Recensione Gunbird – Retroreview #4

Recensione Gunbird – Retroreview #4

Siamo giunti alla quarta puntata della rubrica Retroreview ed oggi vi presentiamo il gioco GUNBIRD.

DO YOU SPEAK ENGLISH?

Gunbird nasce nel 1994 per mano della casa produttrice giapponese Psikyo, softwarehouse defunta l’anno scorso, che sviluppa la prima versione da sala. Successivamente il gioco sarà rieditato sia per Sega Saturn che per Playstation, riproposto poi in versione speciale (con l’aggiunta in un solo disco anche di Gunbird2) per Playstation2 ed infine portato su Steam in versione PC.

Parliamo di uno sparatutto a scorrimento verticale con grafica a cartoni animati che deve il suo successo grazie al titolo in inglese…

…vi immaginate cosa sarebbe successo in Italia se fosse uscito il gioco “L’uccello pistola” nelle sale?

LA STORIA

5 personaggi tra cui scegliere, ognuno con diverse caratteristiche ed abilità, 3 cattivi pirati del cielo ad impedirci di arrivare fino alla fine. L’obiettivo è recuperare 4 pezzi di specchio magico e poi viaggiare per altri 4 livelli fino all’incontro con una Tigre che avrà il potere di farci esprimere un desiderio.

Inutile dire che ognuno dei 5 personaggi avrà il suo finale dedicato.

I NUMERI

Discreti la grafica ed il sonoro cui nella nostra videorecensione abbiamo dato un 7 di stima.

La grafica è infatti nitida e i disegni sono pulitissimi consentendo di giocare senza rischiare un attacco epilettico.

Buono il sonoro, con le voci dei personaggi molto curate, rumori e musiche di sottofondo che non cercano mai di strafare e compiono bene il loro dovere.

Solo 5 alla giocabilità, per la media voto tra il 10 dell’immediatezza e semplicità nei comandi e lo ZERO per la difficoltà di alcune boss fight che impedisce anche ai giocatori più avvezzi al genere di portare a conclusione il gioco con una sola monetina.

4 alla longevità, nota dolente del gioco, visto che in 20 minuti porterete a conclusione la storia di un personaggio e quindi dopo 100 minuti non avrete più motivi per rigiocarlo.

GIUDIZIO GLOBALE

Il giudizio definitivo è però sicuramente positivo, visto che il genere degli sparatutto a scorrimento verticale è pieno di porcate. Gunbird ha sicuramente una marcia in più e si lascia giocare fino alla fine senza annoiare mai.

MYNERDOMETRO 6/10 nerdometronerdometronerdometronerdometronerdometronerdometro nerdometro2nerdometro2nerdometro2nerdometro2

Vi lasciamo alla videorecensione del nostro canale youtube ad opera del caro Mr.Scatolone

Cosa ne pensi?

Autore dell'articolo: Valerio Vega

Valerio "Raziel" Vega: Napoletano a Roma, Tecnico Ortopedico di giorno, Retrogamer compulsivo di notte. Creatore del progetto Nerdream, amante del cinema, delle serieTV, dei fumetti e di tutto ciò che è fottutissimamente NERD, sogna una vecchiaia con una dentiera solida ed il pad di un NES tra le mani. Il suo motto è “Ama il prossimo tuo come hai amato il tuo commodore64”

Lascia un commento