci anche come andrà a finire il film…

E’ per questo che consigliamo la visione di questo film solo ai norvegesi e agli amanti della storia scandinava.

Lo sconsigliamo invece a tutto il resto della popolazione mondiale.

MYNERDOMETRO 3/10 nerdometronerdometronerdometro nerdometro2nerdometro2nerdometro2nerdometro2nerdometro2nerdometro2nerdometro2

Cosa ne pensi?

Autore dell'articolo: Valerio Vega

Valerio "Raziel" Vega: Napoletano a Roma, Tecnico Ortopedico di giorno, Retrogamer compulsivo di notte. Creatore del progetto Nerdream, amante del cinema, delle serieTV, dei fumetti e di tutto ciò che è fottutissimamente NERD, sogna una vecchiaia con una dentiera solida ed il pad di un NES tra le mani. Il suo motto è “Ama il prossimo tuo come hai amato il tuo commodore64”

Lascia un commento